Progetta la tua strategia di email marketing per l’estate

L’estate è arrivata! È possibile che tu stia pianificando di fare una pausa e di variare la tua strategia di email marketing per l’estate. Ma ti consigliamo di non trascurare la stagione estiva e cogliere l'opportunità di continuare a inviare ai tuoi clienti notizie periodiche e offerte stagionali.

Progetta la tua strategia di email marketing per l’estate

Per far sì che le tue campagne di email marketing non passino inosservate durante l’estate, abbiamo alcuni suggerimenti per mettere in mostra il tuo messaggio in questa stagione estiva.

Crea campagne di email pensando ai dispositivi mobili

Non importa il Paese in cui siamo, avremo sempre uno smartphone a portata di mano. Ciò offre agli utenti la libertà di controllare la posta elettronica da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. Quindi quando pianifichi la tua campagna di email marketing per l’estate, la prima cosa che dovresti tenere a mente è il design reattivo della tua newsletter.

È sempre più evidente l’uso dei cellulari per controllare la posta in arrivo, quindi è importante adattare il formato in modo che sia comodo da leggere sui piccoli schermi.

Scommetti sui design accattivanti

Adatta il tuo design alla stagione usando colori freschi e disegni semplici. puoi scegliere tra i vari modelli gratuiti che abbiamo nella nostra galleria. Se hai intenzione di promuovere le offerte dei tuoi prodotti per la stagione estiva, approfitta dell’occasione e mostrale in modi creativi e diversi. Gioca con colori, forme e design. È il momento di osare di apparire diversi.

Contatti speciali

Anche se l’attività del destinatario è inferiore, non perdere l’opportunità di inviare un messaggio che ti faccia sentire unico. Assicurati di personalizzare ciascun messaggio, sia nell’oggetto che nel suo contenuto. Ricorda quanto sia importante far capire al lettore che conosci i suoi gusti e le sue esigenze. Prenditi un po’ di tempo per studiare il comportamento del tuo cliente attraverso le statistiche e scopri quali prodotti hanno attirato maggiormente l’attenzione o confrontali con le campagne degli anni precedenti e confronta l’efficacia dei messaggi.

Stagione di offerte e promozioni

Esci dalla tua comfort zone e lancia un’offerta o una promozione diversa e divertente. È la stagione perfetta per i saldi tanto attesi, tutti noi amiamo le offerte quindi approfittane per creare una strategia che includa i contenuti che catturano l’attenzione del tuo pubblico. Scommetti su progetti appariscenti e accattivanti, ma senza saturare il cliente. Sii diretto e chiaro in ciò che cerchi di trasmettere.

Messaggi brevi e diretti

Durante le vacanze, ciò che ci interessa di più è goderci il tempo libero, quindi assicurati di inviare messaggi che contengano contenuti pertinenti e diretti. Se il tuo cliente decide di controllare la casella di posta nel bel mezzo della vacanza, stai certo che non vorrà leggere paragrafi infiniti di testo, l’assicurazione revisionerà velocemente le tue email ed è in questo momento che sceglierai tra quelle che contengono messaggi precisi. La cosa migliore è dirti che la cosa più importante è un messaggio breve e leggibile. Crea un equilibrio proporzionato tra immagini e testi.

Vale la pena ridurre la frequenza degli invii

Non sprecare l’invio di campagne ogni settimana, è possibile che i tuoi lettori siano meno propensi a leggere le email durante l’estate quindi è meglio ridurre la frequenza delle spedizioni. Questo è un punto a favore perché ti consentirà di pianificare il contenuto e il design più appropriato per il tuo cliente.

Applica tecniche di persuasione

Metti in pratica la tua tecnica di persuasione per scrivere i testi del tuo messaggio, che sia una breve storia con un formato di narrazione o paragrafi con la tecnica del copywriting. Ricorda che devi pensare molto bene al messaggio che andrà nell’oggetto e da lì invia un messaggio accattivante per il cliente che glielo faccia aprire. Non dimenticare di usare i campi dinamici per personalizzare l’argomento ed essere molto più diretto con il tuo messaggio.

Approfitta del bel tempo e della stagione e applicando alcune rettifiche e tecniche alle tue campagne puoi ottenere risultati positivi. Ottimizza il tuo tempo usando modelli predefiniti come quelli che abbiamo su Mailpro. Utilizzando software professionale di email marketing puoi facilmente personalizzare la tua strategia di email marketing per l’estate.

Cosa Sono le Parole SPAM e Perché Dovresti Starne Lontano?

Quanti non hanno ricevuto email con titoli come “Hai vinto la lotteria” oppure “Perdi peso con questo rimedio naturale”, “Ottieni subito la libertà finanziaria”. Frasi o parole come queste sono conosciute come parole spam. Termini usati nel corpo del messaggio e nell’oggetto per cercare di catturare l’attenzione del cliente, ma il cui uso farà sì che il tuo indirizzo email venga catalogato come spam.

Due degli obiettivi principali di ogni campagna di email marketing sono le che tue email siano aperte e che non finiscano nella casella di spam. Attraverso le strategie di email marketing puoi costruire un rapporto di fiducia e avvicinarti ai tuoi clienti, così come tenerli informati sul tuo marchio. Non solo dovresti essere a conoscenza del tipo di linguaggio usato per comunicare con il tuo cliente, ma anche di quelle parole che possono attivare i filtri anti-spam e far finire la tua posta direttamente nella casella di posta indesiderata o, nel peggiore dei casi, che il tuo indirizzo email possa essere bloccato.

Per assicurarti che la consegna delle tue email sia garantita, devi evitare di usare parole che inneschino lo spam. Ma quali sono le parole che bisogna evitare nella strategia di email marketing?

Non spammare, evita di usare queste parole

Per non essere considerato uno spammer, ti daremo alcune delle parole che fanno scattare gli allarmi dei filtri anti-spam.

Parole di eccessiva personalizzazione

Cercare di ottenere la fiducia dell’utente non significa che dovresti trattarlo con un livello di fiducia familiare. L’uso di espressioni come Congratulazioni, caro amico, Per Te, amico, XTE ti porterebbero a perdere clienti. Quindi dovresti evitare di usare questi termini o altri che sembrano richiedere un’attenzione eccessiva da parte del tuo abbonato.

Parole che invogliano all’acquisto immediato

Esercitare pressione non è un buon metodo di vendita e a nessuno piace sentirsi sotto pressione per acquistare un prodotto. Parole come: Economico, Iscriviti Online, Acquisto diretto, Clicca qui, Ordina ora.

Devi generare fiducia e interesse nel tuo abbonato. Sii sottile e invitalo a conoscere i servizi e i prodotti offerti dal tuo marchio in modo amichevole, e il cliente deve sentire che tu lo conosci e che puoi aiutarlo.

