X

ISCRIVITI AL NOSTRO BLOG


E ricevi gli ultimi post sull'Email Marketing

No grazie

Come Aumentare i Clic nella Newsletter Natalizia?

Come Aumentare i Clic nella Newsletter Natalizia?

Se stai leggendo questo articolo, è probabile che tu stia progettando la newsletter natalizia per i tuoi utenti e i tuoi clienti. Non servirà a niente inviare newsletter natalizie se la maggior parte dei tuoi clienti non le apre; quindi abbiamo qualche consiglio in questa guida che ti aiuterà ad aumentare i clic sulla tua newsletter natalizia. Continua a leggere per avere ulteriori informazioni.

Personalizza le tue newsletter

Con la tua newsletter natalizia puoi pubblicizzare i tuoi prodotti e i tuoi servizi ai clienti in modo ottimale. Per rendere un’email più efficace, è meglio personalizzarla: questo ti aiuterà a competere con la concorrenza.

Se vuoi attirare l’attenzione dei tuoi clienti, la tua newsletter natalizia dovrebbe essere personalizzata. Basandoti sulle esigenze e sugli interessi dei tuoi clienti, la tua newsletter natalizia personalizzata dovrebbe:

  • Aumentare il tasso di clic
  • Essere rilevante
  • Aumentare il tasso di conversione
  • Rendere più efficace la tua campagna di email marketing
  • Migliorare il rapporto con i tuoi clienti

Il momento migliore in cui inviarla

Idealmente, dovresti inviare la tua newsletter natalizia qualche giorno prima di Natale. Questo ti aiuterà a garantire la consegna dei tuoi prodotti prima di Natale. I giorni migliori per l’invio delle newsletter sono il martedì, il mercoledì e il giovedì dopo le 12.

Inviare una newsletter il lunedì prima delle 12 non è una buona idea, perché gli utenti tendono a cancellare le email che secondo loro non sono importanti mentre si trovano al lavoro il lunedì mattina. Quindi è bene tenerlo in considerazione.

Crea un oggetto dell’email accattivante

L’oggetto della tua newsletter dovrebbe essere abbastanza accattivante da convincere la maggior parte degli utenti ad aprirla. Con un oggetto interessante, puoi:

  • Attirare l’interesse dei clienti
  • Aumentare il tasso di clic
  • Incrementare la lettura
  • Promettere un beneficio

Ricorda: non dovresti mai utilizzare il termine “newsletter” nell’oggetto dell’email in quanto, secondo alcuni studi di email marketing, potrebbe ridurre il tasso di apertura anche del 40%.

Tieni in considerazione i destinatari

Prima di iniziare a creare la tua newsletter, assicurati di tenere in considerazione il tuo pubblico. Vorrai rivolgerti direttamente ai tuoi clienti come se fossero seduti davanti a te. In questo modo, i tuoi contenuti saranno più coinvolgenti e i tuoi clienti potrebbero avere un interesse maggiore nelle tue offerte, portandoti ad avere un tasso di conversione più alto.

Includi un’anteprima

La maggior parte dei client di posta elettronica fornisce un’anteprima del contenuto di ciascuna email. Quindi, se le tue email non forniscono un’anteprima, è probabile che molti dei tuoi clienti o destinatari ignorerà la newsletter.

È meglio utilizzare un software di marketing digitale per creare una breve anteprima delle tue newsletter natalizie. Basteranno due righe per dare un’anteprima per convincere i tuoi clienti e per aumentare il tasso di apertura.

Concentrati sul Corpo della newsletter

Il corpo della newsletter dovrebbe essere composto da sezioni distinte e separate. Questo non solo ti semplificherà la creazione della newsletter, ma aiuterà anche i tuoi lettori a leggere con più facilità la newsletter.

A proposito di questo, puoi utilizzare diversi modelli di newsletter natalizie per velocizzare tutto il processo. Di seguito trovi alcune idee per creare la tua newsletter natalizia.

  • Introduzione: Crea un’introduzione breve e delicata. Puoi iniziare anche con un’affermazione forte o con una domanda.
  • Includi una storia: Narra una storia di Natale del tuo staff.
  • Storie di successo: Includi alcune storie di successo dei clienti per mettere in mostra i loro risultati.
  • Metti in evidenza le tue migliori pratiche: In questa sezione della tua newsletter puoi illustrare le tue migliori pratiche e le opinioni. Puoi per esempio condividere le opinioni degli esperti, le novità sui cambiamenti che avvengono nell’industria e che potrebbero interessare ai tuoi clienti.
  • Lifestyle: Puoi anche consigliare ai tuoi clienti un buon libro che possono leggere il giorno di Natale.

Design e immagini

Non dimenticare di includere il logo della tua azienda e alcuni colori vibranti sullo sfondo. Puoi scegliere tra moltissimi modelli partendo dai colori di base del tuo marchio, e con questi puoi assicurarti che la tua newsletter natalizia sia formattata in modo adeguato per i dispositivi che utilizzano i tuoi clienti.

Se il contenuto della tua newsletter è molto lungo, puoi posizionare il link di un URL oppure puoi includere un pulsante “Continua a leggere” in fondo alla pagina. Questo link dovrebbe portare i tuoi lettori alla pagina delle novità del tuo sito web o del tuo blog.

La tua newsletter natalizia dovrebbe inoltre contenere immagini, in modo tale da creare più coinvolgimento. Se la tua newsletter è interessante, i tuoi clienti la condividerebbero con i loro amici, e questo aumenterà ulteriormente il tasso di clic.

Tuttavia, utilizzare troppe immagini non è mai una buona idea. Puoi inserire alcune immagini per spezzare il contenuto della tua newsletter, ma quello che fa in modo che tu ti distingua dagli altri è la connessione personale che hai con i tuoi clienti, quindi puoi aggiungere le tue foto e quelle dei membri del tuo staff.

Segui le regole

Se stai inviando le tue newsletter natalizie a un grosso numero di clienti, assicurati di avere il loro permesso, e devi inserire un link “Annulla l’iscrizione” in fondo alla pagina. È meglio informare i destinatari sul perché stanno ricevendo queste email da parte tua.

Invia un test

Infine, prima di inviare la newsletter ai tuoi clienti, fai un test inviando prima l’email a te stesso: leggila tutta per assicurarti che non ci siano errori ortografici e grammaticali, in questo modo ti assicurerai che la tua newsletter sia progettata bene e sia priva di errori. Se non dovessi individuarli tutti, gli errori faranno una brutta impressione sui destinatari.

Se vuoi assicurarti che la tua newsletter natalizia sia abbastanza accattivante per aumentare il tasso di apertura, segui i consigli che ti abbiamo dato in questo articolo. Speriamo che questi consigli ti aiuteranno a sfruttare al meglio le tue newsletter questo Natale.

7 Errori di Email Marketing che Abbiamo Rilevato nel 2019

7 Errori di Email Marketing che Abbiamo Rilevato nel 2019

L’email marketing è la soluzione ideale per tutti i tipi di attività e di startup. Secondo gli studi effettuati nel 2018 dal DMA, la piattaforma di marketing ha fornito un ritorno sugli investimenti di quasi $32 per ogni dollaro speso su di essa.

Un altro studio effettuato da Emarsys ha rivelato che l’81% delle piccole e medie imprese si affidano alle email per l’acquisizione di clienti, mentre circa l’80% lo preferisce per la fidelizzazione dei clienti.

Tuttavia, non tutti coloro che utilizzano l’email marketing hanno ottenuto i risultati sperati, soprattutto a causa di errori comuni come quelli che elencheremo.

Mailpro può aiutarti ad evitare questi errori e a costruire il mercato che desideri. Ha un potente server e un sito interattivo che puoi utilizzare.

Nessun pulsante di Call-to-action nella newsletter

La Call-to-action (invito all’azione) è il modo più semplice per invogliare il cliente a svolgere un’azione o a cliccare sul link del sito web. È l’elemento all’interno della newsletter responsabile per la conversione del potenziale lead in un cliente. L’utilizzo di questi pulsanti aumenta il tuo tasso di clic di quasi il 50%.

