X

ISCRIVITI AL NOSTRO BLOG


E ricevi gli ultimi post sull'Email Marketing

No grazie

Trend di email marketing e-commerce che saranno popolari nel 2021 e oltre

Al fine di migliorare l’esperienza degli utenti, gli store online utilizzano strategie quali miglioramenti o tattiche di marketing, note come trend e-commerce. Uno store online, per poter far iscrivere i clienti e mostrarsi degno di fiducia, deve migliorare la velocità, mettere in evidenza prodotti e servizi, e assicurarsi che lo store sia facile da usare per ogni tipo di cliente.

Nel mondo del marketing moderno, la posta elettronica è l'attività principale su internet che viene utilizzata da oltre il 90% delle persone nel mondo. La posta elettronica è l'unica piattaforma in grado di rimuovere gli ostacoli generazionali, culturali e qualitativi del marketing moderno. Il ritorno dell'investimento attraverso l'email ha un grande effetto sui marketer di questi tempi. Mailpro è un software che può aiutarti a creare le campagne di e-commerce di email marketing per i tuoi nuovi clienti.

La posta elettronica è rimasta agli stessi livelli negli ultimi decenni. Nel frattempo, Facebook e alcune altre piattaforme di social media devono aver ottenuto un buon aumento, ma il loro marketing non può battere lo standard dell'email marketing. Rispetto al 2010, nel 2020, ogni giorno sono state inviate più del 50% delle email.

Ecco alcuni dei trend di email marketing e-commerce che rimarranno immutati nel 2021 e oltre.

  1. Contenuto generato dagli utenti (UGC)

UGC è una forma definita di testo, immagini, audio e video che coinvolge gli utenti. Questi contenuti possono rivelarsi uno strumento perfetto per creare un coinvolgimento in tempo reale e motiva il marketer ad aggiungere alcuni contenuti attraverso l’email marketing, facendo sì che il contenuto converta il visitatore in cliente.

La maggior parte dei clienti si fida unicamente di recensioni scritte da altri utenti, ed è per questo che è necessario creare contenuti che potrebbe illustrare meglio ai nuovi visitatori i tuoi prodotti e servizi. Mailpro può aiutarti a creare un contenuto ottimale e aiuta i tuoi utenti ad aggiungere contenuti.

  1. Interattività reattiva

Secondo le statistiche delle email, è stato dimostrato che quest’anno la maggior parte delle email sono state aperte su dispositivi mobili, e non su desktop o laptop. È necessario quindi adattare il tuo contenuto di email marketing in un ottimo formato, così che possa essere facilmente aperto su ogni tipo di dispositivo.

Le reazioni di ogni sfida fornita dal mondo competitivo sono importanti per un’azienda che svolge email marketing. Questo è e sarà sempre usato in modi più funzionali, quali promozioni, e permette ai clienti di inviare email in modo semplice e veloce ai provider di servizi.

Ecco alcuni dei più recenti principi fondamentali dell'email interattiva che vengono introdotti ora e che verranno trasmessi per un lavoro più pratico di email marketing, come i pulsanti animati e le call to action, gli effetti Rollover per mostrare l'offerta di prodotti, l'immagine interattiva e i caroselli di prodotti controllati dall'utente, le caratteristiche della fisarmonica progettate per rendere le email di lunga durata più compatte e i sondaggi, e i contenuti interattivi generati dall'utente.

  1. Accessibilità

L’accessibilità è necessaria perché ogni persona, anche coloro che hanno disabilità fisiche, utilizzano internet in modo indipendente. Molti siti web hanno già implementato alcune funzionalità per le persone ipovedenti e per le persone con disabilità fisiche.

Supponiamo che tu voglia che anche le persone disabili possano visualizzare facilmente la tua email. In questo caso, è necessario anche avvalersi del miglior software che converta il contenuto della tua email in versione audio-video in modo che tutti possano esaminarla e ottenere le informazioni che vuoi trasmettere.

Mailpro può progettare l'email marketing fatto da qualsiasi marketer nel modo in cui sarà letto anche da persone con disabilità fisiche. Possono usare testo HTML reale, creare una forte scala visiva all'interno dell'email, evitare lunghe sezioni di testo giustificate dal centro, usare caratteri di dimensioni adeguate, ottimizzare la spaziatura delle linee e usare colori molto differenziati.

  1. Intelligenza artificiale

Il termine intelligenza artificiale può spaventare qualsiasi marketer che non sia un esperto. Tuttavia, l'intelligenza artificiale è uno strumento che viene utilizzato per il funzionamento automatico di vari processi. Si occupa del tipo di contenuto che deve essere fornito al gruppo o all'individuo specifico e di quale tempo. Si assicura che il marketing sia stato fatto al momento giusto per il gruppo di persone giusto.

L’IA fornisce la soluzione per completare la trasformazione dei processi tradizionali e dell’ultimo livello di segmentazione, e tutti i marketer riescono facilmente a fornire ai clienti ciò che vogliono. Potrebbe aiutare anche i marketer a ridurre i costi di spese e ad incrementare il ritorno sull’investimento.

  1. Rapporto della nuova generazione con l’email marketing

È necessario pensare alla nuova generazione prima di lavorare sul digital marketing, perché sono gli unici trend del mondo digitale.

Ecco alcuni fatti sulla nuova generazione che sono utili per i marketer.

  • La gioventù di oggi e i ragazzi sono i primi a essere cresciuti in un mondo completamente digitale fatto di cellulari, indirizzi email e internet.
  • Hanno imparato dei social media dalla scuola media.
  • Questa generazione passa già abbastanza tempo nel mondo digitale.
  • Un buon numero di persone di questa generazione hanno uno smartphone e passano quasi 10 ore al giorno sui social media.
  • Il maggior numero di ore sono usate per raccogliere informazioni attraverso varie piattaforme.

Se parliamo di siti di posta elettronica, è stato dimostrato che la maggior parte dei giovani controlla le proprie email una, due o più volte al giorno. Sicuramente utilizzano le piattaforme dei social media in grande quantità e cercano qualcosa di più interessante per il loro futuro.

Tutti questi aspetti ci parlano delle tendenze legate ai trend dell'email marketing e-commerce nel 2021 e oltre. Ci auguriamo che questo ti aiuti molto a migliorare lo standard dell'email marketing secondo quelli futuri del 2021, in quanto l'email rimarrà invariata. Inoltre, se desideri utilizzare il miglior software che possa aiutarti, puoi collegarti a Mailpro e migliorare il tuo business in modo digitale.

 

Mailpro Version 9 è finalmente arrivato! Quali sono le novità?

Considerato il ritorno sugli investimenti generato attraverso l’email marketing per varie aziende, possiamo concludere che l’email marketing non sarà mai obsoleto. È per questo che noi di Mailpro ci stiamo applicando per rispondere alle richieste dei nostri clienti.

Il marketing digitale ha indubbiamente preso il sopravvento su diverse strategie. I marketer esperti sono già gravitati verso il marketing digitale anziché sulle strategie di marketing tradizionali. 

Tuttavia, con le attuali condizioni pandemiche, sappiamo che è un momento difficile. La maggior parte delle strategie di marketing sono fallite, e molte aziende hanno visto un declino dei loro servizi. 

Al fine di far sopravvivere la tua azienda, hai bisogno di sfruttare diverse strategie di marketing tenendo in considerazione le necessità e i requisiti dei tuoi clienti. Per poterlo fare, avrai bisogno di un eccezionale software di email marketing che ti possa permettere di dire addio a tutti i tuoi problemi legati al marketing.

Ti presentiamo quindi le straordinarie funzionalità della nostra nuova versione.

Vogliamo assicurarci che tu possa avere i migliori servizi possibili nella comodità della tua casa e finalmente possiamo dire che la versione 9 di Mailpro è stata presentata. Sì, ora puoi avere accesso alla nuova e migliorata versione del nostro software di email marketing per incrementare il ritorno sugli investimenti.

Ecco cosa abbiamo migliorato.

  1. Gestione dei contatti

Riconosciamo che i contatti sono il cardine delle tue strategie di email marketing. Grazie alla gestione dei contatti, puoi inviare email estremamente mirate e contenuti personalizzati al giusto pubblico. 

Abbiamo migliorato la gestione dei contatti per consentirti di ottimizzare al meglio il tuo tempo. Con Mailpro versione 9, è ora possibile creare tag, campi personalizzati e segmenti. Permette agli utenti di aggiungere campi personalizzati come nome, data di nascita, contatto, ecc. da contattare per una migliore identificazione e organizzazione dei contatti. 

Gli utenti possono anche utilizzare i campi per creare segmenti e inviare campagne automatizzate.

Alcune delle funzionalità della gestione dei contatti sono:

  • Lista di contatti email:Preparati a scegliere la lista in cui vuoi aggiungere il contatto ogni volta che ne importi di nuovi nel software. Puoi anche cancellare i contatti da una lista specifica senza rimuoverlo da tutte le liste contatti.
  • Resoconti delle importazioni: Mailpro permette ai suoi utenti di importare i contatti e il nostro software gestirà automaticamente i duplicati, i contatti invalidi, le badmail, e le email delle disiscrizioni.
  • Generatore di moduli: Mailpro ti permette di integrare un modulo di iscrizione al sito per raccogliere le informazioni dei clienti. Grazie al modulo, puoi anche invitare i visitatori ad abbonarsi. Questo farà crescere la tua lista di contatti in modo rapido e sicuro. 
  • Iscrizione Double Opt-In:Nessuno vuole avere abbonati non validi nella propria lista di contatti. Mailpro permette ai suoi utenti di creare un modulo di doppia accettazione, che permette ai veri abbonati di entrare a far parte della lista. 
  • Gestione della cancellazione dell’abbonamento:Mailpro gestisce automaticamente l'annullamento dell'abbonamento. Il software includerà automaticamente la lista di cancellazione in fondo ad ogni email, in modo che la lista abbia solo abbonati reali e autentici. Non solo aumenterà l'efficienza della campagna, ma aumenterà anche il ritorno sull'investimento della tua azienda.   

