Software di Email Marketing

Crea un account Mailpro e goditi
500 crediti gratis

Consigli su come evitare il blacklisting

Alcuni consigli su come evitare che la vostra campagna via mail sia contrassegnata come blacklist

Il rispetto di regole tecniche e sintattiche è la chiave per assicurare l'assenza di rifiuti durante l'invio di un messaggio commerciale

Dal momento che si sforzano per tenere alla larga lo spam, in ogni momento per mezzo del framework del "blacklistig" l'ISP potrebbe bloccare qualsiasi invio di messaggi che sembrano sospetti a causa del loro volume o dei loro contenuti. L'inviante è posto in una balcklist che viene letta dalla maggioranza degli attori dell'industria: l'inviante inserito nella blacklist non sarà a volte ingrado di creare altre campagne email ovunque voglia nel network. Per evitarlo, tutti gli invianti devono controllare se le loro newsletter rispettano le ultlime regole tecniche e sintattiche.

Blacklisting, una punizione per le tecniche inadeguate di mailing

La maggior parte dei problemi tecnici derivano da una configurazione mediocre dell'indirizzo IP o del server usato per la campagna. Un ritmo di invii troppo intenso o il fallimento nell'essere individuati dal SPF o il DKIM, innesca il blocco preventivo da parte dell'ISP. Un'eccellente soluzione alternativa è quella di ricorrere ad un professionista di mailing per essere sicuri che il proprio messaggio venga inviato correttamente. Avete anche la necessità di ridurre il rischio di rifiuto correlato all'anlisi inadeguata delle lamentele archiviate o gli invii che non rispettano la regolamentazione opt-in.

Blacklisting, un link diretto con il contenuto della campagna

A parte queste procedure automatiche di blocco, i destinatari giocano un ruolo importante nel "blacklistig" di alcune campagne, che sono a volte viste come spam a causa del loro contenuto o della loro visualizzazione. Di conseguenza, è importante prestare attenzione alla qualità editoriale e grafica del messaggio. Diversi elementi rinforzeranno la fiducia dell'utente: l'esplicita menzione dell'inviante, la presenza di argomenti personalizzati e concisi, l'esistenza di un link per la disiscrizione o la limitazione del vocabolario che corrisponde allo spam per la maggiorparte dei soggetti.

 

Potrete inoltre scoprire:

- Rispettare la giurisdizione sullo spam, una necessità per l'inivio di una newsletter

- Calcolare il ritorno dell'investimento di una campagna di mail marketing, una necessità

UN'EMAIL PIATTAFORMA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Apri un conto Mailpro e godere di 500 crediti gratuiti