Il pulsante generatore di Mailpro può aiutarti a integrare questi pulsanti di call-to-action nelle tue newsletter. Abbiamo un generatore avanzato per le newsletter che ti permette di progettarle con diversi tipi di pulsanti CTA inclusi i classici link HTTP, i link sicuri HTTP, i link “chiamami”, SIP, FTP e i link Skype. Il generatore di pulsanti di Mailpro ha inoltre un’opzione per il link “chiamami” per integrare le chiamate del telefono e il link “chat” per le chat di Skype.

Il generatore ti permette inoltre di personalizzare questi pulsanti a seconda del tema e del tipo della newsletter. Puoi scegliere diversi tipi di forme, misure, allineamenti, grandezza del carattere, sfondi, colori e bordi. Inoltre, possiamo creare questi CTA utilizzando l’HTML, il che li rende molto più leggeri dei pulsanti standard; si caricano molto più velocemente e possono apparire anche quando il server di posta elettronica non può mostrare le immagini.

L’utilizzo di newsletter pesanti

La creazione di email altamente creative piene di grafici è il primo istinto di tutti i pubblicitari: secondo loro i grafici e le immagini possono invitare maggiormente i clienti ad aumentare il tasso di clic. Sebbene queste componenti abbiano dei benefici, non funzionano sempre.

La maggior parte delle volte non fanno altro che appesantire la newsletter e, come risultato, si carica così lentamente che gli utenti la ignorano e passano oltre. Quindi cerca di ottimizzare sempre il contenuto della tua newsletter email. Puoi iniziare riducendo la tua email e utilizzando un semplice formato di testo, in aggiunta puoi ottimizzare le immagini e gli altri grafici per una performance migliore e per un caricamento più veloce.

Inoltre, molti consumatori utilizzano la modalità di solo testo per la casella di posta elettronica, quindi avrai bisogno di un piano B per rispondere alle esigenze di questi utenti. Ad esempio, puoi aggiungere del testo rilevante intorno alle immagini; in questo modo, anche se l’immagine non si carica, gli utenti avranno un idea di cosa si sono persi.

Newsletter non adatte ai dispositivi mobili

Non tutti guardano le tue email o il tuo sito web dal desktop; la maggior parte di essi utilizzano i tablet o altri dispositivi mobili. Secondo le statistiche, più dell’80% delle email che invii vengono visualizzate su questi dispositivi mobili. Ciò significa che se una newsletter non è reattiva e adatta a tutti gli schermi, perde più della metà del suo potenziale pubblico.

Il generatore di newsletter di Mailpro è una soluzione perfetta per l’ottimizzazione che ti serve. Puoi creare email che si caricano su qualsiasi schermo con la stessa velocità e modalità di visualizzazione, riducendo in questo modo il tasso di bounce delle tue email.

La parte migliore è che non ti serve nessuna abilità di codifica o di progettazione. L’email adatterà automaticamente le immagini, il contenuto e i grafici per i dispositivi mobili su cui vengono visualizzate. È presente anche uno strumento di pre-visualizzazione che ti aiuterà a controllare il risultato dopo l’ottimizzazione e prima dell’invio.

Inoltre, questo generatore di newsletter ti fornisce modelli reattivi già pronti e supporta la personalizzazione di Drag & Drop per la progettazione delle newsletter. Abbiamo temi per tutte le aziende e per gli eventi.

Pessimo oggetto dell’email

L’oggetto dell’email è la parte più critica dell’email che invii. È l’elemento che diventa visibile per gli utenti anche prima che lui/lei apra la tua email. Infatti, in molti casi, la frase che scriverai avrà un effetto diretto sulla decisione degli utenti di aprire l’email o di cancellarla. Quindi devi assicurarti di rendere l’oggetto interessante e breve, eppure diretto per il tuo obiettivo finale.

Puoi inoltre considerare l’idea di ottimizzarla con parole intriganti e CTA come “compra ora” o “gratuito.” L’utilizzo di un giorno o di un orario crea un senso di urgenza molto utile. In modo simile, è meglio utilizzare un’anticipazione breve e semplice del testo dell’email. Puoi avere dei benefici utilizzando anche caratteristiche uniche e un pizzico di humor.

A parte questi aspetti, puoi anche prestare attenzione alle parole che usi. Puoi anche utilizzare uno strumento anti-spam per evitare che gli oggetti vengano etichettati come spam.

Trattare tutti allo stesso modo

Non tutti gli abbonati e i potenziali clienti della tua lista di contatti ha le stesse esigenze e la stessa routine. Alcuni magari accedono alle email più volte al giorno, mentre altri vogliono riceverle settimanalmente o mensilmente. In modo simile, alcuni vorrebbero sapere dei nuovi arrivi mentre altri sarebbero più interessati agli sconti e alle promozioni lampo.

Se utilizzi lo stesso tipo di messaggi per tutti, rendi meno importante la tua email. Più del 60% di persone cancellano le email  se la trovano irrilevante. Inoltre, il 27% di loro annullerà l’iscrizione e il 23% la etichetterà come spam. Non solo danneggerai il tuo ritorno di email marketing, ma potresti allontanare per sempre un potenziale cliente dal tuo marchio.

Quindi devi sempre creare un sistema di categorizzazione per questo aspetto; puoi suddividere i potenziali clienti a seconda dell’età, della posizione geografica, dell’età, degli interessi, della lingua e di molti altri aspetti. Le ricerche e gli acquisti effettuati in passato possono aiutarti ad anticipare i loro interessi e a personalizzare le email. Sarebbe inoltre ideale chiedere ai clienti le loro preferenze nel momento in cui si iscrivono alla newsletter.

Email non personalizzate

Adattare la newsletter email per gli utenti individuali o per i gruppi è una parte considerevole dell’email marketing. Uno studio effettuato da eConsultancy ha rivelato che più del 74% dei pubblicitari credono che la personalizzazione possa aumentare i tassi di coinvolgimento. Adottare questa personalizzazione nella tua campagna email può aumentare il tasso di ritorno degli investimenti e aiutarti ad espandere la tua lista di abbonati.

Puoi facilmente integrare la personalizzazione nella tua newsletter con Mailpro. Il processo è molto semplice e intuitivo: devi semplicemente aggiungere i dettagli del contatto mentre carichi la lista degli indirizzi e inoltre creare campi di personalizzazione per loro. Questo strumento include 25 campi, incluso il cognome, la classe, il tipo, il nome e molto altro. Ti permette inoltre di creare campi per le promozioni e le offerte.

Quando avrai la lista, potrai usare questi campi per categorizzare il contatto e inviare le newsletter personalizzate.

Dopo la categorizzazione iniziale, puoi semplicemente selezionare la posizione in cui aggiungere questo elemento dinamico nella tua newsletter. Devi solo selezionare il punto, cliccare sull’icona, selezionare il campo che vuoi aggiungere e hai finito.

Inoltre, ti permettiamo di aggiungere questi campi personalizzabili nel tuo oggetto dell’email.

Link non funzionanti nelle newsletter

Lo spam è una delle ragioni principali per cui si ottengono tassi di clic bassi nelle tue email. L'industria del marketing è responsabile di più del 70% delle email spam su internet. Il problema può essere dovuto a vari fattori, inclusi bassi tassi di coinvolgimento, oggetti dell’email ingannevoli e uso ridotto della casella di posta.

Tuttavia, il motivo principale per questo problema è il tuo contenuto. Quasi i ¾ delle tue email finiscono nelle caselle di spam a causa del contenuto della tua newsletter. Il test anti-spam di Mailpro può aiutarti a ridurre questi tassi di spam. Lo strumento gratuito può testare le email cercando gli errori e altri problemi prima che tu proceda all’invio. Con questo strumento puoi anche assicurarti che non ci siano link non funzionanti o messaggi pesanti.

Lo strumento di anti-spam controlla inoltre il rapporto tra immagini e testo ed elimina le parole spam per ottenere risultati migliori. In conclusione, questo strumento ti fornisce un punteggio di spam come conferma del progresso.

Un’altra parte dello strumento è la sua facilità. Puoi anche accedervi cliccando sull’opzione “controlla spam” nel messaggio.

Le ultime parole

Mailpro è il miglior servizio per migliorare i risultati della tua campagna di email marketing. Ti aiutiamo ad evitare gli errori comuni e ad ottenere il massimo dalla tua campagna.