 

  1. Segmentazione email

I segmenti sono una parte essenziale dell'email marketing. Si tratta della tattica di dividere la lista di email in diverse sezioni per personalizzare i messaggi unici e rilevanti per ogni segmento. Attraverso la segmentazione delle email, è possibile separare i contatti con caratteristiche simili, ma in liste diverse. Non è incredibile? E, sì, questo è ciò che può fare la nostra ultima versione. 

Attraverso la segmentazione email, puoi stare certo che le tue email arriveranno alla persona giusta nel momento giusto.

La segmentazione email ti permette di permettere condizioni di ricerca avanzate. Ora puoi cercare contatti in diversi segmenti senza nessun problema.

Grazie alla nuova versione di Mailpro, puoi ora creare segmenti a seconda dei tag, campi e attività.

Ecco perché dovresti usare la nostra funzionalità di segmentazione.

  • Ti aiuta a mantenere un ottimo database email.
  • Ti aiuta a scoprire di più sui tuoi clienti.
  • Migliora l’efficienza.
  • Avrai un migliore coinvolgimento dei tuoi clienti.
  • Ti aiuta a creare l’immagine del tuo marchio.
  • Ti permette di risparmiare denaro che altrimenti avresti speso sul marketing tradizionale.

Inoltre, grazie a Mailpro puoi ora inviare email di traguardo. Questo significa che puoi inviare email a seconda del comportamento dei tuoi clienti più leali per tenerli aggiornati. È un’ottima tattica per tenere in considerazione i tuoi clienti esistenti convincendoli a restare abbonati e a comprare dal tuo sito.

  1. Introduzione dei tag

Il tagging è un passo sopra la segmentazione delle email. Ti aiuterà a classificare ulteriormente i tuoi contatti. I tag sono etichette che vengono utilizzate per organizzare e categorizzare i contatti e possono portare rapidamente la segmentazione ad un livello superiore.

Grazie a Mailpro versione 9, gli utenti possono etichettare i loro contatti utilizzando dei tag per identificarli con un particolare comportamento o attività. Utilizzando i tag, è possibile memorizzare informazioni aggiuntive sui clienti in modo da poterli indirizzare con le giuste informazioni. 

Ad esempio, è possibile segmentare il proprio contatto in base a tag come ad esempio un contatto che non compra, che è un abbonato e che lo compra frequentemente. I tag in Mailpro sono personalizzate e puoi creare tutte quelle che desideri. Inoltre, ora puoi dare tutti i tag che vuoi ai tuoi contatti. 

Inoltre, la nuova versione permette di filtrare il contatto per tag specifici. È anche possibile creare segmenti per inviare campagne ai contatti con gli stessi tag ma in diverse liste di contatti. Questo non solo ottimizzerà il tuo tempo, ma contribuirà anche a diffondere con successo le tue campagne di email marketing. 

Gli utenti possono anche creare un’azione automatica per aggiungere tag in seguito a uno specifico comportamento dei contatti.

Conclusione

Tutto questo riguarda l'ultima versione di Mailpro. Il nostro team esperto e competente ha cercato di offrirti il meglio dell'email marketing. Grazie a Mailpro, potrai ottenere il massimo dalle tue campagne di email marketing, che, a loro volta, faranno aumentare il tuo tasso di conversione. 

Date le numerose nuove funzionalità, non dovrai preoccuparti di nulla nella tua campagna di email marketing. 

Se hai bisogno di aiuto per la tua strategia di email marketing, contattaci! Noi di Mailpro ti guideremo in tutto il procedimento.

Guida Mailpro: Segmentazione Email

Guida Mailpro: Segmentazione Email

Il marketing digitale è senza dubbio la tattica più efficace ed economica a disposizione di tutti gli imprenditori. Secondo un sondaggio, più del 60% della popolazione mondiale ha la possibilità di accedere a internet!

Questo dato dovrebbe essere sufficiente per dimostrare quanto sia importante vederla come un’opportunità di espandere la base di clienti. E se non è così, c’è comunque una buona possibilità che tu possa sviluppare una robusta rete su tutti i mercati globali.

Marketing, in termini più semplici, significa rivolgersi a una parte del pubblico e utilizzare le relative informazioni per influenzare tutti coloro che potrebbero desiderare i prodotti o i servizi. In termini digitali, generando un relativo aiuto audio e visivo è possibile aumentare il traffico verso il tuo business. Che tu ci creda o no, c'è una ricerca dettagliata su come un particolare testo, il posizionamento e persino il font abbiano un impatto significativo sul proprio processo decisionale, non è sorprendente?

Un piano di base per il marketing digitale dovrebbe includere SEO, PPC, Social Media e pubblicità su siti web, giusto? No. Un elemento chiave di una campagna di marketing digitale di successo sarà sempre caratterizzato dall'email marketing. Questo non potrà mai essere enfatizzato abbastanza. Vuoi sapere perché? Continua a leggere. 

 Email Marketing

Hai mai ricevuto un’email da parte di un sito web su cui hai acquistato beni o servizi? Sai benissimo dove vogliamo arrivare, ma in ogni caso, l’email marketing è proprio questo. Email marketing significa inviare aggiornamenti sul prodotto/servizio in modo curato a un potenziale cliente. Se hai un sito web, puoi aggiungere una newsletter (che offre alcuni benefici ai visitatori).

Molte persone saltano questo passaggio, ma secondo le statistiche, ha il tasso di clic più alto rispetto a qualsiasi altra forma di marketing! Coinvolgere un utente è un po' difficile, ma alla fine è gratificante. Questo è il motivo principale per cui molte aziende falliscono. Prova a immaginare di ricevere centinaia di email di marketing al mese senza alcuna informazione utile, cosa faresti? Le contrassegneresti come spam o semplicemente le cancelleresti, semplice.

L’email dovrebbe essere semplice, con un bel design e dovrebbe avere una cosa nota come “call-to-action”.

Segmenta la tua campagna

Il problema della relatività può essere risolto con la segmentazione, che non è altro che aggiustare un’email ben progettata e unirla a un contenuto specifico, inviandolo poi alle persone di una determinata lista. I seguenti aspetti sono i più utilizzati nella segmentazione email.

  • Pubblico destinatario

Il pubblico destinatario è quello che vedrà l’email di marketing.  Questo viene menzionato all'inizio perché se la lista viene ristretta prima secondo questo parametro, il resto del processo di segmentazione sarà molto più facile.

 Ora, parlando del pubblico, quello finale può essere qualsiasi cosa, da un normale consumatore a un potenziale partner commerciale. Chiunque possa accedere al tuo sito web/newsletter può essere mirato, basta che tu inserisca l'offerta giusta nella newsletter. 

  • Età

L’età può influire sul processo decisionale di un cliente. Gli anziani potrebbero volere una campagna più sicura, affidabile e semplice, mentre i giovani potrebbero essere più interessati a video particolari e contenuti urbani. Inoltre, gli utenti più giovani sono più attivi sui dispositivi mobili, a differenza della popolazione formata dagli anziani. Quindi dovresti concentrarti sulla piattaforma più adatta a un determinato gruppo.

Inoltre, potresti fare dei sondaggi con l’email marketing ricompensando il pubblico più giovane con denaro/punti o coupon. I giovani sono più in sintonia con la tecnologia, quindi possiamo sfruttare questo fatto a nostro vantaggio.

  • Sesso

 Il 98% delle donne preferisce cliccare su call-to-action quando viene offerto loro uno sconto speciale o un affare su un prodotto o servizio di cui hanno usufruito in precedenza. Ma dal lato opposto, gli uomini di solito non preferiscono gli sconti, ma piuttosto gli articoli gratuiti. 

Inoltre, gli interessi di una persona sono fortemente influenzati dal genere. Gli uomini preferiscono cose come le auto, le moto, l'elettronica, mentre le donne sono alla ricerca di abbigliamento, cosmetici e prodotti per la cura della persona. 

  • Demografica

 La struttura geografica di una regione influisce sullo stile di vita dei cittadini, da cui le esigenze. Ad esempio, una persona che vive in un'area collinare ha bisogno di un abbigliamento con più materiali di lana o può anche optare per alimenti a base di carne a causa della temperatura ambiente fredda.

  • Frequenza di acquisto

Se stai pensando di includere tutti gli acquirenti esistenti nella mailing list, questo potrebbe essere un ottimo controllo. La gente odia lo spam, quindi dovresti evitare l'invio di messaggi non necessari. Inoltre, filtrare le persone ridurrà il costo delle operazioni perché la lista sarà più breve e la segmentazione richiederà meno tempo.

Se un acquirente compra spesso dal tuo sito web, allora potrebbe essere utile tenerlo aggiornato sulle tue ultime offerte. Il cliente sarà la tua risorsa perché diventerà un cliente abituale. 

Questo non significa che non dovresti inviare email a chi non ha mai acquistato niente. A seconda dei parametri, puoi sempre creare una lista delle persone che potrebbero essere interessate ai tuoi contenuti.

  • Email follow-up

È un buon modo per attuare un piano di follow-up. Questo per due motivi: in primo luogo, potrai ottenere statistiche che ti aiuteranno a realizzare una campagna migliore in futuro e, in secondo luogo, potresti essere in grado di rispettare il successo della campagna, possibilmente ripetere la stessa per un determinato periodo di tempo e risparmiare sui costi.

Un modo efficace e diretto per farlo è il seguente:

  • Genera i dati statistici per vendite/visite prima della campagna.
  • Confronta i dati con i dati successivi alla campagna.
  • Deduci le aree che potrebbero aver bisogno di miglioramenti.