Parole che provocano un senso di urgenza

Se l’utente ha bisogno dei tuoi servizi e decide di acquistarli, lo farà nel momento che ritiene opportuno, non quando lo vorrai tu. È per questo motivo che le parole che provocano un senso di urgenza possono causare l’inasprimento del rapporto con il consumatore. Puoi causare disagio e far sì che il cliente voglia annullare l’iscrizione al tuo database.

Fai attenzione quando usi espressioni come: Agisci subito! Fallo oggi, Prendilo ora, Chiedilo oggi, Per favore leggi, Urgente.

Parole che indicano sconti o regali

I truffatori quotidiani cercano di attirare l’attenzione degli utenti con tattiche per attirare la loro curiosità inviando messaggi con offerte e sconti. Quindi i consumatori sono molto cauti quando ricevono email in cui l’intestazione contiene parole come “Vincitore”, “Mese di prova in offerta”, “Iscrizione gratuita”, “Entrate aggiuntive”, “Regalo”. Per il cliente è più sicuro cancellare immediatamente l’email e bloccare l’indirizzo del mittente.

Parole che cercano di dare fiducia

Generare fiducia è qualcosa che richiede tempo, usare parole che cercano di generare fiducia sin dal primo momento non aumenterà magicamente la credibilità dell’utente per il tuo servizio.

Stai lontano da parole come: "Soddisfatto al 100%", "Chiama gratis", "Niente trucchi", "Nessun rischio".

Per generare fiducia nei tuoi utenti, usa le strategie di marketing digitale, avvicinali con le newsletter, programma gli invii e progetta un funnel di vendita per ogni fase dello sviluppo del tuo marchio.

Mailpro ha creato un elenco con i trigger spam che devi evitare nella scrittura delle tue email. Guarda nella nostra sezione FAQ.

Scegli bene il contenuto e le parole che ci saranno nel tuo messaggio

I contenuti pertinenti, con informazioni utili per il tuo utente e con un testo senza parole spam avranno molto tra i tuoi abbonati. Quindi dovresti evitare le parole che vengono considerate come spam nell’oggetto nell’email e nel contenuto: non prendere le precauzioni necessarie può portare al fallimento della tua campagna.

Evitare le parole spam nei tuoi testi garantisce una migliore consegna e reputazione. In Mailpro prendiamo molto seriamente la consegna delle tue email e per questo motivo abbiamo progettato un test anti-spam, con cui puoi testare le tue campagne con sicurezza e conoscere il livello di spam nei tuoi messaggi.

Visita il nostro blog dove puoi trovare tutte le informazioni per progettare una strategia di email marketing senza spam e con parole sicure.

Scopri Qual è l’Importanza della Buyer Persona nell’Email Marketing

La personalizzazione è diventata una delle caratteristiche principali di qualsiasi strategia di email marketing. Cercare di conoscere il tuo utente e sapere a quale livello del processo di vendita si trova, ti aiuterà ad affinare la strategia e l’impatto del giusto messaggio al momento giusto. Definire la tua "Buyer Persona" o clienti ideali ti aiuterà a farti un’idea degli interessi, delle esigenze e dei problemi del tuo cliente ideale.

Conoscendo la tua buyer persona puoi creare contenuti per le tue campagne di email marketing che rispondano alle esigenze e agli interessi del tuo cliente.

Cos’è una buyer persona?

La Buyer Persona è la rappresentazione fittizia del cliente ideale, questa rappresentazione viene creata in base a una serie di domande volte a scoprire i bisogni, gli ideali, i gusti e le abitudini di quel cliente in particolare. La conoscenza dettagliata del tuo cliente ti permetterà di sviluppare strategie dirette ed efficaci che puoi utilizzare nelle tue campagne di email marketing.

Definire la tua buyer persona per l’email marketing ti permetterà di acquisire le informazioni e la conoscenza necessaria per connetterti in modo più autentico e personale con gruppi diversi di potenziali clienti. Ti starai chiedendo... cosa succede se vari tipi di Clienti? Non preoccuparti, molte aziende creano diversi tipi di Buyer per poter dirigere una strategia diversa per ogni segmento.

Con tutti questi dati puoi progettare campagne di email marketing più conformi, in quanto avrai una conoscenza più approfondita di:

  • Comportamento, puoi capire la modalità con cui i tuoi clienti fanno acquisti e su quanto tempo passano su internet, e potrai usare quest’informazione per sapere esattamente quando e come comunicare con loro.
  • Esigenze e Obiettivi, conoscendo questi ti permetterà di creare contenuti più importanti e rilevanti per il tuo cliente e se possibile potrai identificare se è necessario aggiungere un altro tipo di prodotto o servizio ed offrirlo a loro.
  • I problemi che affrontano e ciò che influenza la loro decisione di acquisto, con questi dati saprai se è necessario adattare la formulazione del messaggio o del contenuto per aiutarti a superare ogni dubbio e portarli ad agire.

Al momento della decisione di acquistare un prodotto o servizio, le persone si identificheranno maggiormente con quei marchi che parlano la loro lingua, che comprendono le loro necessità e che gli offrono una soluzione ai loro problemi. Per questo motivo è importante conoscere con chi stiamo parlando e perché.

Come si crea una Buyer Persona o cliente ideale?

Definire e creare una Buyer Persona non viene fatto basandosi su deduzioni, ma basandosi sullo studio dei dati. Questi dati vengono ottenuti dallo studio e dall’analisi del cliente che vengono effettuate attraverso una ricerca e lo studio dei dati forniti da questa piccola indagine. Ti servirà un po’ di tempo.

Fase 1: Fai un’indagine sul tuo pubblico

La prima fase per conoscere la tua Buyer Persona è quella di raccogliere le informazioni. Per questo motivo dovrai dare una piccola ricerca tra il tuo pubblico. Puoi iniziare con la tua lista di contatti e definire quali sono stati i tuoi migliori clienti, coloro che hanno avuto più interazioni con il tuo marchio o coloro che hanno fatto acquisti abitualmente, per poter creare un segmento di clienti con caratteristiche comuni. È anche importante prendere in considerazione i clienti con cui hai avuto pessime esperienze per sapere quale tipo di cliente non è adatto per il tuo prodotto o il tuo servizio.

Per raccogliere queste informazioni puoi fare interviste, telefonate, sondaggi, moduli o qualsiasi formato che ti permetta di fare domande per conoscere il tuo cliente.