Chiedi ulteriori informazioni sugli strumenti di email marketing di Mailpro, oppure crea un account su Mailpro per ottenere 500 crediti gratuiti per i servizi.

La Migliore Strategia di Marketing del 2020

La Migliore Strategia di Marketing del 2020

L’email marketing inizia ad essere sempre più diffuso. Continua a cambiare, adattarsi e a migliorarsi a seconda del mutevole ambiente imprenditoriale, e governa come mai prima d’ora sull’industria del marketing online.

Secondo una stima fatta da Marketo, l’attività principale che si svolge su internet è quella di controllare le email. Circa il 94% degli utenti internet va online solo per controllare le email, che sono diventate senza alcun dubbio una parte importante della nostro cultura, in quanto forniscono un ritorno sugli investimenti di circa 39,40 $ per ciascuna email.

Nel 2010 sono state inviate circa 247 miliardi di email al giorno, e si prospetta che questo numero salga a 3027 miliardi nel 2020.

Queste cifre sono abbastanza interessanti da motivarti ad avviare una strategia di email marketing nel 2020. Quindi, per cosa dovresti prepararti e cosa ci sarà in cantiere nel prossimo anno? Diamo un’occhiata.

Crea una lista di contatti

Quando stai per avviare la tua campagna di email marketing, ti farai subito una domanda: ho una lista di contatti a cui mandare le email? Questo rende imperativo avere una lista di contatti pulita.

Sebbene tu possa essere tentato di acquistare un database da terze parti o di mandare email a caso prendendo gli indirizzi altrove, la regola principale è quella di assicurarti di non creare email spam.

È ovviamente inutile inviare un’email promozionale a un tedesco se il tuo negozio eCommerce è basato in Australia e offre solo spedizioni nazionali.

Inoltre, quando invii email personalizzate solo a un determinato pubblico, migliori nettamente i tuoi tassi di apertura e di clic, aspetti che ti aiuteranno a raggiungere i tuoi obiettivi.

Per ottenere contatti di qualità e una lista di contatti pulita, devi convincere i tuoi utenti a iscriversi alla tua newsletter e Mailpro può aiutarti, assistendoti nella creazione di un modulo online con cui i tuoi clienti possono iscriversi facilmente alla tua newsletter.

La segmentazione al meglio

Con clienti intelligenti nasce la necessita di creare strategie di marketing intelligenti che possano essere personalizzate a seconda delle preferenze e dei comportamenti dei clienti. Per questo motivo è altamente consigliato di segmentare i clienti in modo dinamico, a seconda delle informazioni ricevute in tempo reale.

Questo ti permetterà di aggiornare la lista di contatti in base alle interazioni precedenti dei clienti con il tuo sito web, e inviare le email di conseguenza.

Mailpro è uno strumento eccezionale che ti aiuta a segmentare le tue email in base al tuo file contenente gli indirizzi. Puoi crearlo internamente, segmentarlo e tenere tutto ben organizzato.

Email facilmente accessibili e adatte ai dispositivi mobili

L’ultima cosa che dovresti fare è inviare email che non sono adatte ai dispositivi mobili e non sono accessibili per i tuoi utenti. Sai quale sarebbe il risultato? Tutti i tuoi sforzi andrebbero sprecati e non riusciresti a goderti la trazione prevista dai tuoi utenti.

Oggigiorno è necessario progettare le email in modo tale che possano essere lette da tutto il tuo pubblico, indipendentemente dal tipo di schermo su cui le visualizzano. Inoltre, potresti fare in modo che possano essere comprese anche dagli utenti disabili.

Si prospetta che nel 2020 ci saranno migliori tecniche di codifica email, quindi approfittane per progettare email altamente accessibili. Utilizza l’attributo ALT per ogni immagine che inserisci nell’email, in modo tale che anche gli utenti ipovedenti possano comprendere il contenuto dell’email.

Puoi progettare le tue newsletter reattive e le email con Mailpro, che ti fornisce un accesso veloce ai modelli reattivi per email. Inoltre puoi anche creare la tua newsletter con l’aiuto del generatore di email.

Personalizza ogni messaggio

Che tu ci creda o no, un messaggio personalizzato, come ad esempio quello con cui accogli l’utente scrivendo Ciao John ti farà ottenere un più alto ritorno sull’investimento se confrontato con un’email generale in cui si trova scritto solo Ciao oppure Caro utente!

È l’era della personalizzazione e sempre più clienti vogliono che le aziende li trattino in modo più umano, vogliono che le aziende si preoccupino per loro e non c’è modo migliore di farlo che con le email personalizzate.

Oltre a chiamarli con il loro nome, potresti anche inviare email a seguito di un loro acquisto recente, accettare il loro feedback, chiedergli se il procedimento di acquisto sia stato veloce, fargli gli auguri per compleanni e anniversari, e offrirgli sconti per le occasioni speciali.

Se la personalizzazione dell’email ti sembra troppo difficile, viene in tuo soccorso Mailpro. Lo strumento ti aiuta a creare email personalizzate permettendoti di inserire dinamicamente i dati nel tuo messaggio.

Automatizza le tue newsletter

L’automazione delle email è disponibile da molto tempo ed è migliorata sempre di più nel corso degli anni. L’integrazione dei servizi cloud nell’ambiente imprenditoriale, è diventato sempre più facile per le aziende accedere ai dati e utilizzarli per le loro strategie di marketing.

L’automazione non solo ti aiuta a inviare e a monitorare le email con il clic di un solo pulsante, ma ti aiuta anche ad analizzarne e a studiarne i risultati e a stabilire la definizione di parametri di riferimento delle prestazioni per un approccio più diretto.

Puoi anche migliorare la tua strategia di email marketing con il corretto uso dell’apprendimento automatico e delle tecniche di apprendimento profondo. Per migliorare ulteriormente il flusso di lavoro, puoi automatizzare le fasi del ciclo di vita dei clienti

Mailpro ti aiuta a creare una serie di email automatiche. Lo strumento ti permette di inviare un’email di benvenuto non appena qualcuno si iscrive alla tua newsletter e un’email di follow-up quando qualcuno abbandona il carrello e così via.

Call-to-action chiara nelle tue campagne

Non dimentichiamo che la tua campagna di email marketing è inutile se non contiene un’appropriata call-to-action in fondo all’email.

Come potrai persuadere i clienti a visitare il tuo negozio? Come li convincerai a usare il codice promozionale o a sfruttare la tua vendita stagionale?

È a questo punto che una call-to-action ben realizzata e posizionata può aiutarti reindirizzando i tuoi clienti ad effettuare l’azione appropriata e motivandoli a fare l’azione desiderata.

Mailpro ti permette di includere una vasta gamma di pulsanti di call-to-action a seconda delle tue esigenze. Puoi scegliere il classico link, quello sicuro, il link di messaggio per Skype, il link SIP, il link FTP e molto altro ancora.

Qualità, non quantità

Non si può negare il fatto che l’email marketing sia uno strumento importante che può migliorare la visibilità online del tuo marchio. Tuttavia, è altrettanto vero che non puoi continuare a bombardare di email i tuoi clienti nel tentativo di rendere più efficace la tua campagna.

A dire la verità, inviare email troppo di frequente potrebbe avere un effetto negativo: i tuoi utenti potrebbero cancellare l’iscrizione alle tue email se gli sembra di ricevere troppe comunicazioni. Inoltre, se superi il limite possono anche segnalare le tue email come spam, etichetta che peggiorerà come non mai la tua reputazione!

La cosa migliore è iniziare con poco e vedere come reagiscono i tuoi utenti alle email. Analizza i trend e usa le statistiche per definire il tuo piano d’azione.

Il tempismo è importante

Scoprire il momento perfetto per inviare le email è estremamente importante. Anche se purtroppo non abbiamo la risposta perfetta per poter ottenere la trazione migliore, possiamo sicuramente aiutarti dandoti dei consigli e idee.

Ti consigliamo di inviare le tue email il martedì per ottenere un maggiore coinvolgimento. Tuttavia, puoi anche utilizzare i dati ricavati dalle tue campagne precedenti e capire in questo modo cosa sia migliore per te.