Importanza della segmentazione email

Non lo ripeteremo mai abbastanza, la segmentazione email è fondamentale. Un sondaggio rivela che la segmentazione email è tre volte più efficace di una campagna pubblicitaria di successo. Qui troverai alcuni motivi per cui potrebbe essere utile:

  • Crea l’immagine del marchio

Se si curano le campagne di email marketing su misura per l'utente, si otterrà la buona reputazione del proprio marchio. Gli utenti amano vedere aggiunte adatte alle loro esigenze e questo crea in loro un'immagine psicologica che il marchio si prende cura di loro. Se proponi offerte via email, ti appelli al destinatario finale in modo tale che l'azienda non si limiti ad attirare i clienti, ma dia anche qualcosa in cambio.

  • Coinvolgimento con i clienti

Il feedback più prezioso che puoi ottenere sui clienti è quello dei clienti stessi. Nessuna quantità di sondaggi può soddisfare la qualità dei feedback forniti direttamente da loro. Immagina di ricevere una visita per un sondaggio ogni mese per avere un feedback. Sarà fastidioso per te, e potresti essere riluttante e dare giudizi di parte. Le informazioni di feedback rimangono tra l'azienda e il destinatario, quindi si instaura un senso di agio.

  • Costi più ridotti

 Il marketing digitale è molto più economico rispetto agli altri mezzi di marketing. È possibile pianificare una campagna da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. Non devi essere un marketer professionista o particolarmente tecnologico, né devi assumere un’agenzia di marketing che si occuperà di cartelloni pubblicitari e simili. Esistono una vasta gamma di guide che possono accompagnarti in questo processo, facendoti risparmiare sui costi.

L’email marketing è inoltre immediato: nel momento in cui clicchi su “invio”, l’email viene consegnata al destinatario. Non c’è nessun ritardo, a differenza dei mezzi tradizionali di marketing. Questo ti assicura che la tua azienda sia sempre un passo avanti alla concorrenza.

  • Più mezzi

Nella campagna email puoi includere un messaggio video dedicato o anche una cartolina digitale. Puoi commissionare un poster con font e grafica accattivanti, oppure puoi semplificare il tutto e scrivere un’email personalizzata per il tuo pubblico. Tutto questo può essere fatto entro un giorno! Immagina tutto il tempo che puoi risparmiare incorporando tutto questo in una campagna di email marketing.

Strumenti avanzati per la segmentazione email

Per sfruttare appieno i vantaggi della frammentazione della posta elettronica, è possibile utilizzare una serie di strumenti automatizzati per facilitare il processo di workflow.

Ogni volta che si elaborano le email può essere una perdita di tempo e non ne vale la pena. Ci sono diversi client di elaborazione email gratuiti come Mailpro, che possono mantenere la lista e la frammentazione per te. Basta inserire il messaggio e cliccare su invia la prossima volta e il gioco è fatto!

Che cosa succede se stai consegnando moduli di feedback nell'email marketing? Non c'è da preoccuparsi; ci sono numerosi autoresponder per far sapere agli utenti che l'azienda ha indirizzato il loro feedback, e lo stesso è apprezzato. Si rivolge all'utente ed è super facile da impostare il backend. Basta cercare un cliente che lo fa e inserire un messaggio personalizzato, il link con l'email e voilà!

In conclusione

In conclusione, l'email marketing è un metodo collaudato e consolidato che, se implementato con cura ed eseguito correttamente, può portare miracoli alla tua azienda o al tuo business. Non è necessario essere un informatico per iniziare con le campagne di email, basta un po' di ricerca, e presto potrai raccogliere i risultati dei tuoi sforzi!

Come Usare i Tag per Migliorare la tua Campagna di Email Marketing

Come Usare i Tag per Migliorare la tua Campagna di Email Marketing

Se hai già provato l’email marketing, avrai già sentito parlare di tag. Cosa sono i tag e perché sono così interessanti?

In questo articolo lo scopriremo, oltre a illustrare cosa sono i tag, in che modo possono migliorare la tua campagna di email marketing e farla brillare. Daremo inoltre un’occhiata ai vari modi in cui i tag possono essere usati e, infine, discuteremo di come può aiutare Mailpro.

Iniziamo.

Cosa sono i tag?

I tag sono una tipologia di strumento che possono aiutarti a identificare i contatti dei tuoi contatti.

Ti sei mai chiesto come entrare in contatto in modo diverso con uno specifico segmento dei tuoi contatti? E se potessi gestire una parte della tua lista di contatti in modo più organizzato?

È in questo che ti aiutano i tag.

Ti aiutano a definire caratteristiche uniche dei tuoi contatti così puoi fare tutto in modo più mirato ed efficace.

Se sei un utente di Mailpro, puoi impostare i tag in vari modi diversi: puoi aggiungerli all’email, per esempio quando un cliente clicca sul tag può essere aggiunto direttamente a quel tag.

Qual è la differenza tra un tag e una lista?

Sebbene le liste email contengono informazione sulla tua base di contatti, un tag ti aiuta a segmentare ulteriormente la lista email, facilitandoti a trovare con accuratezza gli utenti giusti.

Consideriamolo con un esempio.

Immaginiamo di gestire uno store eCommerce che vende prodotti per l’arredamento della casa.

Sicuramente gestirai una lista di clienti che si sono iscritti alla tua newsletter, ma come fare a differenziare un contatto dall’altro? Anche se alcuni di loro potrebbero cercare carta da parati, potrebbero essercene altri alla ricerca di quadri.

Uno potrebbe essere interessato allo stile boho, un altro potrebbe preferire uno stilepiù western, o potrebbero essercene altri alla ricerca di decorazioni per la camera dei loro figli.

Ed è in questo che le liste ti aiutano: a organizzare e categorizzare i contatti.

E se volessi segmentare ulteriormente i tuoi contatti? Ad esempio, se volessi vedere chi ha visitato la sezione dela carta da parati e quella dei quadri; oppure quelli che hanno aperto la tua email X e quelli che hanno cliccato su un link dell’email Y.

È a questo punto che ti aiutano i tag.

Come è evidente, la giusta combinazione di liste e tag può aiutarti a muoverti in modo più preciso.

Perché usare i tag nella tua campagna di email marketing?

Segmentazione dell’utente

Le liste email vengono create da varie fonti, come ad esempio il sito web, una pubblicità Facebook, una campagna Twitter o anche dal negozio fisico, ma non sono tutte uguali.

Se si passa per i canali di acquisto, tutti gli abbonati possono essere segmentati in quattro categorie: Consapevolezza, Interesse, Desiderio e Azione. Inserendo i tag nelle tue email, avrai un'idea più chiara della categoria a cui un utente potrebbe appartenere. Questo ti aiuterà a determinare su quali utenti dovresti spendere il tuo budget e il tempo massimo.

Targeting focalizzato

Dopo aver segmentato i tuoi abbonati, puoi rivolgerti a ciascuno di loro in modo diverso. Così, se qualcuno è in fase di sensibilizzazione, invece di inviare email di prodotto, puoi inviare loro contenuti utili che poi porteranno alla sezione dei desideri.

Allo stesso modo, se qualcuno è in fase di azione, puoi inviargli un codice coupon in modo che possa fare un acquisto e diventare un cliente. È un modo migliore rispetto all'invio della stessa email a tutti.

Personalizzazione

Le email personalizzate sono un ingrediente chiave per il successo dell'email marketing. Nessuno vuole ricevere email da un'azienda o da un team di marketing. Le persone amano ricevere email da persone che conoscono, che capiscono e di cui si fidano.

Inserendo correttamente i tag, potrai conoscere meglio i tuoi clienti, ad esempio da dove vengono, cosa li ha spinti a iscriversi, quali sono le loro aspettative e cosa stanno cercando. Potrai quindi utilizzare queste informazioni per inviare email personalizzate invece di una generica e banale. Questo migliorerà sia la fiducia che la credibilità.

Rimuovi i duplicati

Con l'automazione del marketing, una delle principali sfide che i marketer si trovano ad affrontare è la questione della duplicazione. Quando gli utenti ricevono lo stesso messaggio ma con mezzi diversi, potrebbero compilare più volte lo stesso modulo. Questo potrebbe farti pensare di aver acquisito due utenti quando in realtà ce n'è solo uno. Grazie all'implementazione dei tag, è possibile creare un livello di filtraggio per aiutare a rimuovere i duplicati degli abbonati.

Un altro caso d'uso è legato alla categorizzazione. Ad esempio, se un utente ha un tag "primo acquirente" allegato e completa un altro ordine, allora si può cambiare il tag in "Cliente abituale" e metterlo in una lista di marketing separata. Questo ti aiuterà ad assicurarti che non sia presente nella stessa lista di marketing.

Meno complicazioni

Il tagging può semplificare l'acquisizione dell'utente. Nel frenetico mondo dei social media, dove l'attenzione media è di 8 secondi, non si possono bombardare i potenziali clienti con tonnellate di domande. Ma allo stesso tempo, si vuole avere il maggior numero possibile di dati.

Tramite il tagging, si possono avere entrambi in una volta sola. Il software di marketing consente di creare tag basati sull'interazione dell'utente. Ad esempio, se hanno visitato cinque pagine, questo viene contrassegnato quando si iscrivono. Così si può prevedere che abbiano in qualche modo familiarità con il tuo marchio, e si può prendere questa domanda dal tuo modulo di iscrizione.

Resoconti dettagliati

Ogni attività di marketing viene memorizzata sotto forma di resoconto, che è una sintesi di come la campagna di marketing si è svolta. Usando i tag per gli utenti può facilitare al software la creazione di resoconti a un livello più dettagliato..

Questo, a sua volta, rende il resoconto più accessibile a tutti. Ad esempio, un responsabile del reparto vendite può analizzare l'andamento della campagna post-acquisto senza entrare nei dettagli tecnici..