È importante che tu scelga le domande giuste che siano rilevanti per la tua strategia di email marketing. Potresti considerare di fare domande che ti diano informazioni su:

  • Dati demografici: fascia d’età, stato civile, reddito familiare, posizione.
  • Profilo di lavoro
  • Obiettivi personali o professionali
  • Abitudini d’acquisto
  • Tipo di contenuti seguiti
  • Media e canali in cui si cercano informazioni

Puoi anche ottenere informazioni importanti analizzando le statistiche del tuo blog o sito web, per scoprire le pagine più visitate, da dove proviene il traffico e quali hanno il contenuto più rilevante.

Scopri le statistiche più importanti per l’email marketingdalle nostre funzionalità.

Fase 2: Analizza e Identifica

Una volta completata la ricerca dovrai analizzare i dati e trovare le risposte che creano uno standard tra i tuoi consumatori. Devi quindi trovare le caratteristiche più comuni tra tutti i tuoi clienti che hanno risposto ai tuoi sondaggi.

In questa fase potresti essere in grado di identificare più di una buyer persona, organizzarli per gruppi e creare categorie in base alle loro caratteristiche per rappresentare i tuoi potenziali clienti.

Ricorda che devi selezionare quelli che sono più appropriati per il tuo marchio e vicini alle caratteristiche della tua strategia.

Fase 3: Crea una Struttura alla Buyer Persona

È giunto il momento di organizzarci e di dare un volto al nostro cliente ideale... in questa fase dovrai dare un nome al tuo cliente ideale, inserire la tua fascia d’età, la professione e una breve descrizione dei tuoi gusti (personali e professionali) e le abitudini giornaliere. È importante creare una breve storia e se vuoi puoi personalizzarla ancora di più e inserire una fotografia o un’immagine che lo rappresenta.

L’obiettivo del creare una Buyer Persona per l’email marketing è quello di rappresentare l’immagine del tuo cliente ideale ed essere in grado di vedere esattamente ciò che i clienti pensano, provano e desiderano. In questo modo puoi sapere come il cliente interagisce con il contenuto, come si identifica con il tuo marchio e perché dovrebbe acquistare il tuo prodotto o servizio.

Progetta le tue campagne di email marketing concentrate sulla tua buyer persona

Visto che hai definito la Buyer Persona per l’email marketing, è giunto il momento di trasferirlo nelle tue strategie di Email Marketing. Ogni decisione che prendi sul contenuto, sulla scrittura, sui prodotti e sulle immagini dovrebbe essere orientata verso quel tipo di prototipo del cliente che hai progettato.

Ogni Buyer Persona che hai definito può essere trovato in una fase diversa delle funnel di vendita, quindi dovrai definire diverse campagne di email marketing in base alle esigenze del prototipo di ciascun cliente.

Esempio: una persona si è appena iscritta alla tua newsletter, è quindi il momento di inviare contenuti rilevanti che ti consentono di scoprire in che modo il tuo marchio può aiutarla a risolvere le loro esigenze. Tuttavia, se hai un cliente che ha già acquistato il tuo prodotto, devi inviare messaggi promozionali che rafforzano la presenza del marchio, offrire sconti e nuovi prodotti.

Usa le informazioni che hai raccolto per segmentare le tue liste di contatti, ricorda che una lista di contatti segmentata può raggiungere i tuoi contatti con una maggiore attenzione e far capire loro l’impegno che mostri per loro.

Dare un volto al tuo cliente ideale ti aiuterà a definire il tipo di offerta che dovresti inviare e la call to action più interessante per i tuoi clienti.

Complementare l’Email Marketing con le dinamiche della Buyer Persona ti aiuterà a creare campagne più efficaci, perché saranno focalizzate su ciò che i tuoi utenti stanno cercando e ti insegneranno a capire qual è il momento giusto in cui generare i cambiamenti necessari.

Scopri di più sulle strategie per campagne efficaci nel nostro Blog.

Come Usare il Copywriting nella tua Campagna di Email Marketing?

Attirare l’attenzione del cliente è uno dei compiti più complicati che devono affrontare gli imprenditori, gli inserzionisti o gli operatori del marketing sia nei media tradizionali che nel mondo digitale. Le parole sono una parte essenziale dell’email marketing, e usare le tecniche di Copywriting per l’email marketing può far sì che i testi catturino l’attenzione del pubblico e che raggiungano la conversione desiderata.

Cos’è il copywriting?

Il copywriting è una tecnica di scrittura persuasiva che mira a creare testi che attirino l’attenzione del cliente, perché esegua un’azione specifica, che sia quella di andare nel tuo negozio online, di iscriversi alla tua newsletter, chiedere maggiori informazioni sui tuoi servizi ecc. In altre parole, si tratta di influenzare in modo sottile la volontà della persona che legge il messaggio e portarla verso l’obiettivo finale.

Questa tecnica di scrittura persuasiva non può essere usata solo nel mondo della pubblicità, ma può applicarsi anche a siti web, social network, blog, comunicazioni aziendali e, ovviamente, all’email marketing. Molte campagne di email marketing che devono solo informare, ma è anche vero che in molti casi hanno l’obiettivo di aumentare le conversioni. È qui che l’uso del copywriting per l’email marketing diventa importante per aumentare la possibilità di generare questa conversione.

Esistono specialisti dedicati allo sviluppo di questo tipo di scrittura, chiamati Copywriter. Si dedicano alla creazione di messaggi volti a persuadere il cliente. Devono avere conoscenza di scrittura e di psicologia senza dimenticare che devono imparare ad analizzare il pubblico a cui si rivolgono. La cosa importante è quella di essere sempre onesti e trasparenti con il cliente, non vendere fantasie o promesse impossibili, perché possono avere conseguenze negative per la reputazione del tuo marchio.

Tecniche di copywriting per la newsletter perfetta

A seconda del settore della tua attività e del tono di comunicazione della newsletter, ti forniamo alcuni suggerimenti in modo da poter applicare alcune tecniche usate dai copywriter:

Obiettivo e analisi

Prima di fare il primo passo e creare quel messaggio persuasivo, è importante sapere: qual è lo scopo della newsletter, cosa stai cercando di ottenere con il messaggio. Prenditi un momento prima di iniziare a scrivere il messaggio e analizzalo. “Perché scrivi l’email?”

Sii chiaro su chi sarà il destinatario finale della newsletter

Conosci il tuo lettore, in quale fase della Funnel di vendita si trova, quali sono gli interessi o le esigenze, come si comporta. È importante che tu conosca il pubblico a cui ti rivolgi per offrire le informazioni di cui ha veramente bisogno e che sono rilevanti per loro.

L’oggetto dell’Email

L’oggetto dell’Email è tanto importante quanto il contenuto del messaggio, una singola riga di testo con parole precise può fare la differenza nel tasso di apertura della tua email. Qui l’uso del copywriter farà la differenza per essere il gancio che cattura l’attenzione del lettore e lo renderà curioso sul click desiderato.