Seguendo le regole base, dovresti sempre inviare le tue email nei momenti più tranquilli della giornata e non in quelli più impegnativi; questo perché se invii le tue email il lunedì intorno a mezzogiorno, c’è un’alta probabilità che non verranno notate dai tuoi utenti in quanto potrebbero essere impegnati a fare altro. D’altro canto, inviarle all’ora di pranzo e la sera aumenta la probabilità che vengano aperte.

Inoltre, invia le tue email a un orario particolare, ad esempio alle 10:13 invece che alle 10:00. Questo perché inviare le email in un orario perfetto le ritarda e il destinatario potrebbe non riceverle quando dovrebbe.

Provalo!

È importante menzionare che il contenuto della tua newsletter ha un ruolo importante nel determinare lo stato della tua email, ovvero se sia o meno spam. È in questo che ti aiuta Mailpro, svolgendo un veloce test anti-spam che ti permette di avere un punteggio spam, e ti fa evitare le parole spam, i link rotti e si assicura che la tua email non sia considerata spam.

Ti aiuta inoltre a condurre un test A/B e a fare una statistica multivariata che ti aiuta a prendere decisioni pensate.

Le conclusioni

Poiché le campagne di email marketing stanno diventando sempre più avanzate, è giunto il momento che tu utilizzi le migliori strategie e le migliori pratiche per creare una campagna di successo. Devi semplicemente seguire i consigli menzionati sopra e nel 2020 riuscirai a creare una strategia di email marketing che si distingue da tutte le altre.

Che cosa ne pensi? Facci sapere cosa ne pensi nei commenti.

L’Evoluzione dell’Email Marketing

L’Evoluzione dell’Email Marketing

La maggior parte degli utenti email delle aziende ricevono più di 100 email e ne inviano più di 30 giornalmente. In altre parole, inviare email e leggerle richiede molto tempo. Non è avvenuto all’improvviso, ma tramite un processo. In questo articolo daremo un’occhiata all’evoluzione dell’email marketing.

Se sei un utilizzatore di email, potresti ricevere ogni giorno. Anche se non invii nessuna email, ricevi comunque molti messaggi nella casella di posta da dover controllare ogni giorno. Queste compagnie o aziende inviano le email per scopi di marketing.

Ora la domanda è, come hanno iniziato le aziende a utilizzare le email per pubblicizzare i loro prodotti e servizi? Risponderemo nel dettaglio a questa domanda e parleremo inoltre del percorso che sta facendo l’industria del marketing.

La storia inizia nel 1978 con Gary Tuerk, il manager di marketing di una famosa corporazione nota come Digital Equipment Corp. Il compito di Gary era quello di promuovere il TSeries dei sistemi di cera. La Digital Equipment Corporation aveva centinaia di clienti, quindi Gary decise di trovare un modo per contattare tutti nello stesso momento, per risparmiare tempo e denaro.

La nascita dello spam

I computer Apple nacquero nel 1976. La Digital Equipment Corporation decise di estendere l’architettura PDP-11 e scelta la 32 bit. A parte questo, l’azienda decise inoltre di includere un sistema di memoria virtuale, quindi quello finale era un’estensione dell’indirizzo virtuale per l’architettura VAX.

Il VAX-11/780 è stato il primo computer che ha integrato questa architettura di computazione. DC chiamò questa macchina “super mini-computer” T-Series, l’ultimo modello del suo super computer.

Gary voleva trovare un modo per comunicare con i clienti dell’azienda; in altre parole stava cercando un tipo di tecnologia che gli avrebbe reso possibile comunicare contemporaneamente con i clienti che si trovavano sui lati opposti del continente americano. Non voleva scrivere email singole per ogni cliente, quindi, con l’aiuto del suo assistente, inviò un’email unica su un evento informativo a 400 clienti.

Come risultato, l’azienda fece un record di vendite. Nel 2007 Computer World ha intervistato Gary, che in risposta a una domanda ha rivelato che il nuovo modo di inviare email aveva portato a un profitto di 14 milioni di dollari. La corporazione riuscì a vendere tante macchine DC per arrivare a un valore di circa 14 milioni di dollari.

Gary disse anche di aver ricevuto molte lamentele da parte dei clienti, ma i benefici le superavano di gran lunga.

"spam" è il termine che è emerso più avanti. Non è chiaro come il termine “spam” sia stato associato all’email marketing, anzi, non è chiaro l’origine dell’email stessa. Secondo alcune persone la parola è stata presa da un siparietto comico di Monty Python nel 1970. Altri credono che la sua origine derivi dal primo ambiente condiviso in tempo reale, che veniva chiamato MUD (multi user dungeon).

La decisione presa da Thuerk ha portato a una rivoluzione nel mondo delle strategie dell’email marketing una volta per tutte. Le aziende hanno iniziato a inviare centinaia di email indesiderate a una grande lista di utenti.

L’Evoluzione dell’Email Marketing

Email marketing e telefoni cellulari

Il mondo vide il primo smartphone nel 1992, e in questo modo i proprietari dei cellulari potevano inviare e ricevere email. Apple rilasciò il suo primo smartphone nel 2007 e gli venne dato il nome di iPhone. Secondo un annuncio fatto da Apple nel 2011, la compagnia aveva venduto più di 100 milioni di iPhone. Un altro rapporto ha rivelato che più del 75% di utenti di iPhone in Gran Bretagna aveva utilizzato lo smartphone per inviare email. Infatti oggigiorno l’invio e la ricezione di email sui cellulari è una delle attività più popolari.

Secondo un rapporto rilasciato nel 2012, più del 40% delle email inviate per scopi di marketing erano state ricevute sui dispositivi mobili. Visto che la maggior parte dei clienti leggevano le email sui cellulari, gli esperti di marketing decisero di provare a trovare nuovi modi per far sì che le email apparissero al meglio sui dispositivi.

Nello stesso periodo, i siti dei social media iniziarono ad avere un grande impatto sulle campagne di marketing che utilizzavano le email. Nel 2006, Facebook fu reso disponibile per gli utenti comuni e per la fine dell’anno contava più di 100mila pagine di aziende. Quindi molte aziende iniziarono ad utilizzare Facebook per attirare potenziali clienti.

Questa era l’era in cui i consumatori potevano comunicare con diverse aziende utilizzando mezzi diversi, come email, Facebook e Twitter. Quindi in paio di anni, l’importanza della gestione e della raccolta dei dati è aumentata significamente. Di conseguenza, l’attenzione si è spostata dai computer desktop a due tipi di dispositivi mobili, ovvero cellulari e tablet.

Email automatiche e ricevitori

Oggi, la maggior parte degli esperti di marketing conoscono l’importanza dell’automazione delle email. L’automazione permette ai promotori di inviare email nei momenti migliori per ottenere una maggiore conversione.

La buona notizia è che puoi utilizzare un software di automazione del marketing per automatizzare le email senza sprecare denaro.

Per poter usufruire dell’automazione devi utilizzare una piattaforma di marketing o di email.

L’uso di foto e di Gif nelle email

In breve tempo i promotori iniziarono a includere le Gif nelle loro newsletter, per una migliore percezione. Visto che i formati delle immagini sono PNG o JPEG, funzionano su quasi tutti i client di posta elettronica. Anche se la Gif non viene mostrata, il primo fermo immagine è sempre visibile, quindi gli abbonati non si confondono. Le Gif vengono utilizzate per i seguenti scopi:

  • Aggiungono umorismo
  • Rendono le email più amichevoli e accattivanti
  • Creano interesse
  • Aggiungono divertimento
  • Aggiungono intrigo

Il futuro

L’email marketing non è mai stato così popolare, in quanto le campagne di email marketing si concentrano su pubblicità estremamente personalizzate. Quindi le email di oggi sono personalizzate a seconda delle necessità e degli interessi dei clienti.

I promotori in questi anni stanno affrontando molte difficoltà a causa della collusione tra le leggi di protezione dei dati sia regionali che nazionali e il commercio globale.

In Europa, la Commissione Europea ha fatto entrare in vigore il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati nel 2018. Lo scopo di questo regolamento è quello di unificare e rafforzare la protezione dei dati per le persone che si trovano all’interno dell’Unione Europea.