Gestisci gli affiliati

Gli affiliati sono importanti per qualsiasi attività di e-commerce. Grazie agli affiliati, puoi attingere alla loro base di abbonati e pagare loro una commissione per ogni vendita generata. Se hai degli affiliati che vendono i tuoi prodotti, allora è importante assegnare un tag a ciascuno di loro.

Senza questo, continuerai a chiederti quale affiliato abbia generato un determinato importo di vendita. Questo creerà anche confusione sia tra i membri affiliati che tra i clienti, il che potrebbe portarli ad abbandonare il tuo prodotto una volta per tutte.

Raggiungimento di lead

Ogni lead generato deve essere valutato in base all'impegno e ai vari punti dati. Solitamente vengono assegnati da una scala da 1 a 10, ma è possibile ottenere un punteggio da 1 a 100. Ogni marchio ha bisogno di avere clienti fedeli per sopravvivere.

La maggior parte degli stack di marketing è limitata da una manciata di punti di dati, come azioni e trigger. È possibile creare "Tag di contatto" per includere i propri punti dati e segnare ogni lead.

Tag and Mailpro

Mailpro utilizza un’interfaccio estremamente intuitiva che puoi esplorare. Puoi facilmente aggiungere tag ai tuoi contatti, in quanto non devi far altro che andare nella loro sezione e da là puoi aggiungere i tag corrispondenti. Così il gioco è fatto

Non abbiamo già detto che è estremamente facile?

Le pratiche migliori da considerare quando si usano i tag per i contatti

Ora che conosci le basi dell’utilizzo dei tag, diamo un’occhiata alle migliori pratiche da tenere in considerazione:

  • Organizza i tuoi tagg in modo efficace

Quando si tratta di tagging, la pianificazione è essenziale. Non dare il via alla tua campagna di email marketing per poi pensare al tagging in un secondo momento. Questo non farà altro che rendere l'intero processo disordinato e, inoltre, non avrà alcun senso.

Quindi, la migliore pratica è quella di iniziare bene e pianificare i tag prima di avviare la campagna di email marketing.

  • Nominali in modo appropriato

Che cosa contiene il nome? Tanto! Non dare un nome a caso ai tuoi tag, ma scegline uno semplice e preciso. Ad esempio, per vendita clienti 2019 è molto più semplice e chiaro di vendita GH 2019.

Inoltre, in questo modo tutto il team sarà aggiornato allo stesso momento.

In conclusione

Inizia subito a utilizzare i tag per rendere le tue campagne più efficienti grazie a Mailpro.

Emailing di Traguardo per i Clienti Leali

Emailing di Traguardo per i Clienti Leali

Sebbene sia pessimo non riuscire a far arrivare la mail nella casella di posta dei potenziali clienti, è ancora peggio perdere un cliente già esistente. “Ci manchi,” “Dove sei stato?” “Non ci visiti da tanto tempo” sono frasi magiche che possono aiutarti a mostrare ai clienti che apprezzi la loro realtà al negozio e trasforma il tuo marchio in un concetto a cui pensano più spesso. Due piccioni con una fava.

E mentre lo diciamo, vogliamo che tu sappia che costa 5 volte di più acquisire un nuovo potenziale cliente che tenere e curare quello già esistente. Quindi è necessario conoscere tutte le cose da fare e da non fare nel marketing digitale per attirare il traffico di potenziali clienti e trasformare quelli già esistenti in clienti leali. La priorità principale per qualsiasi marchio è quella di avere un rapporto duraturo con i clienti, perché farli iscrivere non è abbastanza: bisogna curarli così che si affezionino al tuo marchio e lo condividano.

Pensiero per il giorno:

Inviare solo auguri di compleanno non permette di trovare clienti leali.

Se credi che inviare email superflue ogni settimana ti aiuterà a tenere i clienti, allora ci dispiace, ma non è così. Sì, ma questo ti garantirà una sola cosa: un viaggio di sola andata per la casella di spam! 

Quindi, prima di affrontare questa battuta d'arresto e pensare ad altre soluzioni flop per coinvolgere il tuo pubblico di riferimento, ti presentiamo un'idea a prova di fallimento per sviluppare e mantenere rapporti sani con il tuo cliente. Ovvero le email di traguardo!

Inviare email precise e dedicate a esclusive e a specifici traguardi, tutto qui. In questo modo il tuo lavoro sarà concluso.

Beh, in parte. Se vuoi inviare email personalizzate, email con design splendidi per il compleanno o l’anniversario, allora bisogna utilizzare uno stratagemma che veniva usato anche nel Medioevo. Ok, non esagereremo: veniva usato decenni fa, non nel 2020.

Il tuo marchio ha bisogno di molto più che un semplice messaggio di buon compleanno

È utile se vuoi che il tuo cliente si ricordi del tuo marchio una sola volta l’anno perché è questo che sono compleanni e anniversari: eventi da una volta l’anno. E cosa vorresti fare per gli altri 264 giorni? La brutta notizia è che questo non ti aiuterà a generare più profitti per il tuo marchio. È ottimo mostrare ai clienti che apprezzi e ti curi dei loro interessi nei giorni speciali, ma devi fare in modo che i giorni speciali si verifichino più spesso.

Ecco, stiamo cercando di farti capire che le tue campagne di marketing per i traguardi devono fare di più!

Tuttavia, prima di iniziare, vogliamo prima di tutto che tu dia un'occhiata a come definiamo le campagne per i traguardi dei clienti.

Cos’è un’email di traguardo?

In questo articolo, che presenta i programmi di marketing digitale fondamentali per il successo, ti proponiamo una soluzione di emailing per il traguardo del cliente. Il tuo marchio celebra tutti gli eventi del progresso dei tuoi clienti verso un obiettivo che hanno stabilito per loro stessi. Ed è per questo che sono sempre un successo!

Sai che i clienti sono come i bambini che hanno bisogno di attenzione, o si perdono. È una metafora, però. Oggigiorno i clienti sono schizzinosi. Vogliono che la loro esperienza online sia personalizzata perché troppi dati li travolgono. Tuttavia, se personalizzi troppo la cosa, si spaventano. Ora ti starai chiedendo quale sia la via di mezzo. È qui che un kit di strumenti per l'invio di email di traguardo offre al cliente un mix perfetto di attenzione e spazio per un'esperienza online ricca. 

Tecnicamente parlando, il marketing per i traguardi è una soluzione molto popolare per le aziende che sfruttano le iscrizioni, come il ride-sharing o il fitness. Ma gli esperti sono d’accordo sul fatto che siano perfette per un qualsiasi servizio o prodotto di uso ricorrente.

Le email di traguardo non sono solo email automatizzate o brevi promemoria, ma fanno parte della routine del ciclo di vita. Queste email sono altamente personalizzate per ogni cliente e dovrebbero avere il giusto momento di ingresso, proprio come un eroe, per salvare il tuo marchio dall'essere superbo. Ora sai perché dicono che non tutti gli eroi indossano il mantello!

L'invio di queste email di traguardo in specifiche occasioni aumenta drasticamente le risposte e il tasso di vendite del 15%. Che bello, vero? Tuttavia, bisogna essere abbastanza cauti e scegliere saggiamente gli eventi specifici. Dovrebbe includere compleanni e anniversari, ma non dovrebbe limitarsi ad essi. Arriveremo più tardi alla parte del giusto tempismo per l'invio di email di traguardo, ma prima, evidenziamo di più su ciò che potrai ottenere.

Un'email di traguardo è uno stile di marketing digitale che incorpora un'email basata sul comportamento che si potrebbe inviare a un cliente esistente. Prenditi un momento per sapere per cosa è stato progettato:

  • Connettiti con i tuoi clienti e celebrali.
  • Ricorda ai tuoi clienti che li apprezzi.
  • Scopri di più su ciò che fanno i tuoi abbonati seguendo il loro comportamento online.
  • Incrementa la possibilità che possano continuare a usare il tuo prodotto/servizio.
  • Goditi la celebrazione del loro traguardo, giorno speciale e anniversario.
  • Genera una “sensazione di comunità” in quanto spesso porta a più condivisioni e a un maggior traffico.

Quindi, fai attenzione a riflettere su quanto sia importante il ruolo del tuo pubblico nella tua vita e celebra ogni traguardo speciale in modo significativo per far sì che continui a essere un cliente fedele dei prodotti del tuo amato marchio. 

Anche se sei felice di sapere di questo strumento di marketing digitale, lascia che ti diamo più dettagli sulla giusta tempistica per l'invio di email di traguardo. 

Quando inviare le email di traguardo?

Quando un cliente interagisce con il tuo marchio, subisce diverse fasi del ciclo di vita del cliente che lo rendono un acquirente abituale da un nuovo abbonato. Tu, come marchio, dovresti considerare ogni fase di questo ciclo di vita, dal salutare il tuo nuovo abbonato con un'email di benvenuto per svegliare il pubblico addormentato attraverso un programma di reinserimento.  

Il tipo di email conclude l'orario in cui deve essere inviata. Secondo gli esperti, le email settimanali possono sembrare troppe, per cui una visita trimestrale nella casella di posta elettronica dei clienti è un'opzione razionale. Altrimenti, di tanto in tanto puoi sicuramente inviare email nei loro giorni speciali, per esempio, con un semplice augurio di compleanno, o creare qualche giorno speciale da solo. Ti diremo come inviare cosa e quando. Guarda più da vicino.

  1. Compleanni, anniversari o un buon mese:

Si tratta di inclusioni obbligatorie per celebrare i progressi dei clienti verso un altro anno, ma rimanere all'interno di queste linee è un tentativo sciocco se si vuole che il proprio marchio vada oltre con delle email di traguardo. I saluti automatici nei loro giorni speciali sono facilissimi da impostare dopo aver acquisito tutti i dati.

L'aggiunta di uno sconto o di un coupon è consigliabile in quanto aumenta il tasso di acquisto o di vendita del 480%. È una cifra magnifica.  