Linguaggio diretto e chiaro

Sebbene il copywriting sia una tecnica per persuadere e generare eccitazione, non significa che tu vada in giro a vendere un’idea. Il linguaggio usato dal copywriter dovrebbe essere semplice e diretto, ma deve comunque mantenere l’idea principale del generare un’emozione. Usa un tono diretto che ti avvicinerà al lettore come se fosse davanti a te. Questo ti permetterà di creare una connessione fin dall’inizio e di avvicinarlo al marchio.

Usa frasi brevi

Sempre più lettori aprono le email dai dispositivi mobili, quindi è importante utilizzare frasi brevi. Questo ti aiuterà anche a far sì che il messaggio resti impresso più a lungo nella mente del lettore.

Includi la Storytelling

Un’altra tecnica per creare contenuti in cui è possibile applicare il copywrite è la Storytelling Sono tecniche che cercano di connettersi con la parte emotiva del lettore, nella prima usano una breve storia che si impegna a far sentire l’utente parte del marchio. Applicando alcuni elementi persuasivi sarai in grado di catturare l’attenzione del tuo lettore e generare curiosità.

Personalizza il messaggio

Tieni a mente i tuoi clienti e le differenze tra ciascuno di loro. In questo modo saprai quando scrivere un contenuto diverso per ognuno, e non dimenticare di creare liste di contatti segmentate usando i campi per i dati. In questo modo potrai inviare un messaggio personalizzato dall’oggetto al contenuto.

Aggiungi sempre i call to action

ogni messaggio che scrivi deve contenere almeno un call to action... "Iscriviti", "Prenota ora". Puoi anche rendere questi call to action un po’ più personalizzati per provare a generare più attenzione, ad esempio: “Scarica questo libro”, “Accedi a corsi gratuiti”. Queste sono risorse che cercano di creare un’intenzione sul lettore inviando un messaggio diretto su ciò che vogliamo.

Per coinvolgere il pubblico è importante avere una buona strategia di email marketing. Questo può essere ottenuto semplicemente conoscendo il lettore, applicando tecniche come il copywriting per l’email marketing, facendo sì che i tuoi messaggi catturino l’attenzione degli utenti ed essere in grado di portarli a generare la conversione che è inserita tra i tuoi obiettivi.

Se ti è piaciuto questo articolo, potrebbero interessarti anche:

Crea un Funnel di Vendita per Email Marketing

È chiaro che l’obiettivo di qualsiasi strategia di marketing è quello di ottenere conversioni e la lealtà dei clienti. La stessa cosa succede nell’Email Marketing, dove cerchiamo prospettive per diventare clienti. Usare un Funnel di Vendita per Email Marketing può aiutarti a creare una strategia forte che ha ottimi risultati.

Cos’è il Funnel di Vendita?

Il funnel di vendita è il processo con la quale i passi di un potenziale clienti saranno definiti dal momento in cui viene creato il primo contatto con la tua compagnia o servizio finché non diventa un cliente abituale.

L’utente dovrà passare attraverso fasi o livelli diversi con la quale dobbiamo creare campagne di email marketing con contenuti adattati, secondo il livello in cui si trova il nostro potenziale cliente. L’obiettivo di un funnel di vendita per l’Email Marketing è quello di guidare i clienti ad acquistare e mantenere la relazione per un lungo periodo di tempo.

Quali sono gli stadi del funnel di vendita dell’Email Marketing?

Quando il cliente ha creato il primo contatto con il marchio e fa parte della tua lista di contatti, puoi iniziare a fare il giro delle fasi del funnel di email marketing che hai progettato come parte della tua strategia.

Un Funnel di Vendita per Email Marketing può avere quattro fasi principali:

Scoperta

In questa prima fase il potenziale cliente ha sentito parlare del tuo marchio, è interessato nel prodotto o nel servizio che offri. Sei curioso del marchio ma non sai ancora di avere un bisogno che il prodotto o servizio può soddisfare. In questa fase cercheremo di catturare la tua attenzione, tutte le informazioni che consegnerai devono essere volte all’educazione, anche se non parli direttamente di vendita. Crea semplicemente il primo contatto consegnando un contenuto sul tuo settore, i benefici del tuo prodotto e ciò che offre.

Quando li avrai inclusi nella tua lista di contatti, inizia a creare il primo contatto inviando un’email di benvenuto che include:

  • Un benvenuto personalizzato
  • Una breve presentazione del tuo prodotto, marchio o servizio
  • Una call to action che reindirizza al tuo sito web o che ti fornisce un contenuto gratuito di valore.

Questa serie di primi contatti tramite email può essere un semplice messaggio di benvenuto o puoi dividerlo in vari messaggi con i quali dopo un paio di giorni puoi inviare un’email con un’offerta speciale per ringraziarli per l’abbonamento, e poi inviando un eBook che spiega i benefici del tuo prodotto. Ricorda che la vendita non va ancora ricercata, fornisci solo tutte le informazioni di cui il tuo abbonato potrebbe aver bisogno per volere il tuo prodotto servizio.

Considerazione

In questa fase gli utenti hanno capito che bisogna soddisfare le loro esigenze e cercheranno di risolverle. È quindi il momento di mostrare loro tutte le soluzioni che il tuo marchio può avere per risolvere i loro problemi e rispondere alle loro esigenze. L’utente avrà un interesse nel conoscere tutti i vantaggi che il tuo prodotto ha per risolvere i loro problemi, quindi tutto il contenuto che invii loro deve fornire un valore e mostrare che hai tutti gli strumenti per rispondere alle loro esigenze.

È ora che le email che invii contengano materiale come casistiche del tuo settore, articoli di un blog, alcune guide con consigli. In questo modo puoi assicurarti che il tuo potenziale cliente non si dimentichi di te e che nel frattempo venga informato su ciò che offri e come questo può aiutarlo.

Ogni email che invii rafforzerà il rapporto con il tuo abbonato, quindi dovrebbe essere sempre un messaggio personalizzato, prendendoti cura dell’oggetto e del contenuto. Organizza le consegne prendendo in considerazione il comportamento dei tuoi contatti con il contenuto. La frequenza degli invii dipende da questi dati, ricorda che informare i tuoi abbonati potrebbe richiedere qualche giorno o settimana.

È possibile che in questa fase tu perda dei contatti, userai semplicemente un filtro. Prendi in considerazione le statistiche e valuta attentamente il comportamento di ciascuna campagna che hai definito in questa fase.

Conversione

Qui l’utente ha avuto il tempo di valutare tutte le opzioni e vuole rispondere alle sue esigenze. Il cliente potrebbe aver già preso la decisione di concludere l’acquisto ma è ancora un po’ indeciso. Cosa fare? È il momento giusto per inviare l’email che dà la spinta finale per la conversione.