È questo il processo che ha affrontato l’email marketing. Oggi le email sono uno dei mezzi migliori con cui le aziende possono condurre le loro campagne di email marketing, e la maggior parte di esse sta ottenendo il massimo dall’uso di questa tecnica.

Sfrutta al Massimo il Black Friday con l’Email Marketing

Sfrutta al Massimo il Black Friday con l’Email Marketing

Se sei un’azienda che opera nell’e-commerce, sicuramente saprai già quanto sono importanti il Black Friday e il Cyber Monday. Questi due eventi potrebbero rivelarsi il successo o il fallimento dell’intero anno!

Giustamente, il Black Friday genera 3,6 di vendite e-commerce in più rispetto a un giorno qualsiasi del mese di novembre. E seguendo il trend, le vendite del weekend del Black Friday mostrano una crescita sempre maggiore, anno dopo anno.

Se confrontato a quello del 2017, il Black Friday del 2018 è stato molto più imponente e migliore per quanto riguarda le vendite. Secondo i dati rilasciati dalla Federazione Nazionale dei Commercianti Statunitensi, 165 milioni di americani hanno fatto acquisti durante il Black Friday, il Cyber Monday e durante il giorno del Ringraziamento.

Analizziamo più da vicino le statistiche:

  • Il Ringraziamento del 2018 è riuscito a generale il 27,9% in più di vendite online se confrontato con quello del 2017. L’ordine medio del 2018 è aumentato dell’8% percento rispetto al 2017.
  • È stato generato un profitto di 7,9 miliardi di dollari durante il Cyber Monday, con un aumento del 19,3% rispetto al 2017.

È quasi assicurato che il Black Friday del 2019 supererà questi numeri, di conseguenza è meglio organizzarsi per tempo e sfruttare al massimo l’email marketing. Come si può fare? Scegli i modelli di newsletter giusti per il Black Friday, scegli i clienti giusti e crea una strategia efficace.

Scopriamo come fare.

Le migliori strategie di email marketing per il Black Friday

Avvia in anticipo la tua campagna di email marketing

I clienti iniziano a intasare i negozi online alle prime luci dell’alba. Assicurati quindi di non aspettare l’ultimo secondo per lanciare la tua campagna di email marketing. Invece, inizia in anticipo avviando la tua campagna almeno una settimana prima della data fissata.

Ti consigliamo di inviare almeno tre email: la prima dovrebbe fornire al cliente un’anticipazione sulle offerte che potrà trovare; la seconda dovrebbe fornire maggiori informazioni sugli sconti e la terza dovrebbe fare da promemoria.

Crea la tua lista di abbonati

Per eseguire una strategia di email marketing di successo, è necessario avere una lista di contatti email esaustiva. Pensa ai clienti che hanno già acquistato nel tuo store. È molto semplice occuparsi dei clienti esistenti piuttosto che cercare di trovarne di nuovi.

Per incrementare la tua lista di abbonati, cerca di dare una sensazione di urgenza offrendo affari imperdibili ai tuoi clienti; e per avere più iscritti, assicurati che i tuoi moduli per l’iscrizione enfatizzino in particolar modo le offerte stagionali.

Un altro modo per ottenere l’indirizzo email dei visitatori è quelli di creare una landing page specifica per la stagione festiva.

Dividi l’oggetto dell’email su due righe

Sebbene lanciare la tua campagna di email marketing sia relativamente facile, la cosa più difficile è estrarre da questa l'indice di redditività investito. Potresti non ottenere un alto tasso di apertura, e anche se ci riuscissi, non molte persone potrebbero effettuare un acquisto.

Per questo motivo è essenziale seguire il giusto percorso fin dall’inizio, e l’oggetto dell’email è uno degli aspetti critici che potrebbe avere un impatto sulla percezione dei tuoi clienti.

Detto questo, quando si tratta dell’oggetto dell’email non ci sono frasi giuste o sbagliate, devi scegliere solo quello più adatto a te. Devi seguire il tuo intuito, eseguire qualche test di prova, analizzare, provare a fare una previsione e poi ripetere tutto il procedimento per l’email successiva.

Concentrati sull’abbandono del carrello

L’abbandono del carrello è uno dei problemi più gravi che devono affrontare tutti i proprietari di e-commerce. Tuttavia, l’utilizzo di email automatiche per sollecitare il cliente sul carrello abbandonato, nel 2017 ha portato a un tasso di apertura del 34% e a un tasso di clic del 9%.

Queste cifre sono migliorate nel 2018, con il tasso di clic aumentato dal 7,62% del 2017 al 9% del 2018.

Qual è la conclusione? Spesso i clienti si trovano inondati di offerte durante il Black Friday, quindi è importante ottenere la loro attenzione e convincerli ad acquistare mentre l’offerta è ancora valida.

Progetta con attenzione la tua newsletter

Simile all’oggetto della tua email, il design della tua newsletter ha un impatto sull’umore dei tuoi clienti. Assicurati che la tua email sia progettata in modo appropriato, rifletta le festività e crei un rapporto di fiducia con i tuoi clienti

In aggiunta, assicurati che la tua newsletter sia reattiva in modo tale che si adatti agli schermi di tutti i dispositivi. Non concentrarti sul suo design, devi anche assicurarti che sia scritta bene e che non contenga errori grammaticali o ortografici.

Analizza i trend dell’anno precedente

Se vuoi avviare bene il tuo email marketing festivo, è essenziale imparare dal passato. Scava nei dati storici delle tue campagne email, controlla i trend delle giornate in cui hai notato il maggior numero di aperture, quali erano gli oggetti delle email più popolari e molto altro ancora.

Ricava gli input dalle campagne precedenti e costruisci la tua strategia intorno ad essi. La cosa più importante è quella di non dimenticare di inserire un pulsante di call-to-action in fondo all’email per aiutare i clienti ad effettuare l’azione desiderata.

I passi successivi

Tenendo tutto questo in considerazione, è il momento di avviare la tua campagna di email marketing. Per sfruttare al massimo la stagione festiva, ti consigliamo caldamente di iniziare in anticipo. Aumenta l’anticipazione per le tue offerte per il Black Friday e integra le tue campagne sui social media e sulle email per ottenere i risultati migliori.

I Benefici dell’Invio di Email Automatiche per gli Auguri di Compleanno

I Benefici dell’Invio di Email Automatiche per gli Auguri di Compleanno

Il successo di un’azienda è in gran parte determinato dalle strategie di marketing implementate. Sebbene molte aziende si concentrino sule vendite, solo i commercianti perspicaci sanno che il migliore per restare sempre al passo è quello di concentrarsi su aspetti che vanno oltre le semplice vendite, ovvero sulla creazione di rapporti duraturi con i clienti.

Potresti chiederti, “Come posso costruire questi rapporti?” Beh, ci sono vari modi per farlo, ma uno dei più popolari è l’invio di email automatiche per gli auguri di compleanno.

Ricordi i 30 secondi di felicità e la giornata piena di ottimismo che segue dopo che qualcuno ti fa gli auguri di compleanno? Questo è un semplice esempio di quanto possano essere importanti gli auguri di compleanno.

Capisco, ma come posso mandare le email per gli auguri di compleanno?

Ti capiamo perfettamente. Ricordare il compleanno di ciascuno dei tuoi clienti è una sfida impossibile, e anche se in qualche modo riuscissi ad inviare manualmente un’email a ciascuno di loro, finirebbe per essere un compito stancante e soggetto a errori.

Fortunatamente non devi applicare nessuno di questi metodi obsoleti. Non devi far altro che automatizzare il tuo processo di email marketing e inviare email automatiche per gli auguri di compleanno.

È fantastico! Potresti spiegarmi l’importanza di email automatiche per gli auguri di compleanno?

Inizialmente potrebbe sembrarti inutile inviare email automatiche per gli auguri di compleanno, tuttavia rappresentano l’opportunità ideale per poter superare la concorrenza. 

Ecco un’analisi approfondita:

Crea rapporti di fiducia.

Come abbiamo già detto, le email automatiche per gli auguri di compleanno ti aiutano a creare rapporti duraturi e fondati sulla fiducia con i tuoi clienti.