  1. Inserisci un ottimo programma fedeltà o di ricompense:

Poiché non si può fare affidamento su un messaggio celebrativo una volta all'anno a sostegno del valore del proprio marchio, spesso si dovrebbe cercare di creare un maggior numero di traguardi per i clienti attraverso programmi di fidelizzazione e di ricompensa. E quando raggiungono un livello o un punto specifico, celebrare con loro questo traguardo. È un modo amichevole per ricordare il tuo marchio! 

  1. Tieni traccia delle loro attività:

Un altro modo per creare e celebrare i traguardi raggiunti dai clienti è quello di tenere traccia della loro attività e del loro comportamento online. Sulla base di quello che hanno fatto per più di un anno, come il genere musicale più ascoltato, le corse condivise, o i risultati di fitness, questo ti darà la possibilità di farti notare davanti ai loro occhi. 

  1. Offerte rilevanti:

Puoi sempre contare su questa risorsa per entrare nella casella di posta elettronica dei clienti. A chi non piace un'offerta? Quando si invia un'offerta significativa e personalizzata, non solo coinvolge il nome del tuo marchio, ma ti porta anche più vendite. Evviva!

In questo modo, ti abbiamo illustrato un argomento, l'emailing del traguardo del cliente, che potresti utilizzare per il marketing del marchio. Ma non è tutto. Possiamo anche aiutarti a realizzarlo per coinvolgere il tuo pubblico. Siamo professionisti. Mailpro è un esperto di marketing, e possiamo aiutarti a creare, eseguire e ottimizzare le campagne di branding attraverso questo e vari altri servizi. Siamo marketer insuperabili, quindi contattaci per scoprire gli effetti positivi di un semplice servizio di emailing automatizzato per il tuo marchio.

Come tenere in Ordine la tua Mailing List

Come tenere in Ordine la tua Mailing List

Sai qual è la parte più importante della tua campagna di email marketing? La mailing list. La mailing list ha un ruolo fondamentale nel poter determinare la performance della tua campagna di email marketing online, del coinvolgimento degli utenti e dell’andamento generale, il tutto semplicemente osservandola. Proprio per questo motivo è essenziale eliminare i dati inutili e incorretti dalla lista.

Inoltre, una mailing list pulita ti assicura che il marketing è efficace al 100% nel rivolgersi ai clienti che sono interessati al tuo marchio, in modo tale da non spammare le persone che non vogliono avere tuoi aggiornamenti. No, non c’è alcun motivo nel tenere nella tua mailing list persone che ti hanno contrassegnato come spam, che hanno cancellato l'iscrizione o che non effettuano un’azione da più di 90 giorni.

Tutto sommato, sembra una buona idea. Ma perché devi pulire la tua mailing list e come fai esattamente a portare a termine questo compito? Mantenere pulita la tua email list ha molti vantaggi, e noi esamineremo ogni dettaglio per sapere perché è meglio per il tuo marchio, in aggiunta al fatto che ti aiuterà a cominciare sulla strada giusta.

Quali sono i benefici nel tenere pulita la mailing list?

  • Rischi di essere contrassegnato come spam

Qual è la prima cosa che fanno le persone quando non vogliono leggere le tue email? Le spostano nel cestino o nella cartella dello spam. Quando eliminano la tua posta, i provider di posta elettronica come Gmail, Yahoo, pensano che tu stia inviando email di spam.

Quando continui a inviare email a persone che hanno eliminato le tue email, finisci per compromettere la tua presenza online. Inoltre, non c'è un solo lato positivo del marketing per le persone che non vogliono avere tue notizie.

  • Costi di marketing ridotti

Paghi una cifra considerevole per promuovere il tuo marchio su larga scala. Il prezzo tra l'invio di email a 5000 persone e 10000 persone varia drasticamente. I provider di posta elettronica ti faranno pagare in base ai numeri, indipendentemente dal fatto che i clienti aprano o meno le tue email.

  • Migliora i tuoi tassi di apertura

Il problema dell'avere una mailing list localizzata è che il tasso di apertura è correlato a questa. Si tratta di una metrica importante nel business che si dovrebbe monitorare religiosamente. Se hai un basso tasso di apertura, devi fare di tutto per migliorarlo, anche modificando la tua attuale strategia di marketing. Ma come fai a sapere se il tuo tasso di apertura è accurato quando hai delle email non pulite nel tuo database?

Diamo un’occhiata a questo esempio: supponiamo che la tua azienda richieda un tasso di apertura mensile del 10%. Se il tuo tasso di apertura è inferiore a questa cifra, significa che le persone non sono interessate alle tue campagne di marketing, ai prodotti o al marchio.

Ora, hai un database di 10000 email e il tuo tasso di apertura arriva a fatica all’8%, non riesci a capire perché spendi così tanti soldi per migliorare una strategia di marketing che però non comporta alcun ritorno sugli investimenti.

Decidi quindi di dare una ripulita alla tua mailing list e riduci le email a 5000, stavolta tenendo solo quelle attive. Da una parte, hai ridotto i costi di marketing e ti sei concentrato sugli account interessati ai tuoi prodotti, dall’altra, il tuo ritorno sugli investimenti è salito del 16%. Ciò significa che le tue prestazioni sono quelle previste, ma che stai tracciando la metrica in modo errato.

  • Migliora il tuo tasso di clic

Il CTR sarà sempre inferiore al tasso di apertura. Se 500 abbonati aprono le tue email, potresti ottenere al massimo 20 click alla volta. Ora, questo è scontato per qualsiasi azienda. Ma non dimentichiamo che il CTR è una metrica fondamentale da tenere sotto controllo. Se si misura in modo errato, non si conosce il grado di efficienza della propria campagna di marketing, e un brusco calo del CTR è sempre motivo di preoccupazione.

  • Riduci il tasso di bounce

Maggiore è il numero di email non valide presenti nella tua mailing list, più alto sarà il tasso di bounce. Le lamentele sullo spam non sono una cosa da sottovalutare. Se un provider di posta elettronica pensa che tu stia facendo spamming, superato un certo limite, le tue email verranno automaticamente segnalate alla casella di spam dei tuoi nuovi clienti.

Fortunatamente, pulire una mailing list non è un compito difficile. Basta seguire la strategia che c'è dietro.

Suggerimenti e trucchi per mantenere pulita la mailing list 

  • Rimuovi le email ridondanti

Molte persone si iscrivono alle stesse mailing list. Se il tuo sito web non ha ancora misure per impedire l'iscrizione con un indirizzo email preesistente, dovresti ricontrollare la tua lista per verificare la presenza di email ridondanti e rimuoverle.

  • Concentrati sulla segmentazione

I tuoi clienti dovrebbero essere segmentati in ordine di frequenza del coinvolgimento. Ciò significa che i clienti molto attivi non dovrebbero mai essere inseriti nella stessa mailing list di qualcuno che fa acquisti una volta ogni sei mesi. Quando avrai una segmentazione adeguata, inizia dalle liste che sono più attive a quelle che sono meno attive, visto che in ogni caso non interagisci frequentemente con il segmento meno attivo.

  • Utilizza il double opt-in

Disporre di un double opt-in è il modo migliore per garantire che il pubblico di riferimento sia interessato ad ascoltarti. Come funziona? Una volta che il tuo cliente si è iscritto alla tua newsletter (opt-in), riceverà un'email in cui dovrà riconfermare l'iscrizione, da cui il nome double opt-in.

È abbastanza prevedibile che gli utenti che scelgono di confermare il double opt-in sono quelli sinceramente interessati al tuo marchio, ed è proprio questo ciò di cui hai bisogno.

  • Blocca gli indirizzi email di provider usa e getta o indirizzi email falsi

Se hai una mailing list gestibile che puoi verificare manualmente, cerca le email dei provider usa e getta. Questi forniscono all'utente un account di posta elettronica temporaneo che dura circa un'ora. In questo modo, l'utente si iscrive al sito, ma non riceve mai le email. I nomi dei domini sono di solito riconoscibili. @arkssga.com o qualche sciocchezza. Rimuovi le email che appartengono a domini non registrati.

Successivamente procedi all'identificazione di indirizzi email falsi, come ad esempio I clienti spesso creano una casella di posta elettronica separata per le email dei brand. Questi non aggiungono alcun valore alla tua campagna.

  • Rimuovi le persone che vogliono cancellare l’iscrizione

Le persone che si lamentano dello spam devono essere rimosse il prima possibile per essere certi che i reclami di spam siano al minimo. Abbiamo spiegato il motivo, ma vale la pena di ripeterlo. Inoltre, la rimozione delle email indesiderate migliorerà il tuo ritorno sull'investimento.

  • Verifica le email in massa

È possibile utilizzare i servizi di verifica della posta elettronica. Questi fornitori dispongono di prove gratuite in cui è possibile generare un rapporto per un campione del tuo database e vedere le prestazioni delle email registrate. Se disponi di un database sufficientemente ampio, devi utilizzare un servizio di verifica delle email per ripulire la spazzatura.

In conclusione

Come puoi vedere, mantenere pulita la tua mailing list è una necessità imprescindibile. Quindi, come ti assicuri che la tua email sia aggiornata e pulita? Faccelo sapere nei commenti qui sotto.

Email Marketing vs. Social Media Marketing

Email Marketing vs. Social Media Marketing

Con 2.9 miliardi di utenti in tutto il mondo, i social media potrebbero sembrare il futuro. Tuttavia, è sorprendente notare che l’email marketing lavora fianco a fianco con i social media andando allo stesso passo.

Essendo legato a un approccio ben testato, l’email marketing è ancora attivo e rilevante ma, se pensi che sia solo una moda passeggera, ci dispiace dirti che non è così.

Sebbene le email tradizionali negli ultimi dieci anni sembrino essere obsolete con l’avanzare dei social media, l’email marketing è senza dubbio un canale di marketing molto persuasivo. Dà una spinta all’acquisizione, costruisce la consapevolezza e aumenta le conversioni. 

