Software di Email Marketing

Crea un account Mailpro e goditi
500 crediti gratis

Il tasso di reattività delle tue campagne di mailing

Una figura essenziale nelle campagne di mailing

Una figura che ti permette di misurare l'interesse generato dal messaggio che è stato inviato

Tra le varie statistiche menzionate durante la valutazione di prestazione di una campagna di mailing, le persone principalmente tendono a focalizzarsi sul ROI, il tasso di apertura o anche sul tasso di clic. Per quanto riguarda il tasso di reattività, è troppo spesso sottostimato, nascosto all'ombra di queste tre grandi figure - erroneamente, dal momento che ti permette di misurare l'interesse di potenziali clienti verso il messaggio che hanno ricevuto, da cui la qualità generale della campagna di mailing.

L'importanza del tasso di reattività per mettere nella giusta prospettiva il tasso di apertura e il tasso di clic

Il tasso di reattività è calcolato dividendo il tasso di clic per il tasso di apertura. Pertanto, è diverso dal tasso di clic nella misura in cui viene compresa nel suo calcolo l'apertura del messaggio.

Illustriamo questo con un esempio : 25 mail vengono inviate e, tra queste, 20 messaggi sono letti e 15 vengono cliccati. Il tasso di apertura è di 80% e il tasso di clic è del 60%. Per quanto riguarda il tasso di reattività, è del 75% : tre quarti dei potenziali clienti hanno risposto alla email.

Questo tasso ti permette di mettere nella giusta prospettiva il tasso di clic e il tasso di apertura per dare un'idea della prestazione generale della campagna di mailing confrontando queste due percentuali. Soprattutto, ti permette di misurare l'impatto della mail, di sapere se ha catturato l'attenzione dei potenziali clienti. Può anche aiutare a stabilire la qualità degli obiettivi per una campagna di mailing e di tracciare l'evoluzione della sua efficacia nel tempo.

Tenere conto del tasso di reattività per migliorare la propria campagna di mailing

Questo tasso di reattività, fornito dal software per newsletter Mailpro, si dimostra molto importante per una ragione particolare : ti permette di conoscere l'interesse globale generato dalle offerte che sono state proposte.

Se il tasso di reattività risulta basso, allora è necessario chiedersi cosa deve essere migliorato. Poiché dipendi sia dal tasso di apertura che dal tasso di clic, devi iniziare a pensare ai parametri di apertura : l'oggetto della mail può non essere abbastanza attraente o il lasso di tempo in cui lo invii può non essere appropriato. Se cambiare questi dati non ha conseguenza sul tasso di reattività, il problema non deriva dalla curiosità delle persone ma dalla loro assenza di interesse nel seguire i link offerti. Per cambiare questo, devi rivedere il contenuto del messaggio : aspetto, design, testo, l'informazione trasmessa, ecc. Devi sapere come attrarre i potenziali clienti e come portarli a cliccare sui link offerti.

 

Puoi anche scoprire :
- Il tasso di clic, una figura essenziale nelle campagne di mailing

- Il tasso di apertura di una campagna di mailing, per misurarne la sua capacità di impatto visivo

- Il tasso di disiscrizione per misurare l'interesse generato dalla campagna di mailing

- Il tasso NFTA, che testimonia la consegnabilità di un file di mailing

- Geolocalizzazione, una caratteristica distintiva in una campagna di mailing

- Conoscere i client mail di propri potenziali clienti per personalizzare le proprie email

- Conoscere i sistemi operativi usati dai potenziali clienti per migliorare le proprie email

UN'EMAIL PIATTAFORMA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Apri un conto Mailpro e godere di 500 crediti gratuiti