Dovrai perfezionare la mira e inviare contenuti personalizzati e specializzati. Ad esempio, uno sconto esclusivo, un consiglio personalizzato, promozioni con l’acquisto, il promemoria di aver lasciato qualcosa nel carrello... Il messaggio sarà diretto e farà sì che il cliente capisca le possibilità che ha se conclude l’acquisto con il tuo marchio.

Lealtà

Congratulazioni!!! Hai raggiunto l’obiettivo di vendita, il tuo potenziale cliente ora è un cliente vero e proprio. In questa fase inizia il processo di lealtà o fidelizzazione, l’obiettivo sarà quello di creare un rapporto di lealtà e di impegno tra cliente e marchio. È un passo fondamentale nella strategia di email marketing ed è in questa fase che si vedranno quali sono i clienti che si sono affidati al tuo marchio.

Dopo aver concluso la vendita, invia un’email di ringraziamento, nella quale il cliente può dare la sua opinione e valutare il marchio. In questa fase, automatizza gli invii con le quali puoi inviare informazioni occasionali sul prodotto, condividi le novità del tuo marchio o invia un’offerta speciale sui nuovi prodotti.

L’acquisto non dovrebbe segnare la fine del rapporto, quindi devi usare questa fase per creare quel legame stretto tra il cliente e il marchio. Senza saperlo, il tuo utente può diventare l’ambasciatore del tuo marchio, prodotto o servizio e condividere i suoi benefici con qualcuno che ne ha bisogno e consigliare il tuo prodotto o servizio.

Inizia a progettare il tuo Funnel

Usando i principi di un Funnel di vendita nella tua strategia di Email Marketing, sarai in grado di condurre i tuoi potenziali clienti attraverso le fasi per rafforzare il rapporto, indipendentemente dalla fase in cui si trovano. Usando lo schema “Funnel” potrai filtrare quei potenziali clienti che sono veramente disposti a raggiungere la fase di conversione.

Usa messaggi automatici, segmenta le tue liste, usa campi dinamici per personalizzare i tuoi messaggi e controlla le tue statistiche. In questo modo potrai riconoscere il contenuto ideale per i tuoi utenti e ottenere i risultati migliori attraverso l’uso del Funnel di Vendita per l’Email Marketing.

Progetta il tuo Funnel per l’Email Marketing e usa i servizi per automatizzare l’invio delle tue email offerti da Mailpro.

Come Creare le Liste di Contatti per le tue Campagne Email?

Devi iniziare a costruire la tua lista di contatti per campagne email o incrementare quella che hai già. Sicuramente ti chiederai da dove iniziare e come ottenere questi indirizzi email, in questo articolo ti diremo come ottenerli e come ottenere quelli giusti.

Una cosa molto importante che devi capire al momento dell’ottenimento dei contatti, è che non si tratta di ottenere contatti casuali e senza obiettivo. L’obiettivo principale è quello di mantenere dei contatti che possano diventare i tuoi futuri clienti. Per poterlo fare bisogna mostrare il marchio, il prodotto o il servizio, e in questo modo essere in grado di offrire un contenuto di qualità che incoraggi i clienti a consumare i tuoi prodotti e a creare un senso di lealtà nei confronti del tuo marchio.

Inviare email alle liste di contatti che sono insicuri, non solo è uno spreco di denaro, ma è anche un totale fallimento. Inoltre, rischieresti di avere un alto numero di utenti che cancellano l’iscrizione, molti bounce oppure di finire direttamente nelle caselle di Spam.

Crea liste di contatti, cosa non dovresti fare...

Se ti è venuto in mente di comprare database di email, dobbiamo dirti che faresti un grosso errore. Non dovresti nemmeno pensare di farlo, perché ci sono molti motivi per evitare questa pessima pratica.

  1. È illegale.
  2. Avrebbe un effetto molto negativo sulle tue consegne.

Possedere liste di contatti per email acquistate e poi inviare email a persone che non sono interessate nei tuoi prodotti e quindi non avranno buoni risultati, forse la tua email verrà aperta una volta ma poi verrà ignorata e segnalata come spam, o nel peggiore dei casi verrà segnalata alle autorità.

Se sei fortunato, gli utenti smetteranno semplicemente di prestare attenzione alle tue email oppure verranno rimossi dalla tua lista, ma chiunque si stanchi la segnalerà come Spam, e se questo viene fatto da molti utenti, avrà un effetto negativo sulla tua reputazione e sulle tue consegne... In altre parole, hai sprecato i soldi per l’acquisto dei contatti.

Sicuramente hai sentito parlare del Regolamento generale sulla protezione dei dati, perché richiede che tu abbia la prova che i tuoi contatti abbiano accettato di iscriversi alle newsletter o alle liste di contatti, e se non rispetti le regole potresti essere sanzionato o penalizzato.

Puoi anche leggere il nostro articolo su "10 I Errori nell’Email Marketing che devi Evitare".

Come creare una strategia per i contatti giusti

Ora che ti sei reso conto di quanto sia importante avere una buona lista di contatti per email e perché non conta la quantità ma la qualità, ti daremo qualche consiglio per far sì che gli abbonati si interessino alla ricezione delle tue email.

Includi i moduli di abbonamento nelle tue pagine

Se la tua azienda ha una pagina web, usala per aggiungere moduli per l’iscrizione. Potresti posizionare questi moduli nella home page e all’interno del tuo blog. Mailpro facilita le cose per fare registrare i tuoi utenti alla Newsletter dal tuo sito web, usando il Generatore di Form. Inoltre puoi aggiungere la nostra applicazione tra gli add-on nelle applicazioni come WordPress, Magento o Joomla.

Sfrutta i tuoi social network

I social network come Facebook, Twitter o LinkedIn sono ottimi alleati per attirare contatti qualificati. Puoi creare campagne pubblicitarie dalle quali puoi ottenere i dati dai nuovi contatti. Ovviamente dovresti investire un piccolo importo per raggiungere i candidati giusti. Usa le pubblicità dei social network per promuovere i post del tuo blog, le promozioni aziendali o le campagne pubblicitarie in modo tale che i tuoi follower possano unirsi alla tua lista di contatti email.

Sfrutta il valore del tuo contenuto

Un altro modo è quello di offrire un contenuto che fornisca valore ai tuoi visitatori, da un blog o campagne email. Il contenuto di questa newsletter dovrebbe essere rilevante e interessante. Non c’è limite alla idee quando si genera un contenuto. Condividilo sui social network e invita sempre i tuoi lettori per scoprire di più su di te abbonandosi alle tue newsletter.

Promozioni e sconti esclusivi

Se hai un’email puoi creare un’offerta speciale per coloro che si abbonano alla tua newsletter. Sfrutta ogni opportunità per mettere in evidenza il valore aggiuntivo che puoi offrire ai clienti che si abbonano alle tue liste di contatti email.