Quindi, i marketer potrebbero aver bisogno di mettersi al lavoro e iniziare a creare efficaci campagne di email marketing se vogliono competere con i loro concorrenti.

Dato che entrambi i canali sono ancora in circolazione, quale dovrebbe essere la priorità? Leggi l'articolo per scoprirlo, scopri l'importanza dell'email marketing e quale sia il migliore tra questi incredibili mezzi di comunicazione. 

L’importanza dell’Email Marketing

  1. Le email danno risultati personalizzati

La personalizzazione è uno dei vantaggi più efficaci dell'email marketing. Poiché ha un impatto diretto sui ricavi e sull'impegno del tuo sito, l'invio di email personalizzate è uno strumento estremamente valido.

Se lo chiediamo ai clienti, concorderanno sul fatto che la posta elettronica è molto più personale rispetto ad alcuni messaggi spontanei delle piattaforme dei social media. Anche se i messaggi dei social media possono portare a una comunicazione individuale, non è facile farla convertire a meno che non si abbiano molti dipendenti.

Mettendoci un po' di impegno, i marketer possono personalizzare le loro email, ma non possono rendere i loro tweet o i post di Facebook più personali. Quando i clienti possono relazionarsi con le tue email, è più probabile che clicchino su un CTA per effettuare un acquisto.

  1. Le email ti permettono di segmentare il tuo pubblico

Grazie al social media marketing, il tuo contenuto viene condiviso con tutti. Tuttavia, l’email marketing non diffonde il tuo contenuto con un pubblico generale. Nell’email marketing puoi segmentare il tuo pubblico a seconda di molti fattori, inclusa età, segmento demografico, preferenze, interessi e molto altro ancora.

Ad esempio, è possibile creare delle email per le persone che hanno aggiunto il tuo prodotto nel carrello per informarle sugli sconti. Oppure, se hanno acquistato un prodotto specifico nel tuo negozio, puoi far conoscere loro i relativi accessori.

Inoltre, con i segmenti, è possibile rimuovere le persone che hanno cancellato l'iscrizione alla newsletter o che sono inattive da molto tempo. Se gli esperti di marketing hanno gli strumenti giusti, non invieranno mai più email a un pubblico generico. Invece, i marketer possono fornire contenuti altamente appropriati ai potenziali clienti in base ai loro interessi e comportamenti.

  1. Puoi testare le tue email

La crescita di un’azienda dipende da una serie di test. In questo modo puoi verificare se la tua campagna sia efficace e provare nuove tattiche per migliorare i risultati.

L'email marketing consente di testare diversi contenuti o titoli quando si inviano email a una lista di abbonati. Ad esempio, è possibile inviare la stessa email con due diverse varianti di titolo. Attraverso un attento monitoraggio, puoi scoprire quale tipo di contenuto si adatta meglio ai tuoi potenziali clienti.

Il test A/B è lo strumento più potente per qualsiasi marketer. Possono testare tutto, dai CTA alla lunghezza dell'email, all'uso dell'immagine, ecc.

Gli email marketer consentono di rivolgersi al pubblico in base alle loro interazioni passate, aspetto non disponibile sui social media. Puoi controllare:

  • Chi ha aperto le tue email?
  • Il destinatario ha cliccato su qualche link?
  • Quale link li ha convinti a cliccare?
  1. Il tuo database personale nell’email marketing

Possiedi davvero il tuo pubblico sui social media? No. Quindi non lasciarti coinvolgere in un’apparente opportunità per incrementare il numero dei tuoi follower sui social media. C’è stato un tempo in cui un elevato numero di follower comportava più coinvolgimento e più vendite.

Sfortunatamente, i tempi sono cambiati. Non tutti sui social media possono vedere i tuoi post e, anche se lo fanno, la possibilità che clicchino sul tuo post è relativamente bassa.

D’altra parte, quando qualcuno si iscrive alla tua mailing list, avrai i loro contatti e puoi contattarli quando vuoi. Solo tu avrai accesso a queste persone e nessun’altra azienda ha il controllo su questo database.

  1. Puoi ottenere maggiore attenzione tramite l’email marketing

Nessuno ignora il fatto che le email ricevono molta più attenzione dei tweet e dei post pubblicati su Facebook. Se vuoi che i tuoi post raggiungano gli utenti di Facebook, devi usare i post sponsorizzati.

Questo non avviene nell'email marketing. Se le persone si sono iscritte alla tua newsletter, puoi facilmente convincerle a controllare le tue email. Se la tua newsletter è abbastanza personalizzata, c'è una maggiore possibilità che le persone ci clicchino sopra per raggiungere la tua landing page. Al fine di poterlo fare, devi avere newsletter personalizzate. Puoi consultare vari strumenti online per facilitare la creazione di campagne email e landing page accattivanti e per convertire campagne e pagine di destinazione.

Email Marketing vs. Social Media Marketing: Qual è il migliore?

Sei uno di coloro che controllano il canale dei social media di un marchio dopo aver aperto la loro email per vedere se il prodotto ne vale davvero la pena? Beh, non c'è niente di sbagliato in questo. Infatti, non sei solo, molti di noi fanno questo passaggio. 

In effetti, se fatte correttamente, l'email e il social media marketing possono operare in sincronia per incrementare le vendite e guidare i lead. Al fine di migliorare i lead e le vendite, è necessario che i social media e l'email marketing interagiscano per sfruttare appieno i loro vantaggi.

Puoi anche integrare i tuoi pulsanti dei social media nella newsletter per incrementare i tassi di conversione. Il punto è che non devi farti attirare dall’emozione per le piattaforme di social, ma dovresti concentrare tempo e sforzi su questi due moduli per ottenere risultati efficaci.

Conclusione

Qual è il verdetto? Chi è il vincitore tra social media marketing ed email marketing?

Beh, è una battaglia ancora in corso che mai nessuno vincerà. Il punto cruciale è che dovresti integrare sia l’email che i social media nella tua strategia di marketing.

Per ogni canale di marketing ci sono un luogo e un tempo. Devi tenerlo in considerazione.

Non c'è scienza nella creazione di campagne di marketing digitale efficaci; tutto quello che bisogna fare è usare diverse piattaforme di comunicazione per sostenersi a vicenda. Cerca di identificare il tuo target di riferimento. Tieni conto delle loro preferenze e del loro interesse mentre scegli la tua modalità di comunicazione.

Infine, le email avranno sempre il predominio quando si tratta di marketing, perché permettono di personalizzare i messaggi e di segmentare il proprio pubblico. Quindi, se hai bisogno di aiuto per le tue campagne di email marketing, puoi sempre contare su Mailpro.  

Come puoi testare la newsletter prima di inviare la tua campagna?

Come puoi testare la newsletter prima di inviare la tua campagna?

Se hai appena finito di scrivere la tua newsletter email, saprai che cliccare su invio può essere stressante. Nonostante sia difficile scrivere una newsletter interessante, è altrettanto difficile capire se la tua newsletter è priva di errori. Avrai sicuramente mille pensieri in testa.

Il contenuto è appropriato e accattivante? Le persone apriranno l’email? È priva di errori? Ho scritto tutto bene? Questo tipo di pensieri vengono in mente a chiunque.

Non preoccuparti! Ti possiamo aiutare noi. Qui troverai alcuni consigli che ti saranno utili su come testare la tua newsletter prima di inviare la campagna.

Personalizza la tua newsletter

La personalizzazione, quando usata nel modo corretto, può essere lo strumento migliore per i pubblicitari. Ha un impatto significativo sul coinvolgimento e sul profitto del tuo sito. L’invio di un’email personalizzata può automaticamente incrementare il tuo tasso di apertura del 29%.

Scioccante, non è vero? Quindi la prima cosa che dovresti controllare prima di inviare un’email è se sia personalizzata o no. Per poterlo fare, devi individuare un gruppo specifico di persone in modo efficiente. Crea un contenuto che gli utenti possono apprezzare. Fai le domande giuste.

Oltre al nome del destinatario, puoi anche usare la loro posizione e il fuso orario. Inoltre, puoi personalizzare anche la tua azienda. Quindi invece di inviare email per conto della tua azienda, inviane una più personale. Potresti, per esempio, chiedere a un tuo collega del team che si occupa di marketing di contattare i tuoi clienti.

Inoltre puoi integrare i campi dinamici nel tuo messaggio per aggiungere effetti più personalizzati.

Le migliori pratiche per testo-immagine nelle email

Non è ovvio il fatto che i telefoni cellulari sono il dispositivo principale che viene utilizzato per controllare le email. È estremamente importante utilizzare un design reattivo e il giusto equilibrio tra testo e immagine; altrimenti gli utenti saranno meno inclini a leggerla.

  • Cerca di equilibrare: Leggere lunghi pezzi scritti è estremamente scomodo e stancante, soprattutto su un piccolo schermo. Un paragrafo di 3000 parole non sarà per niente informativo, perché farà svanire l’attenzione dei lettori.

Quindi cerca di scrivere frasi più brevi e accattivanti, e possibilmente separa il contenuto in paragrafi di 3-5 frasi. Posiziona e allinea il messaggio utilizzando punti, elenchi numerati, sottotitoli, ed evidenzia le parole di massima priorità.

  • Il principio del 60/40: Idealmente, la regola di utilizzare quasi il 60% di testo e il 40% di immagini elimina in genere qualsiasi problema di deliverability. Un'email interamente composta da testo o da immagini finirà subito nella cartella spam. Anche se ci sono numerose nuove regole per la stessa cosa, come il principio 80-20 che dice che il 20% di copertura dell'immagine è ancora valida. Pertanto, non c'è una risposta che funzioni per tutti. Basta essere prudenti nei confronti del pubblico interessato e pre-testare sempre l'email.

