X

ISCRIVITI AL NOSTRO BLOG


E ricevi gli ultimi post sull'Email Marketing

No grazie
<% ' ' ' ' ' 'Email Marketing Software ' %> Email Marketing Software

Prova la nostra potente

Piattaforma di Email Marketing

CREA UN ACCOUNT

Cosa fare se il tasso di disiscrizione aumenta?

Troppi potenziali clienti che annullano l'abbonamento alle email di marketing non sono mai un bene per le aziende e può intaccare in modo significativo i profitti. Immagina di impegnarti sempre di più nella redazione di email perfette, eppure gli utenti continuano a cancellare l'iscrizione. Questo può distruggere la propria fiducia.

Certo, non ci si può aspettare un tasso di successo del 100% con un tasso di disiscrizione dello 0%, ma si può sempre trovare il modo per impedire che diminuisca. Se un tasso di disiscrizione medio per il mercato generale è di 0.5%, questo potrebbe variare da mercato a mercato. Un tasso del 2% potrebbe significare comunque che non c’è nessun problema. Tuttavia, se ti senti deluso con l’aumento del tasso di disiscrizione e vuoi attuare qualche miglioramento, ecco alcuni consigli che possono aiutarti.

Invia le email quando si aspettano che tu lo faccia

Un’azienda non può andare avanti senza la fiducia dei clienti, quindi un tipo di email inconsistente non farà altro che peggiorare la situazione. Ricorda che il tuo cliente è alla ricerca di integrità, e se non possono essere sicuri che manterrai la tua parola per l’invio di email di routine, potrebbero dubitare anche della tua azienda.

Scoprirai che i blogger di successo hanno un momento specifico per il caricamento del contenuto: magari una o anche addirittura 2-3 volte la settimana.

Segui le aspettative dei tuoi clienti e rispettale, fagli sapere che tieni in considerazione loro e la loro fiducia. In questo modo, non solo ridurrai il tasso di disiscrizione, ma continuerai a coinvolgere il tuo pubblico.

Dai la possibilità di disiscriversi

Un cliente in trappola non è un cliente felice. Inoltre, secondo la legge è necessario che i tuoi clienti abbiano la possibilità di disiscriversi se lo desiderano. Potresti pensare che il tasso di disiscrizione si ridurrà se nascondi l’opzione, ma in realtà ti ritroverai con una lista di abbonati frustrati e poco coinvolti.

Ricorda di lasciare aperta e visibile l’opzione “Disiscriviti”. Gmail fornisce l’opzione nell’header.

I clienti sceglieranno sempre un’azienda che abbia un’immagine positiva. Inoltre, hanno bisogno di sapere che tu sia autentico, e questa è un’ottima strategia per costruire quell’immagine.

Controlla i requisiti di tempo dei tuoi utenti

L'idea di base dell'email marketing è che non si può esagerare o minimizzare. Non puoi far dimenticare ai tuoi clienti la tua o la loro ragione per aver sottoscritto un abbonamento, eppure, ancora una volta, a nessuno piace lo spammer. Devi trovare la frequenza perfetta con cui i tuoi clienti saranno in sintonia.

Se sei preoccupato, non riuscirai a trovare il giusto equilibrio. Chiedi ai tuoi abbonati, saranno loro a comunicarti la frequenza che preferiscono, così dovrai solo inviare email rispettando questo. Tuttavia, garantisci di poterlo fare, non puoi avere un contenuto inutile e irrilevante solo per arrivare al numero richiesto.

È inoltre possibile utilizzare il test A/B per verificare con quale frequenza e in quale momento le email hanno un tasso di risposta migliore e un tasso di disiscrizione inferiore. Questo può aiutarti a migliorare drasticamente la qualità delle tue email.

Personalizza le tue email

Comunemente, siamo tutti più attratti dalle email che ci parlano direttamente. Ci sentiamo apprezzati e ci sentiamo più coinvolti nel loro contenuto.