Se inviare una semplice email per il compleanno dei tuoi clienti non ti sembra abbastanza, puoi fare molto di più e aggiungere uno sconto speciale dedicato al loro compleanno. Credici, impazziranno per questo gesto e saranno fedeli al tuo marchio per tutta la vita!

Migliori tassi di conversione.

Ai tuoi clienti potrebbe non piacere un’email che ha come oggetto “Abbiamo appena lanciato la nostra collezione invernale”, ma apriranno sicuramente un’email che annuncia “Ecco a te uno sconto per il tuo compleanno,” oppure un semplice “Tanti auguri di buon compleanno da XYZ”.

Hai capito cosa intendiamo, vero?

Beh, questo è il motivo per cui le email automatiche per gli auguri di compleanno sono capaci di generare il 342% di profitti maggiori per email se confrontate con le email promozionali. E c’è di più, queste email ottengono anche un tasso di clic del 179%.  

Richiama i clienti dormienti.

Credici, l’invio di email automatiche per gli auguri di compleanno è uno dei modi migliori con cui puoi richiamare i clienti dormienti. Questo è dovuto al semplice fatto che queste email non sono spam o promozionali, ma sono premurose.

Le migliori pratiche per l’invio di email automatiche per gli auguri di compleanno

Ora che ti sei convinto a fare questo passo, ecco alcune delle pratiche migliori che ti aiuteranno a fare le cose per bene:

  • Inviare una singola email nel giorno speciale per il tuo cliente potrebbe perdersi nella mischia. Potrebbero non voler guardare gli schermi in un giorno di festa, forse sono in vacanza o stanno festeggiando, o magari stanno dormendo. Quindi c’è un’alta probabilità che la tua email non venga notata. Questo è il motivo per cui consigliamo di impostare una campagna dilazionata. Inizia a inviare le email 15-20 giorni prima, e aumenta man mano che ti avvicini al grande giorno.
  • Per aumentare il senso di urgenza, ti consigliamo vivamente di includere un tempo di validità programmato. Potresti scrivere qualcosa del genere: Usa il codice sconto COMPLEANNO, scadrà tra 5 giorni.
  • Porta la conversione a un altro livello inviando ai tuoi clienti un’email di feedback, usando quest’opportunità per promuovere altre offerte. Puoi inoltre offrire loro un codice sconto per il prossimo acquisto per ordini che soddisfano una spesa minima. Questa sarà un’esca perfetta che ti aiuterà a effettuare più vendite.
  • È importante concentrare l’attenzione delle tue email automatiche sui clienti. Personalizza la tua email e non dimenticare di menzionare che questa è un’offerta esclusiva dedicata al loro compleanno!
  • Progetta in modo appropriato la tua email per gli auguri di compleanno. Puoi farti ispirare anche dalle nostre newsletter per gli auguri di compleanno.

I prossimi passi

Inviare un’email automatica per gli auguri di compleanno ai tuoi clienti è il modo perfetto per mostrare il lato umano della tua azienda: creerai una connessione e si sentiranno coccolati. Devi mostrare che il tuo marchio non solo è premuroso, ma che è anche accessibile.

Se questa strategia ti porta dei risultati positivi, puoi fare un ulteriore passo avanti e inviare email automatiche per gli anniversari.

Inizia ora a pensare e a progettare la strategia perfetta.

L’Importanza dell’Automazione delle Email per le Aziende

Automazione delle Email

Le email sono più importanti di quanto tu possa immaginare! Secondo un’ultima statistiche, ci sono più di 4,5 miliardi di account email in tutto il mondo, e ogni giorno vengono inviate più di 180 milioni di email.

È questo il potenziale di questa grande piattaforma, ed è per questo che ha senso investire di più nell’email marketing per ottenere risultati positivi. Tuttavia, scrivere faticosamente email per ogni cliente è assolutamente impensabile.

Quindi qual è la soluzione? L'automazione delle email per le aziende. Che cosa sarebbe?

Scopriamolo.

Cos’è l’automazione dell’email marketing?

La risposta è scontata: è un processo di automazione dell’intero procedimento di email marketing; questo significa che non c’è più bisogno che tu debba scrivere e inviare le email manualmente. Tutto questo potrebbe essere gestito tranquillamente con un software di email marketing. C’è di più! Questo software di automazione può anche inviare le email in orari specifici ed essere inviate ai clienti quando ce n’è bisogno.

Tuttavia possono fare molto altro, infatti l’automazione dell’email marketing ti può aiutare in molti altri modi. Diamo un’occhiata.

È automatico.

Probabilmente uno dei vantaggi migliori dell’email marketing è che tutto il processo è completamente automatizzato. Non devi lavorare o inviare manualmente centinaia di email ai tuoi clienti. Non devi far altro che scegliere un criterio specifico per azionare il flusso di lavoro richiesto, dopodiché avrai finito.

Si occupa dei leads.

Se il motivo principale per la tua campagna di email marketing è quello di migliorare i leads, l’automazione delle email fa anche questo. I leads sono sensibili, tuttavia i team di vendite ne cercano di nuovi prima che scompaiano, e la maggior parte delle volte ai leads non piace essere inseguiti.

Potrebbero aver scaricato un eBook o un libro bianco dal tuo sito web e potrebbero non avere ancora scelto cosa fare. Iniziare a fare le chiamate a freddo non farò altro che allontanarli. Ed è in questo momento che i flussi di lavoro delle email si rivelano vantaggiosi.

Puoi semplicemente condividere alcune informazioni utili relative a ciò che stanno cercando per la loro casella di posta. Se fatto correttamente, il lead non solo riceverà da te dettagli utili, ma potrà anche scoprire di più sulla tua azienda e sul tuo servizio, e magari potrebbero contattare direttamente il tuo team di vendite! È per questo che è importante l’automazione dell’email marketing!

Leggi questo: Le email automatizzate hanno tassi di apertura maggior del 119% rispetto alle email normali.

Mette in mostra le capacità del tuo team di vendita.

Uno degli aspetti migliori degli strumenti delle email automatizzate sono i rapporti dettagliati e le statistiche che forniscono alle aziende. La tua email è stata aperta? Il tuo cliente ha letto l’email automatizzata? Qual è il tasso di clic? Puoi trovare le risposte a queste domande importanti con l’aiuto degli strumenti delle email automatizzate.

Alcuni strumenti sono anche muniti della capacità di inviare una notifica al team di vendite interno quando qualcuno fa un’azione attraverso l’email. Tutte queste funzionalità forniscono molti dati al tuo team di vendite e li aiuta a improvvisare le loro strategie di vendita.

Leggi questo: I commercianti B2C che si connettono con i clienti attraverso le email automatizzate riscontrano tassi di conversione più alti del 50%!

Aumenta la consapevolezza del marchio.

Accettiamo il fatto che possono succedere degli imprevisti. Possiamo entrare in un periodo più impegnativo e anche i dipartimenti di marketing più seri possono dimenticare le cose, potrebbero focalizzarsi troppo sulle campagne di marketing sui social media e dimenticarsi completamente dell’email marketing. Ammettiamolo, scrivere email individuali è noioso ed è dispendioso in termini di tempo.

Ma non è questo il caso quando fornisci alla tua organizzazione uno strumento adatto per svolgere l’automazione delle email e che automatizza per te il flusso di lavoro. Non avrai più bisogno di rimandare le cose e come risultato potrai comunicare con i tuoi clienti attuali e con quelli potenziali in modo tempestivo. Tutto questo non fa altro che aumentare la consapevolezza del marchio... cosa potresti chiedere di più?

Facilita una personalizzazione facile.

Se pensi che gli strumenti per l’automazione delle email automatizzeranno il processo ma invieranno email semplici e noiose con poche opzioni per la personalizzazione, ti conviene rivalutare la tua opinione.

La maggior parte degli strumenti di email marketing permette alle aziende di inviare email personalizzate. Quindi non dovrai più accogliere i tuoi clienti con un semplice “Ciao!”, ma potrai personalizzare l’email con un “Ciao, Kate!”

E questo non è tutto: puoi anche aggiungere informazioni personali, come ad esempio la località del destinatario, l’azienda per cui lavora e molti altri dettagli. Questo ti aiuterà senza dubbio a connetterti con il tuo pubblico in modo più efficace.