Controlla tutti i link

Ovviamente, le tue email dovrebbero essere collegate alle offerte o ai contenuti del tuo sito web. L'inclusione di link rende la newsletter più interattiva.

Tuttavia, sovraccaricare la newsletter con i link non è la risposta giusta. Né lo è avere dei link vuoti. Entrambe le cose hanno un impatto negativo sulla reputazione del tuo sito. Oltre a questo, questi link inattivi non faranno altro che far finire la tua email nella cartella spam.

Al fine di evitare queste situazioni, assicurati di controllare i tuoi link. Per farlo, puoi usare lo spam tester, che ti aiuterà a identificare e a evitare link inattivi nelle email. Inoltre, questo strumento può aiutarti a evitare di inserire parole spam e a ottenere anche un punteggio spam.

Evita le parole che attivano lo spam

Forse pensavi che l'email marketing fosse scomparso, ma, con tua grande sorpresa, è ancora vivo e più efficace di quanto non lo sia mai stato prima. Ciononostante, è fondamentale riuscire a farlo bene, anche se non è facile. La parte difficile è superare i filtri antispam che eseguono controlli regolari sui messaggi email per identificare eventuali spammer.

Purtroppo, i filtri antispam sono diventati più sofisticati e trovano parole sospette e frasi associate con truffe, espedienti o qualsiasi parola che scateni lo spam.

Le parole o le frasi dubbie e le parole o le frasi di dubbia provenienza, considerate come allarmi per i provider di posta elettronica, possono far sì che la tua email non arrivi nella casella di posta elettronica dei destinatari, ma finisca invece nella casella di posta indesiderata. Quindi, uno dei modi più semplici per schivare questi filtri è quello di fare attenzione durante la scrittura dell'oggetto dell'email ed evitare di usare parole "spammy", che sono problematiche e aumentano le possibilità di cadere in un filtro antispam.

Ora, invece di sottolineare la necessità di creare l'oggetto delle email e di chiederti se è troppo coinvolgente/noioso o troppo lungo/corto, puoi considerarci come il tuo supporto per le email. Ti forniamo una via di fuga in modo che le tue email non vengano segnalate come spam. Consulta la nostra lista completa di parole proibite che permetteranno ai tuoi messaggi di superare i filtri antispam. Ti consigliamo di salvare la pagina tra i segnalibri!

I messaggi troppo pesanti possono essere “Spammy”

È sempre consigliabile mantenere l'email sotto i 100kb, per evitare che venga contrassegnata come spam. Questo perché supera la maggior parte dei filtri antispam rimanendo leggera e impedisce a Gmail di "ritagliare" il messaggio che viene visualizzato in basso se si supera la soglia dei 102kb. Ancora più interessante, la versione mobile di Gmail nei dispositivi più nuovi e avanzati come l'iPad, la newsletter non compare comunque.

Adesso ti starai chiedendo come mantenere la tua email entro certi limiti. Prova le seguenti soluzioni:

  • Evita di utilizzare stili ridondanti
  • Sposta il contenuto del messaggio su una pagina di destinazione o su una pagina di reindirizzamento
  • Ometti l'uso di qualsiasi carattere non necessario del codice
  • Scegli un orientamento reattivo
  • Contenuto accurato, evita i giri di parole
  • Promuovi ciò che devi
  • Inserisci link del tuo sito web che aggiungeranno ulteriori dettagli

Perciò assicurati di visualizzare in anteprima le tue mail, controlla se la dimensione del file è inferiore a 100kb, e mantienila tanto piccola quanto promettente per i due buoni motivi di cui sopra. Un file pesante è sempre un AVVISO!

In conclusione

Poiché l'email marketing sta crescendo e prosperando, gli addetti al marketing devono farne una priorità. Innegabilmente, creare e testare le newsletter via email è un compito scoraggiante, considerando che i marketer hanno già molto da fare. Per snellire queste operazioni e per far funzionare le tue campagne di email marketing senza problemi, puoi consultare un qualsiasi software di email marketing disponibile online.

Uno di questi software è Mailpro. Si tratta di un affidabile software di email marketing che può aiutarti a creare una newsletter avvincente. Con le sue funzioni facili da usare e accessibili, potrai portare il tuo business a nuovi livelli. Sia che si tratti della gestione dei contatti, dell'automazione delle email, delle statistiche delle campagne e della reportistica o delle funzionalità di personalizzazione avanzate, puoi confidare in questo strumento per ottenere le campagne migliori e mirate.

Bounce delle Email: Tutto quello che Devi Sapere

Bounce delle Email: Tutto quello che Devi Sapere

Sia che si tratti di scegliere la grafica giusta, di segmentare il tuo pubblico o di scrivere un contenuto rilevante per le tue email... hai fatto di tutto per la tua campagna! Ma le tue email continuano a subire dei bounce anche dopo tutti questi sforzi?

In verità, l'email marketing è complicato. Molti fattori influiscono sul successo e sul fallimento di una campagna di marketing. Uno di questi fattori è il tasso di bounce dell'email. Sebbene i bounce siano del tutto normali e alcuni si possano ignorare, il problema sorge quando cominciano ad accumularsi.

E, per quanto sembri difficile, i bounce non si possono evitare del tutto. Beh, è la verità, ma la buona notizia è che puoi mantenere un tasso di bounce delle email salutare

Di seguito riassumiamo tutto quello che c'è da sapere sui bounce delle email o sulle email respinte. Quindi, se vuoi che le tue email continuino ad arrivare, continua a leggere.

Che cos’è il bounce di un’email?

L'email rimbalzata è un'email che non viene consegnata al destinatario. Fondamentalmente, significa che il messaggio non è stato consegnato, e per questo, riceverai una notifica di mancata consegna.

Ci sono molti motivi per cui un’email può rimbalzare, tra cui:

  • Indirizzo IP negativo: è possibile che l'indirizzo IP utilizzato per l'invio delle email venga bloccato. Può essere bloccato se si è sospettati di frode email o di spamming.

Evita questo problema utilizzando tecniche di marketing di alta qualità e assicurati di non acquistare o noleggiare mai elenchi di indirizzi email. 

  • La casella di posta del destinatario è piena: Molti provider di posta elettronica consentono una memorizzazione limitata. Quindi, non appena la casella di posta in arrivo sarà piena, farà rimbalzare tutti i messaggi futuri.  
  • L’abbonato ti ha blocca: Se qualcuno non vuole più ricevere email da parte tua, ti può bloccare.
  • Il server è sovraccarico: Anche il server più potente può gestire un certo numero di traffico. L’email potrebbe rimbalzare a causa di un server sovraccarico o non disponibile. In questo caso viene generato un soft bounce.
  • L’indirizzo email dell’abbonato non è valido: Se l’indirizzo email del destinatario non è valido, potrebbe portare a un bounce.
  • Il server ricevente non si fida del tuo contenuto: La tua email dovrebbe essere abbastanza credibile da essere accettata dal destinatario.

Quali sono i contenuti di un messaggio di bounce?

Il messaggio di bounce contiene le informazioni che ti aiuteranno a identificare il motivo per cui è fallita la consegna delle email. Include:

  • L’ora e la data in cui l’email è rimbalzata
  • Il client di posta elettronica che l’ha respinta
  • La causa del bounce e il codice RFC

Tipi di Bounce

Soft Bounce

I soft bounce sono motivi temporanei per cui un’email non può essere consegnata. Questo tipo di bounce significa che l’indirizzo email era valido e che il messaggio ha raggiunto il client di posta elettronica del destinatario, ma la consegna non è avvenuta.

I motivi più comuni per cui un’email è rimbalzata sono:

  • Il server era fuori servizio: Succede spesso che i periodi di manutenzione sui servizi di posta facciano scattare dei bounce temporanei; dopo aver concluso la manutenzione, il tuo server invierà l’email.
  • La casella di posta era piena: Se il destinatario della tua email ha la casella di posta piena, il server può rifiutare l’email. Questi sono solitamente malfunzionamenti temporanei. Quando si sarà liberato dello spazio, il server accetta la consegna dell’email. In alcuni casi, le caselle di posta piene possono causare immediatamente degli hard bounce.
  • Messaggi esageratamente pesanti: Se il messaggio è troppo pesante per il sistema del destinatario, potrebbe crearsi un soft bounce.
  • Greylisting: In questo tipo di filtraggio dello spam, le email vengono ritardate di proposito. Quando il server cerca di inviare il messaggio, il server del destinatario mostra un messaggio di errore temporaneo (421).

Dopo un po’ di tempo il server cerca di inviare di nuovo l’email, quando il server del destinatario le accetta.      

Hard Bounce

Un hard bounce si verifica quando il messaggio è stato rifiutato in modo permanente.

Non dovresti prendere con leggerezza gli hard bounce; non appena ne vedi uno da un indirizzo, rimuovi immediatamente quel destinatario dalla lista di abbonati.

  • Errori sconosciuti di dominio: Questo bounce si verifica se il dominio che hai utilizzato non può essere risolto dal DNS o non esiste. Gli errori di dominio non sono molto comuni e i messaggi di errore variano considerabilmente.
  • Utenti sconosciuti: Gli utenti sconosciuti sono la causa principale degli hard bounce. Ci sono una vasta gamma di messaggi per questi problemi, che possono includere:
  • Non è attualmente disponibile alcuna casella di posta con quel nome
  • Non è disponibile quel determinato utente
  • L’indirizzo del destinatario è stato rifiutato
  • Il destinatario non può essere raggiunto
  • Filtro di spam: Se il tuo dominio ha dei precedenti per l’invio di email di spam o se il tuo IP è su una blacklist, la tua email potrebbe essere bloccata.
  • Filtra della politica email: Oltre ai filtri per lo spam, alcuni sistemi potrebbero usare dei filtri per la politica email. Questi filtri possono scansionare sia le mail in uscita che quelle in entrata.
  • Server del destinatario configurato male: La configurazione errata del server del destinatario può causare dei bounce. In questo caso potresti non ricevere un messaggio di errore specifico ma un resoconto di consegna non effettuata.
  • Problemi con i file allegati: La maggior parte dei server di posta elettronica limitano il tipo e la dimensione degli allegati per questioni di performance e sicurezza. Come con i filtri per la politica email, questo tipo di filtro riguarda sia le email in uscita che quelle in entrata. L’email bounce più frequente è dovuto a un allegato troppo grande.