Gli sconti attirano sempre l’attenzione dei clienti e puoi usare questa risorsa in date speciali, come Natale, in estate, per San Valentino o nella stagione dei saldi.

Genera contenuti

Crea un contenuto originale così che i tuoi clienti siano incoraggiati a registrarsi e a condividerlo con i loro amici sui social network. In questo modo puoi generare un’estesa lista di contatti. Questa risorsa può essere fatta tramite risorse digitali o in modo tradizionale.

Crea attività per ottenere contatti

È possibile generare contatti anche offline. In aggiunta alla connessione del tuo marchio in modo interessante e pubblicizzare i tuoi prodotti personalmente, stai anche creando una rete di contatti realmente interessati al tuo prodotto o servizio.

Esistono piattaforme che ti permettono di creare promemoria anche per eventi come:

  • Workshop specializzati
  • Eventi di networking
  • Masterclass

Unendo questi consigli e creando una tua strategia, puoi creare un database di email per avere una lista di contatti email pulita e sicura. Tieniti lontano da liste di contatti per email acquistate e usa strumenti professionali per inviare le tue campagne email.

A noi di Mailpro interessa tenere al sicuro i dati dei nostri clienti. I nostri dati sono supportati dalle leggi svizzere di protezione dei dati, inizia a creare le tue liste di contatti email con la sicurezza e la tranquillità offerte da Mailpro.

Esegui Test Sulle tue Campagne con il Test A/B

I test di A e B vengono inviati a segmenti diversi degli utenti per studiare il comportamento di questi ultimi con il contenuto. Ovvero puoi controllare quali versioni generano un tasso maggiore di aperture, le percentuali di click o il maggior numero di interazioni con i call to action che hai incluso nel tuo contenuto. Ad esempio, inserisci un pulsante giallo per il call to action e un pulsante blu per controllare le percentuali di click oppure aggiungi un'emoji all'oggetto per controllare il tasso di apertura.

Vantaggi di fare i test A/B nelle tue campagne

I vantaggi dell’eseguire test AB nelle tue campagne email ti permettono di valutare il tipo di contenuto che dovresti inviare in ciascun messaggio e adattarlo alle esigenze dei tuoi abbonati.

Conosci il tuo pubblico

Eseguire i test A/B nelle tue campagne ti permetterà di conoscere il comportamento del tuo pubblico e sarà molto utile conoscere le reazioni degli utenti con il contenuto, quale stile di design li attiri di più, se preferiscono testi lunghi o brevi, quali colori richiamano la loro attenzione. Lo scopo è quello di offrire un contenuto ottimizzato per loro e che li faccia sentire apprezzati.

Migliora la conversione

Le basi per migliorare la conversione è conoscere il tuo pubblico, inviando un Test A/B puoi identificare gli oggetti che attirano di più gli utenti oppure le modifiche che devi fare per ottenere il risultato voluto. Oppure se ci sono elementi che non permettono ai tuoi messaggi di arrivare a destinazione.

Elementi all’interno dell’email che puoi provare

Oggetto dell’email

Crea due diversi oggetti prendendo in considerazione la loro lunghezza o la personalizzazione oppure nessuno dei due. Non avere paura di usare diverse linee di argomenti, oltre alla lunghezza puoi aggiungere emoji e provare diversi modi di creare un messaggio. Ad esempio puoi inviare un messaggio con un oggetto posto come una domanda, e in un altro che indichi urgenza. Prenditi tutto il tempo necessario per creare un oggetto che catturi l'attenzione dei tuoi abbonati e segmenti su cui eseguirai i tuoi test.

La cosa importante è tenere in considerazione che non bisogna usare parole che possono far finire l'email nella casella di Spam.

Call to Action

I pulsanti di call to action sono tra i principali elementi nel contenuto di un’email. Il contenuto dell’email dovrebbe catturare l’attenzione del tuo lettore, ma dovrebbe anche generare una conversione. Prendi in considerazione che i pulsanti di call to action possono generare diversi tipi di interazione con ciascun utente, per questo motivo devi eseguire test con i colori, le misure e i testi e la posizione dei tuoi pulsanti di call to action. Con i test che esegui su questo elemento puoi avere dei dati che ti aiuteranno a conoscere il comportamento dei tuoi abbonati con numeri sul totale dei click che avranno fatto su un test o sull’altro, e su quale call to action ha avuto il maggior numero di interazioni.

Momento della consegna

Durante la stessa settimana dovresti effettuare una consegna a diversi gruppi di utenti. Dopo averlo fatto, controlla le statistiche e confronta i numeri per valutare quale giorno e quale orario ha ricevuto la migliore accettazione. A seconda del tuo settore, potresti provare a inviare un email il mercoledì e un’altra email il venerdì e controllare il risultato delle aperture.

Testo 

A seconda del tipo di campagna che invii, potresti provare a creare un messaggio breve e dettagliato oppure uno più lungo e descrittivo. Puoi anche usare diversi tipi di scrittura o creare una narrazione diversa per ogni testo. Non limitare il potere delle parole e ricorda sempre di aggiungere un contenuto visuale ai tuoi messaggi che li renda accattivanti per il tuo lettore. È importante provare modi diversi di presentare il contenuto e riconoscere il modo migliore per scriverlo.

Design

Il mezzo visivo in cui presenti il tuo contenuto avrà un peso importante, l’assemblaggio e il design avranno molto valore quando si tratta ti attirare l’attenzione dei tuoi abbonati.

Per testare il design potresti cambiare la posizione delle caselle di testo e delle immagini, inviare il primo test a un segmento dei tuoi contatti e creare un altro messaggio cambiando la posizione delle caselle di testo. Allo stesso modo potresti fare dei test con i modelli predefiniti e selezionarne due diversi tra la vasta gamma di quelli che offre Mailpro per ciascun settore.

Immagini

Come abbiamo detto in precedenza, le immagini sono molto importanti per creare una reazione da parte degli utenti. Assicurati di provare con immagini diverse, se promuovi prodotti potresti inserire immagini diverse dello stesso prodotto, oppure immagini con colori diversi. Non limitarti usando tutto nella stessa maniera, ricorda che ciascun utente è diverso e che solo eseguendo dei Test A/B puoi riconoscere il comportamento dei tuoi utenti.

Tipo di offerte

Se vuoi promuovere i tuoi prodotti con offerte, questo può essere un elemento su cui puoi provare a fare un Test AB. Inviando l’offerta di un prodotto in un momento diverso o di un prodotto diverso a vari segmenti dei tuoi contatti prima di lanciarlo, puoi controllare quale ha ottenuto il miglior risultato e far sì che raggiunga tutti i tuoi contatti.