Leggi questo: Le email personalizzate ricevono fino a 6 volte più profitti delle email non personalizzate.

Riduce gli errori.

Una delle cose che allontana la maggior parte dei clienti è trovare un errore nell’email ricevuta. Di certo non ti piacerebbe ricevere un’email che contiene l’indirizzo sbagliato o molti errori di battitura. Questo rovinerebbe la tua reputazione e il cliente potrebbe non prenderti sul serio.

Ed è a questo punto che entra in gioco il flusso di lavoro delle email. Puoi controllarle e utilizzare anche l’editor integrato per trovare tutti gli errori prima di inviare le email.

Il prossimo passo.

Come ti abbiamo mostrato, l’automazione dell’email marketing è necessario. Ti fa risparmiare tempo, elimina gli errori, aumenta la consapevolezza del marchio e ti aiuta a connetterti con i tuoi clienti in modo più personalizzato e tempestivo.

Crea subito un account gratuito Mailpro!

Come la Reputazione dell’IP Può Influire sulla Consegna delle Email?

Reputazione dell’IP

Con il tempo, le tue campagne email possono attivare i filtri anti-spam dei server di posta elettronica dei destinatari, e questo effetto cumulativo delle tue campagne ha un impatto sulla tua reputazione degli invii. Lo stato dei tuoi invii può essere buono o pessimo: lo stato della reputazione dei tuoi invii dipende da molti fattori, come dalla reputazione del tuo IP e del dominio. In questo articolo ci concentreremo su come la tua reputazione IP può influire sulla consegna delle tue email. Entriamo nel dettaglio.

La tua reputazione degli invii è in parte associata con l’indirizzo IP che stai utilizzando per inviare le tue email. L’IP con una pessima reputazione farà diminuire considerabilmente il tasso di apertura delle email. Il tasso di apertura delle email si riferisce a una percentuale di email di marketing che l’utente ha aperto. Idealmente, il tuo tasso di apertura delle email dovrebbe essere tra il 15 e il 25%.

Come puoi scoprire se hai un IP con una pessima reputazione?

Un modo per scoprire tutto sulla tua reputazione IP è quello di analizzare i risultati con il passare del tempo. Dovresti eseguire l’analisi in base alle email che hai inviato in un lungo periodo di tempo.

Dovresti prendere in considerazione i trend, gli schemi e le irregolarità. Pertanto, se i tuoi tassi di apertura sono inferiori al 20% oppure sono irregolari, è probabile che la reputazione del tuo IP non sia abbastanza buona.

Se i tuoi tassi di apertura stanno progressivamente declinando, sappi che è un chiaro indicatore che la reputazione del tuo IP è pessima e devi porvi rimedio. Se i destinatari non interagiscono con le tue email, il client di posta elettronica potrebbero portare a reindirizzamenti, bounce o blocco delle tue email. Come risultato, il tasso di coinvolgimento continuerà a declinare e a danneggiare ulteriormente la reputazione del tuo IP.

La pessima reputazione di un IP si manifesterà con bassi tassi di apertura o con il loro declino. Inoltre, questo avrà un impatto sui server dei destinatari e potrebbero portare al bounce delle tue email.

Cause di una pessima reputazione dell’IP

Spesso, una bassa o pessima reputazione dell’IP è un effetto commutativo dei risultati delle email che invii. In altre parole, se le tue email hanno un tasso di apertura basso, un alto tasso di bounce e molte lamentele che le indicano come spam, come risultato otterrai un IP con una reputazione pessima.

D’altra parte, se hai un tasso di apertura alto, un basso tasso di bounce e poche lamentele che le indicano come spam, avrai una buona reputazione IP.

Se invii molte email per gestire le tue campagne di email marketing, è importante che tutte le tue email arrivino nella casella di posta. Anche se le tue email sono legittime, commettere anche un solo errore può cambiare la casella di posta in cui arrivano.

Ad esempio, se i tuoi clienti non ricevono email di conferma dopo un acquisto, potrebbero etichettare le tue email come spam, e per i negozi online le email sono della vitale importanza. Quindi è meglio seguire i passi giusti per migliorare la consegna delle tue email.

Consigli per migliorare la tua reputazione IP

Se sei preoccupato per la reputazione del tuo IP e dei suoi effetti sulle consegne, abbiamo alcune novità che ti piaceranno. Indipendentemente dal numero delle email che invii e del tuo andamento attuale con le email, puoi migliorare la reputazione del tuo IP. Se ti impegni e segui le migliori pratiche, la maggior parte delle tue email arriveranno nella casella di posta in arrivo invece che in quella dello spam.

A seguire troverai alcuni consigli che possono aiutarti a migliorare la pessima reputazione del tuo IP così potrai avere una consegna migliore delle tue email.

  1. Utilizza sempre le tue liste di Double opt-in

Utilizza sempre le tue liste di Double opt-in per assicurarti che le tue email vengono inviate solo a coloro che sono interessati al tuo prodotto o al tuo servizio. Questo ti aiuterà ad avere un tasso più elevato di interazioni positive, di inoltri, di salvataggi, di aperture e di clic.

Se vuoi inviare molte email a una lista di contatti che hai acquistato, come risultato avrai un aumento considerevole di reazioni negative, di blocchi e di lamentele di spam. Tutto questo avrà un impatto negativo sulla tua reputazione IP, quindi non seguire questa pratica.

  1. Warm-up del tuo indirizzo IP

Se hai un indirizzo IP designato e vuoi inviare grossi carichi di email per la prima volta, dovresti effettuare un warm-up del tuo indirizzo IP per almeno 30 giorni. In termini più semplici, dovresti inviare gradualmente le tue email in un periodo di 30 giorni piuttosto che in uno o due giorni. Dovresti aumentare il volume in modo graduale.

Perché è così importante? Perché alcuni client di posta elettronica segnalano i nuovi indirizzi IP che inviano troppe email in un breve periodo di tempo. In altre parole, la pratica di inviare email di massa con un nuovo indirizzo IP avrà un effetto negativo sulla reputazione del tuo IP, sulla consegna e sul punteggio del mittente.

  1. Non utilizzare lo stesso indirizzo IP per le tue email di marketing e per quelle transazionali

C’è una grossa differenza tra le email transazionali e quelle di marketing, e di conseguenza ricevono feedback diversi dai destinatari. Le email transazionali potrebbero includere le ricevute e le conferme degli ordini e, visto che queste email sono importanti per i clienti, ottengono un coinvolgimento positivo.

Invece, le email di marketing potrebbero includere offerte promozionali, quindi non sono importanti per i clienti e non ottengono quel tipo di coinvolgimento. Di conseguenza, la pratica di inviare le email transazionali e quelle di marketing con lo stesso indirizzo IP potrebbe portare a una prestazione inferiore delle tue campagne di email marketing. Potrebbero anche avere un effetto negativo sulle prestazioni delle tue email transazionali.

Complessivamente, se le tue email non ottengono un buon coinvolgimento, la reputazione del tuo IP ne soffrirà e la maggior parte delle tue email finirà nella casella di spam.

È importante tenere in considerazione che il successo delle tue campagne di email marketing dipende dalla loro consegna. Se le tue email vengono bloccate, subiscono un bounce o vengono reindirizzate alla casella di spam, le tue campagne di email marketing non avranno successo e avrai un pessimo profitto dal tuo investimento.

Con Mailpro non devi preoccuparti della reputazione del tuo IP, in quanto abbiamo un team di esperti che gestisce la reputazione del Pool di IP dedicati che usiamo per i tuoi invii.

Crea subito un account gratuito!

10 Fattori da Verificare Prima di Scegliere il Server SMTP

10 Fattori da Verificare Prima di Scegliere il Server SMTP

L’email continua ad essere un elemento fondamentale nella strategia di marketing di qualsiasi compagnia o azienda, non solo per promuovere il marchio, ma anche per inviare ai clienti messaggi transazionali con contenuti come ricevute d’acquisto, fattore, estratti conto e tutto ciò che riguarda i processi transazionali.