Quando un soft bounce si trasforma in hard bounce?

Quando un indirizzo email mostra un messaggio di soft bounce per cinque volte, senza registrare aperture o clic in questo periodo, l’indirizzo viene automaticamente convertito in un hard bounce.

Quando un abbonato interagisce con un’email, il numero di bounce del software registrati per quell’indirizzo (se ci sono) viene resettato.

Come migliorare il tasso di bounce?

Il tasso del bounce dell’email può essere ridotto utilizzando i seguenti metodi:

  • Usa il Double Opt-In: Una campagna di double opt-in è un modo utile per ottenere il permesso di inviare campagne email. Con questo metodo, un contatto deve rispondere a un’email di conferma per essere aggiunto alla tua lista di indirizzi email.

E poiché non potrai aggiungere un indirizzo email non valido, puoi ridurre il tasso di bounce.

  • Mantieni il controllo sulle liste: Verifica giornalmente le tue liste per rimuovere gli indirizzi email invalidi e gli utenti che non rispondono. Tenere pulita la tua lista è un modo efficace per far alzare i tassi di consegna delle tue email.
  • Monitora la consegna delle email: Puoi usare software online come Mailpro per monitorare i tassi di consegna delle tue email tenendo traccia dei tassi di risposta e di bounce. Con il monitoraggio regolare puoi inoltre prevedere potenziali fallimenti prima che si verifichino o prima che causino troppi danni.
  • Non affittare, acquistare o accumulare indirizzi email: Acquistare la tua lista di indirizzi email potrebbe sì farti fare qualche vendita, ma non puoi affidarti alla qualità di questa lista. In queste situazioni c’è un rischio maggiore di inviare email a indirizzi invalidi o di essere inserito in una blacklist.
  • Controlla i messaggi con i filtri antispam: I filtri del contenuto bloccano molti messaggi. Puoi ridurre questi bounce identificando il problema e risolvendolo.
  • Autentica le tue email: Un altro metodo è quello di firmare le email con il Domain Key Identified Mail (DKIM) per garantire la credibilità e aumentare la consegna delle email. Per generare i resoconti DKIM e SPF, visita “Impostazioni del servizio” e scegli “Autenticazione email”.

In che modo il tasso di bounce influisce sulla consegna?

  • Blacklisting: È stato frequentemente rilevato che i tassi di bounce mandano l’indirizzo IP del mittente sulle blacklist, supportato dagli ISP e dalle organizzazioni antispam.
  • Soldi persi: Visto che i provider dei servizi di posta elettronica ti addebitano il costo di ogni messaggio che invii, gli indirizzi email invalidi aumentano il costo della tua campagna senza che ci sia un ritorno sugli investimenti.
  • Posizionamento basso nella casella di posta in arrivo: I provider delle caselle di posta tracciano i tassi di bounce per ogni campagna che invii e usano quest’informazione per decidere se inviare le tue email in futuro. Molti provider di caselle di posta sono noti per bloccare il dominio email del mittente per gli invii ripetuti a indirizzi email di domini inesistenti.
  • Pessima reputazione: Il provider della casella di posta controlla e monitora gli indirizzi IP che inviano ripetutamente messaggi a utenti non validi, modificando di conseguenza la reputazione del mittente
  • Account sospesi: I provider dei servizi di posta hanno una politica rigorosa per quanto riguarda i reclami e i tassi di bounce. Sospenderanno immediatamente l’account dell’utente se la campagna inviata porta a un tasso di reclami che supera il limite posto dall’ESP. Questo viene fatto perché gli alti tassi di bounce possono inserire nella blacklist i loro indirizzi IP e potrebbero avere un effetto potenzialmente negativo sugli altri utenti del loro servizio.

Come sistemare il bounce delle email?

Assicurati di avere l’indirizzo email corretto. Presta attenzione a errori ortografici, spazi aggiuntivi o simboli @.

In caso di fallimento temporaneo, attendi e invia un'e-mail di follow-up. Il server di posta dovrebbe inviare il messaggio automaticamente.

Se ricevi un errore 550 di hard bounce, devi contattare il tuo provider dei servizi di posta. L’amministratore della tua email o il provider possono controllare il bounce e correggere l’errore.

Se fornisci le email per il tuo bounce, l’amministratore può solitamente rilevare in modo veloce il problema. Se sei stato inserito in una blacklist, puoi dare un’occhiata al software Mailpro.

Come controllare il tasso di bounce delle email?

Dopo aver inviato un’email ai destinatari, devi monitorare i risultati per verificare quali aree devono essere migliorate. Il servizio email di Mailpro ti permette di monitorare le statistiche generali per le campagne email. Dopo aver inviato l’email ai tuoi contatti, questo software inizierà a tracciare le statistiche e ad analizzare il tasso di consegna delle email e la reattività alle tue campagne email.

Mailpro mantiene il tasso di bounce il più basso possibile, così puoi inviare tutte le email che desideri. Oltre a monitorare i tassi di accettazione delle email degli indirizzi IP in uscita, utilizziamo algoritmi per sistemare i tassi di invio e la scelta degli IP utilizzati.

Perché scegliere Mailpro?

Con Mailpro puoi avere un riassunto completo e accurato di tutte le tue campagne. Questi numeri mostrano i risultati dell’andamento delle tue campagne in tempo reale. Il software ti permette di studiare e di comprendere facilmente l’andamento delle tue campagne presenti e passate.

Con Mailpro puoi revisionare e calcolare i risultati, che ti riveleranno i punti in cui ci sono stati degli errori e come puoi migliorare i tassi di bounce.

In aggiunta, il software ti fornisce i dettagli delle tue campagne con grafici, che riassumono il tasso di consegna delle email e la reattività delle tue campagne. Se vuoi una visione più dettagliata delle statistiche, abbiamo vari piani di abbonamento per te. Qui puoi confrontarli tutti.

Oltre alle statistiche e ai resoconti delle campagne, Mailpro può aiutarti con la gestione dei contatti, l’automazione delle email, le campagne di email marketing, le campagne SMS, il server relay SMTP, la consegna e il routing, e molto altro ancora.

Conclusione

I tassi di bounce sono direttamente associati alla qualità della tua lista di abbonati. Per avere una lista solida e basata sul permesso ricevuto da parte degli abbonati, devi avere un tasso di bounce basso. I tassi alti di bounce sono una conseguenza della gestione errata della lista e del modo in cui ci sono state delle aggiunte.

Una lista email equilibrata dovrebbe avere tassi di bounce tra il 2 e il 3%, quindi se ottieni regolarmente dei tassi di bounce più alti, devi identificare il problema e fare un’azione immediata per tenere sotto controllo il tasso di bounce.

Mailpro può aiutarti a scoprire il motivo per cui ci sono tassi di bounce più alti e aiutarti a risolvere il problema, quindi ti consigliamo di contattarci. Se i tuoi tassi di bounce continuano ad aumentare, potrebbero portare alla sospensione del tuo account. Per evitare questa situazione, dovresti iniziare a usare il software di email marketing disponibile online.

Crea e Invia Newsletter Professionale Facilmente Utilizzando i Nostri +560 Modelli di Newsletter

Mailpro

EMAIL MARKETING NON SARÀ UN SEGRETO PER VOI

Mailpro
Fase 1: Nozioni di base
Allenatevi in cinque fasi: il targeting, la creazione, la sperimentazione, l'invio, analizzare. Scarica la nostra guida Email Marketing gratis!
LEGGI DI PIÙ
Mailpro
Fase 2: Preparatevi con Mailpro
Scopri il software di posta elettronica Mailpro che ti accompagnerà in tutte le tue campagne di Email Marketing. Crea un account gratuito ora per provarlo!
LEGGI DI PIÙ
Mailpro
Fase 3: Informati con la nostra Email Marketing Blog
Ottenere informazioni preziose su Email Marketing: tecniche, best practice, notizie di attualità, e suggerimenti su come realizzare una campagna di email marketing.
LEGGI DI PIÙ

UTILIZZARE LA SOLUZIONE SVIZZERA NUMERO 1 PER EMAILING CLOUD PER LE PMI, MAILPRO!

Mailpro

SCOPRI ANCHE ALTRI TEMI

Rubrica
Tutte le tecniche per reclutare nuovi potenziali clienti, segmentare un database, rilanciare quelli inattivi e mantenere un database pulito.
Design e Creazione
I nostri esperti consegnano qui tutti i segreti per un'e-mail moderna, ergonomica e originale che delizierà le tue prospettive!
Consegnabilità
Il routing della posta elettronica può sembrare a volte tecnico: qui chiarezza e semplicità e suggerimenti per garantire la consegna.
Inseguimento
Le statistiche via email sono cruciali per valutare l'efficacia di una campagna e il suo ROI. Qui, si tratta di registrare tutti gli strumenti disponibili per effettuare un monitoraggio efficace.
Redazione
Non bloccare la scrittura della tua materia e le tue e-mail grazie alle tecniche editoriali dei nostri esperti!
Legislazione
Non siamo tutti avvocati o avvocati, ma questa sezione ti offre di fare il punto sulle regole che devono essere rispettate nell'e-mail marketing.
Eventi
E-mail marketing sono anche incontri, quindi scopri tutte le date degli eventi da non perdere.
Partenariati
Email marketing del blog ha partner e tu fai uso delle loro capacità. Scopri i mestieri dei nostri partner in questa sezione.