Per poter inviare un’email come Test A/B, devi prendere in considerazione:

  • Definisci i tuoi obiettivi: Inizia analizzando le statistiche delle tue campagne e identifica quale aree ti creano più problemi. In questo modo puoi fare domande e trovare la soluzione attraverso lo studio dell’invio di Test A/B.
  • Scegli un solo oggetto da provare: Puoi testare tutti gli elementi del tuo messaggio, ma è sempre più vantaggioso studiare un singolo elemento. Se invii un test con molti cambiamenti, sarà un po’ più difficile capire quale di questi ha avuto più successo.

Se vuoi creare campagne di successo, devi testare le tue campagne, creare segmenti dei tuoi contatti e invia le tue email test con gli elementi che hai deciso di provare.

Non farti trasportare, rendi il Test A/B necessario per le tue campagne, adatta i messaggi e offri ciò di cui hanno bisogno i tuoi clienti, questo sarà uno dei passi più importanti per conoscere i tuoi abbonati.

Perché Non Dovresti Usare Outlook o Gmail per Fare Email Marketing?

È possibile che tu ti sia chiesto perché stai usando un’applicazione di Email Marketing per inviare email di massa quando ci sono altri servizi che non hanno alcun costo. Se hai valutato quest’alternativa, dobbiamo ricordarti che “l’economico diventa il costoso.” Se vuoi davvero fare un lavoro di qualità in modo professionale, risparmiare dei soldi può diventare molto costoso a lungo andare. Per questo motivo dovresti pensarci bene e usare le funzionalità fornite da piattaforme professionali come Mailpro, che ha le opzioni giuste per farti progettare campagne email di successo.

Perché non dovresti usare Gmail o Outlook per inviare email di massa?

Come abbiamo detto in precedenza, l’email marketing è uno degli strumenti più importanti nel Digital Marketing per attirare clienti, costruire un rapporto di fiducia e generare ambasciatori per il marchio. Il vantaggio di inviare email di massa da Gmail o Outlook potrebbe sembrare un processo semplice e senza che ci sia bisogno di una piattaforma, ma generare un vero e proprio coinvolgimento con i tuoi abbonati sarà possibile solo con una strategia di marketing generata attraverso applicazioni professionali.

Cercare di fare email marketing usando servizi gratuiti di posta elettronica, come Gmail o Outlook, potrebbe causare un rischio nelle tue consegne, senza dimenticare che non avresti statistiche per misurare gli invii e le possibilità che il messaggio finisca nella casella di Spam sono molto alte. A differenza dei servizi gratuiti di posta elettronica, piattaforme professionali come Mailpro rispettano tutti i parametri necessari che garantiscono l’invio e la consegna delle tue email.

Scopri sul nostro blog Come Superare i Filtri Anti-Spam.

Alcuni dei rischi nel provare ad effettuare campagne di email marketing con servizi gratuiti di posta elettronica

Meno consegne

Non solo devi preoccuparti che il tuo messaggio venga aperto, ma devi prendere in considerazione anche le consegne effettuate dalla piattaforma che stai utilizzando. Questi provider non hanno i server configurati per l’invio di email di massa. In aggiunta, alcuni di essi hanno dei limiti giornalieri per l’invio di email, da 250 a 500, e ovviamente non sono progettati per generare grossi volumi di email, quindi se gestisci un alto volume, è probabile che sarà necessario molto lavoro per far arrivare il messaggio.

 Non ci sono statistiche

Un altro grande svantaggio è l’impossibilità di misurare i risultati delle consegne che provi ad effettuare attraverso servizi gratuiti di posta elettronica come Gmail o Outlook. Non sarai in grado di ricevere informazioni che ti permettono di misurare i dettagli delle campagne di email marketing, quindi non puoi sapere quante email siano state effettivamente consegnate, le percentuali di apertura, i tassi di bounce, lavoreresti alla cieca senza sapere i dati più importanti e basilari delle statistiche delle tue campagne. Senza riuscire a conoscere le statistiche basilari, non puoi essere sicuro di stare facendo un buon lavoro o se dovresti cambiare qualcosa.

Un altro svantaggio nel non usare un servizio professionale di email marketing è l’impossibilità di controllare i tuoi bounce e i tassi di riduzione per mantenere una lista di contatti pulita ed evitare pratiche che porterebbero a una pessima reputazione dell’IP.

Nessuna possibilità di personalizzazione

Dimentica la possibilità di inviare messaggi personalizzati, questi servizi gratuiti di posta elettronica non sono stati progettati per gestire liste di contatti che possano essere personalizzate. Dimentica la possibilità di posizionare il nome del destinatario nell’oggetto o di inviare il messaggio in modo automatico. Dovrai inserire uno alla volta i nomi dei contatti a cui vuoi inviare il messaggio.

Problemi nel design

Il design della newsletter ha caratteristiche molto particolari, oltre a regole diverse per la visualizzazione del design HTML. A seconda dell’email dell’utente, questa non verrà vista nello stesso modo. Il design deve essere reattivo e adattarsi agli schermi dei dispositivi mobili. Per questo motivo è molto più semplice se puoi creare tu il design da un software che ti permette di usare un Editor Drag & Drop che assicura la generazione di un design reattivo, così come visualizzare l’anteprima del messaggio prima di inviarlo.

Problemi di reputazione

Se scegli di inviare email di massa con Outlook, Gmail o Yahoo c’è un’alta probabilità che la tua reputazione IP subisca effetti negativi. Inoltre il messaggio può essere segnalato come SPAM e non usare un’applicazione adeguata a inviare email di massa garantisce un viaggio diretto verso la casella di SPAM.

Cancellazione dell’iscrizione

Senza la giusta piattaforma, non potresti gestire la cancellazione delle iscrizioni dei tuoi contatti, che potrebbe avere conseguenze serie sia sul piano legale che sulla reputazione del tuo marchio o prodotto.

Fai la cosa giusta ed evita grossi problemi

Creare una campagna di email marketing è una questione molto importante che non dovrebbe essere presa alla leggera. Se vuoi farlo in modo professionale e ottimale per evitare problemi come finire nello spam o creare una pessima reputazione.

La cosa importante è che tu lavori con gli strumenti giusti con i quali puoi lavorare in modo semplice, ottenendo il risultato migliore per la tua azienda. Mailpro è la piattaforma professionale di email marketing che assicura un alto tasso di consegna così come la gestione ottimale della reputazione del tuo IP, rispettando le leggi e assicurando la protezione dei dati dei tuoi clienti e abbonati. Puoi prendere la decisione giusta per ciascun invio di email grazie alle statistiche accurate e allo staff di supporto sempre disposto a rispondere a tutti i tuoi dubbi.