Invece di parlare a una clientela generale, puoi impostare le tue email in seconda persona, facendo sentire ai tuoi clienti che stai parlando direttamente con loro. È stato studiato e dimostrato che le email personalizzate portano un tasso di transazioni sei volte superiore a quello delle semplici email.

Personalizza le tue email in tutti i modi possibili: fai le domande pertinenti a cui il tuo utente può riferirsi, manda le email all'ora che preferisce, usa il suo nome per riferirti a lui e così via. La personalizzazione è fondamentale per le aziende e altrettanto fondamentale per l'email marketing.

Usa sia l’Opt-In che il Double Opt-In

Sia i plugin singoli che doppi hanno i loro pro e i loro contro. Sì, il singolo opt-in rende più facile il processo di sottoscrizione. Tuttavia, il senso di privacy dell'utente potrebbe essere violato, e si potrebbe finire con una reputazione negativa e un sacco di disiscrizioni.

Il double opt-in ti dà una lista più piccola di clienti che sono certi e interessati al tuo contenuto. Perché se non lo sono, eviteranno di ricevere l'email di conferma. Tuttavia, alcuni clienti trovano scoraggiante il doppio opt-in, e i tassi di iscrizione potrebbero essere più bassi.

Quindi, il modo migliore di procedere sarebbe quello di usare entrambi. Per quanto riguarda il luogo in cui si raccoglie l'elenco degli iscritti, ad esempio la homepage del sito web, utilizzare rispettivamente il double opt-in e il single opt-in.

Segmentare le liste

Contenuto irrilevante. Questo è uno dei motivi più basilari per cui gli utenti si disiscrivono. Ad esempio, se un cliente desidera ricevere contenuti relativi a consigli di scrittura, non si aspetterà contenuti sulla pubblicazione. Per mantenere il pubblico soddisfatto, offri loro ciò per cui sono venuti.

Il modo migliore per ottenere questo risultato è segmentare le liste. Ad esempio, nella fase iniziale, puoi chiedere all'abbonato di selezionare il tipo di contenuto che vuole ricevere. Cambia il tuo sistema in modo da inviare specifiche categorie di email ai tuoi rispettivi utenti. E, in questo modo ottieni una lista più impegnata e un numero minore di disiscrizioni.

Accetta i feedback

Se ti preoccupa l'aumento dei tassi di disiscrizione e non sai perché questo accade, chiedi. Prepara un breve e caloroso questionario e chiedi al tuo pubblico il motivo per cui ha cancellato l'iscrizione. Questo è il modo perfetto per correggere il tuo comportamento via email, infatti alcuni utenti potrebbero desiderare una pausa temporanea, quindi in seguito puoi inviare un invito a riprendere dopo un certo periodo. Anche in questo caso alcuni utenti potrebbero fornirti qualche informazione utile con cui lavorare.

Oltre a questo, è possibile utilizzare questo pop-up per ottenere un feedback e toccare gli elementi più importanti. Il tuo cliente potrebbe aver dimenticato il motivo iniziale per cui si era abbonato al tuo contenuto. Magari prometti un'entusiasmante ricompensa o un'offerta. Non sembrare troppo impaziente. Potrebbero, dopo tutto, scegliere di non annullare l'iscrizione.

Tuttavia, questo processo con il questionario potrebbe risultare frustrante per molti utenti. È meglio mantenerlo breve, diretto e amichevole. Potresti anche rendere opzionale il processo di feedback.

Questi sono sette consigli che possono aiutarti con il tasso di disiscrizione. Ricorda che una ripulita non ha mai fatto male a nessuno.

 

Commenti chiusi

UTILIZZARE LA SOLUZIONE SVIZZERA NUMERO 1 PER EMAILING CLOUD PER LE PMI, MAILPRO!

Mailpro

Un'email piattaforma per le piccole e medie imprese

Apri un conto Mailpro e godere di 500 crediti gratuiti

PROVA GRATIS
Trust Guard Security Scanned