Quando si ha un’azienda in crescita e vi è la necessità di effettuare grandi consegne tramite email attivate dall’interazione dell’utente, quando si cerca di effettuare questi invii da parte di provider di posta elettronica commerciale, si troveranno limitazioni che non permetteranno ai messaggi di giungere a destinazione. In questo caso, un provider di Server Relay SMTP può aiutarti a consegnare grandi volumi di email senza che queste vengano contrassegnate come Spam e che non arrivino al cliente.

La differenza tra un Server SMTP “normale” (come quelli utilizzati da Gmail, Outlook o Yahoo)  e un Server Relay SMTP è la sua capacità di garantire l’invio illimitato delle tue email in modo rapido e direttamente dalla tua applicazione senza doverti preoccupare di blocchi o limitazioni.

Ci sono alcuni dettagli da prendere in considerazione prima di scegliere il server SMTP ideale per la tua azienda, noi di Mailpro abbiamo selezionato i più importanti prima di scegliere un server SMTP.

Fattori da considerare per scegliere un Server Relay SMTP

Quando si tratta di funzionalità tra server SMTP ne troverai alcune molto simili, ma in questo elenco troverete le 10 caratteristiche più importanti che ti indicheranno se stai scegliendo il server SMTP giusto per la tua azienda.

Scalabilità: La scalabilità di un server è essenziale per un’azienda in crescita, è importante che possa essere adattato alle esigenze della tua azienda con l’aumento del numero di clienti o di utenti. Sia che tu invii email a un piccolo gruppo di contatti o che invii email transazionali a un elevato numero di clienti, il server SMTP deve essere adatto a crescere insieme al volume della tua azienda.

Metriche dei messaggi:  Avere i dati statistici di tutte le tue consegne effettuata tramite un server SMTP ti dà la certezza che il tuo messaggio sia arrivato al destinatario. Noi di Mailpro ci assicuriamo che le statistiche per il server SMTP mostrino il numero di messaggi consegnati, le percentuali di apertura, le percentuali di click e puoi anche verificare il tasso di bounce delle tue consegne.

L’accesso alle statistiche del server SMTP è la soluzione che non è presente in tutti i provider, quindi è necessario verificare bene prima di scegliere quello più adatto. Con una soluzione che non fornisce statistiche sull’invio di SMTP, non avrai modo di registrare e misurare se i tuoi messaggi coinvolgono realmente i tuoi clienti, il che potrebbe essere dannoso per il tuo marchio, in quanto farai un investimento che non potrai misurare.

Totale sicurezza dei dati: La sicurezza dei tuoi server e dei dati che ricevi è uno degli aspetti più importanti. I dati sono i beni più importanti su cui la tua azienda può contare, quindi devono essere protetti dall’abuso di spammer e di persone non autorizzate.

Mailpro ti offre una robusta infrastruttura di server ospitata in Svizzera, dove tutti i dati sono protetti dalle leggi federali e nessuno può richiedere né quelli fisici né quelli digitali. Una cosa diversa da altri Paesi come gli Stati Uniti, dove le leggi sulla protezione dei dati consentono l’accesso a qualsiasi ente governativo o agenzie responsabili del rispetto della legge a tutti i tuoi dati.

Gestione della reputazione IP: Un altro valore aggiunto è quello di avere un team di esperti incaricati di garantire che la buona reputazione degli IP utilizzati per le consegne sia di qualità, e quindi assicurare che nessun IP sia inserito nella lista nera.

Integrazione semplice: Un Server Relay SMTP ti aiuta a creare processi molto più semplici, quindi dovrebbe essere facile da configurare e ti permette anche di connetterti e supportare i principali client di posta elettronica, software o applicazioni. Pochi semplici passi per integrare l’autenticazione utente e password sono sufficienti per inviare tutti i messaggi di cui hai bisogno.

Supporto quando ne hai bisogno: Non puoi non considerare il fattore di supporto, dell’avere un team sempre presente per aiutarti a risolvere tutti i dubbi sull’installazione, sui processi di spedizione e molti altri ancora; è un fattore che dovrebbe essere decisivo per l’acquisizione di servizi di un server SMTP. Su Mailpro puoi trovare un team di supporto multilingue disposto a rispondere a tutte le tue domande e ad assisterti con dettagli tecnici.

Autenticazione e protezione: Password di sicurezza esclusive per l’installazione del server in ogni software o applicazione utilizzata. L’autenticazione SMTP è configurata per aumentare i livelli di sicurezza e per impedire che il tuo account venga utilizzato senza autorizzazione per inviare email SPAM. Il server SMTP di Mailpro ti dà l’accesso per generare una nuova password quando si effettua una nuova integrazione di sistema.

Consegna elevata: Una robusta infrastruttura di server e un tasso di consegna collaudato ti permetterà di avere la certezza che i tuoi messaggi transazionali e commerciali arrivino al destinatario. I server SMTP di Mailpro sono adatti a supportare invii di grandi dimensioni, e puoi anche godere di un’elevata capacità di consegna quando si installa SPF o DKIM per una migliore consegna.

Gestione dei ritorni: Nel caso in cui vi sia un mancato invio, il sistema deve includere un messaggio che spieghi perché l’invio dell’email è fallito e che ti permetta di apportare le modifiche necessarie.

Compatibilità ISP: Il server SMTP che scegli deve dare accesso a qualsiasi client di posta elettronica in cui ti trovi, dandoti così la libertà di accedere al servizio senza restrizioni.

Se quello che stai cercando è un alto tasso di consegna dei tuoi messaggi transazionali, ti incoraggiamo a utilizzare un servizio professionale di SMTP come Mailpro, che garantisce la consegna delle tue email transazionali e commerciali.

Scopri di più sui servizi Relay SMTP di Mailpro, sui loro costi accessibili e su come integrare questo servizio nella tua strategia di email marketing, accedendo alle nostre funzionalità SMTP.

Crea e Invia Newsletter Professionale Facilmente Utilizzando i Nostri +560 Modelli di Newsletter

Mailpro

EMAIL MARKETING NON SARÀ UN SEGRETO PER VOI

Mailpro
Fase 1: Nozioni di base
Allenatevi in cinque fasi: il targeting, la creazione, la sperimentazione, l'invio, analizzare. Scarica la nostra guida Email Marketing gratis!
LEGGI DI PIÙ
Mailpro
Fase 2: Preparatevi con Mailpro
Scopri il software di posta elettronica Mailpro che ti accompagnerà in tutte le tue campagne di Email Marketing. Crea un account gratuito ora per provarlo!
LEGGI DI PIÙ
Mailpro
Fase 3: Informati con la nostra Email Marketing Blog
Ottenere informazioni preziose su Email Marketing: tecniche, best practice, notizie di attualità, e suggerimenti su come realizzare una campagna di email marketing.
LEGGI DI PIÙ

UTILIZZARE LA SOLUZIONE SVIZZERA NUMERO 1 PER EMAILING CLOUD PER LE PMI, MAILPRO!

Mailpro

SCOPRI ANCHE ALTRI TEMI

Rubrica
Tutte le tecniche per reclutare nuovi potenziali clienti, segmentare un database, rilanciare quelli inattivi e mantenere un database pulito.
Design e Creazione
I nostri esperti consegnano qui tutti i segreti per un'e-mail moderna, ergonomica e originale che delizierà le tue prospettive!
Consegnabilità
Il routing della posta elettronica può sembrare a volte tecnico: qui chiarezza e semplicità e suggerimenti per garantire la consegna.
Inseguimento
Le statistiche via email sono cruciali per valutare l'efficacia di una campagna e il suo ROI. Qui, si tratta di registrare tutti gli strumenti disponibili per effettuare un monitoraggio efficace.
Redazione
Non bloccare la scrittura della tua materia e le tue e-mail grazie alle tecniche editoriali dei nostri esperti!
Legislazione
Non siamo tutti avvocati o avvocati, ma questa sezione ti offre di fare il punto sulle regole che devono essere rispettate nell'e-mail marketing.
Eventi
E-mail marketing sono anche incontri, quindi scopri tutte le date degli eventi da non perdere.
Partenariati
Email marketing del blog ha partner e tu fai uso delle loro capacità. Scopri i mestieri dei nostri partner in questa sezione.