Su Mailpro puoi effettuare un numero illimitato di invii nei tuoi piani gratuiti e mensili. Qualcosa di impensabile da fare con i servizi gratuiti di posta elettronica come Gmail e Outlook, puoi anche sfruttare i vantaggi della piattaforma come:

Fai il test e usa il servizio professionale di email marketing per effettuare la tua prima campagna email di massa. Crea un account Mailpro e ricevi 500 crediti gratuiti per creare le tue campagne.

Automatizza le tue Email e Risparmia Tempo

Cos’è un’Email Automatica?

L’email automatica è quell’email che viene inviata senza che ci sia il bisogno di farlo manualmente. Viene create e configurata una sola volta e viene inviata ai contatti che rispecchiano i parametri stabiliti.

Un vantaggio fondamentale è che i tassi di apertura di un’email automatica saranno sempre alti, perché ti sei assicurato che l’abbonato leggerà quello che hai inviato. In breve, l’utente aspetterà le tue email e quindi è un’opportunità che dovresti senza dubbio sfruttare.

La base di una strategia per l’automatizzazione delle email è quella di avere una buona lista di contatti creata con i parametri di Doppio Abbonamento e con la segmentazione dei campi dinamici per inviare il messaggio giusto nel momento giusto.

Quali sono le email che possiamo automatizzare?

Se sei disposto a risparmiare tempo e a mantenere una comunicazione diretta con i tuoi abbonati, ci sono alcuni tipi di email che puoi automatizzare e personalizzare a seconda dell’occasione.

Email di Benvenuto

Il migliore esempio di un’Email Automatica è quella di benvenuto. È una delle più importanti quando si tratta di creare un’immagine per il tuo marchio e per fare una buona prima impressione.

Quando un utente decide di iscriversi alla tua newsletter, lo fa perché è interessato in ciò che può offrirgli il tuo marchio. Quindi la tua prima comunicazione dovrebbe generare empatia con l’utente e informarlo su cosa hai da offrire.

Un’email di benvenuto più contare su:

  • Il nome del marchio
  • Saluto personale
  • Una call to action con la quale puoi apprezzare la fiducia che ti viene data

Auguri di compleanno

Questo è un altro modo per ringraziare il tuo utente e farlo sentire parte del tuo marchio. Le Email Automatiche per fare gli auguri di buon compleanno sono l’esempio migliore per capire come funzione l’automatizzazione. Con questo tipo di email non solo renderai l’abbonato felice di aver ricevuto questa sorpresa, ma puoi anche usarla per incoraggiare un’azione. Puoi salvarti le date speciali come questa per inviare offerte, promozioni o sconti come regali personalizzati.

Questo rafforza il legame con il tuo abbonato e porta a generare una conversione.

Email di contatto dopo la conversione

Nel momento in cui il tuo utente ha effettuato una conversione o ha cliccato su uno dei link che hai inserito nel tuo contenuto, puoi ricevere un’email di conferma.

Se inserisci due prodotti diversi nel tuo contenuto, puoi selezionare un’azione specifica per ognuno di essi e inviare un’email a tutti gli utenti che hanno interagito con quel prodotto specifico. Inoltre puoi includere dati aggiuntivi per l’azione e fornisci informazioni sul tuo marchio.

Email di Promemoria

Se hai una lista di contatti contenenti dati come le date per gli appuntamenti dei tuoi clienti, puoi generare un’Email Automatica per ricordarti del prossimo appuntamento. Se hai un’azienda che fornisce periodicamente dei servizi, automatizzare un messaggio di promemoria ti darà ottimi risultati. Questo ti permetterà di far risparmiare tempo ai tuoi clienti ricordandogli le date esatte.

Immagina di essere il proprietario di una clinica e che il tuo cliente ha un appuntamento per il mese successivo, potresti inviargli un’email giorni prima dell’appuntamento e sorprenderlo con un messaggio che gli ricordi quanto tu tenga a lui e alle date degli appuntamenti dei tuoi pazienti.

Le possibilità che hai quando Automatizzi un’Email sono infinite, e inoltre ti aiuteranno a creare l’identità del marchio e costruire un rapporto di lealtà con il cliente.

Su Mailpro ti offriamo lo strumento che ti serve per automatizzare le tue email, così puoi ottenere i migliori benefici dalla tua strategia di Email Marketing.

Se hai domande su come creare le tue Email Automatiche, non esitare a contattarci. Il nostro team di supporto è disponibile per guidarti in tutto il processo.

Crea e Invia Newsletter Professionale Facilmente Utilizzando i Nostri +560 Modelli di Newsletter

Mailpro

EMAIL MARKETING NON SARÀ UN SEGRETO PER VOI

Mailpro
Fase 1: Nozioni di base
Allenatevi in cinque fasi: il targeting, la creazione, la sperimentazione, l'invio, analizzare. Scarica la nostra guida Email Marketing gratis!
LEGGI DI PIÙ
Mailpro
Fase 2: Preparatevi con Mailpro
Scopri il software di posta elettronica Mailpro che ti accompagnerà in tutte le tue campagne di Email Marketing. Crea un account gratuito ora per provarlo!
LEGGI DI PIÙ
Mailpro
Fase 3: Informati con la nostra Email Marketing Blog
Ottenere informazioni preziose su Email Marketing: tecniche, best practice, notizie di attualità, e suggerimenti su come realizzare una campagna di email marketing.
LEGGI DI PIÙ

UTILIZZARE LA SOLUZIONE SVIZZERA NUMERO 1 PER EMAILING CLOUD PER LE PMI, MAILPRO!

Mailpro

SCOPRI ANCHE ALTRI TEMI

Rubrica
Tutte le tecniche per reclutare nuovi potenziali clienti, segmentare un database, rilanciare quelli inattivi e mantenere un database pulito.
Design e Creazione
I nostri esperti consegnano qui tutti i segreti per un'e-mail moderna, ergonomica e originale che delizierà le tue prospettive!
Consegnabilità
Il routing della posta elettronica può sembrare a volte tecnico: qui chiarezza e semplicità e suggerimenti per garantire la consegna.
Inseguimento
Le statistiche via email sono cruciali per valutare l'efficacia di una campagna e il suo ROI. Qui, si tratta di registrare tutti gli strumenti disponibili per effettuare un monitoraggio efficace.
Redazione
Non bloccare la scrittura della tua materia e le tue e-mail grazie alle tecniche editoriali dei nostri esperti!
Legislazione
Non siamo tutti avvocati o avvocati, ma questa sezione ti offre di fare il punto sulle regole che devono essere rispettate nell'e-mail marketing.
Eventi
E-mail marketing sono anche incontri, quindi scopri tutte le date degli eventi da non perdere.
Partenariati
Email marketing del blog ha partner e tu fai uso delle loro capacità. Scopri i mestieri dei nostri partner in questa sezione.