Scopri le Buone prassi nell’Email Marketing.

 

Raggiungi una portata maggiore con le tue campagna seguendo le buone prassi nell’email marketing

Nonostante sia uno dei canali con meno popolarità del marketing digitale, l’email marketing è lo strumento con cui puoi creare la connessione e la lealtà con i tuoi clienti che ogni proprietario di marchi o aziende  si aspetta.

Per poter ottenere il massimo da questa risorsa, è necessario che tu segua alcuni consigli e alcune buone prassi per l’email marketing, che ti aiutano a ottimizzare il tuo lavoro e ad aumentare le possibilità non solo per quanto riguarda le aperture, ma anche delle possibilità che hanno gli iscritti alla tua lista di contatti di cliccare sui link che hai posizionato, generando in questo modo l’azione desiderata.

Su Mailpro vogliamo offrirti le linee guida per far sì che lo sviluppo della tua campagna di email marketing raggiunga gli obiettivi più efficaci, seguendo le buone prassi nell’email marketing che ti spiegheremo in questo articolo.

Buone prassi in E-mail Marketing per Mailpro

  • Mantieni una lista di abbonati chiara e legale

Le migliori prassi e i migliori consigli che dovresti tenere a mente riguardano la necessità di non acquistare abbonati. Potrebbe sembrare ripetitivo ma, con l’attuazione del Regolamento generale sulla protezione dei dati introdotto dall’Unione Europea e le differenti leggi di protezioni dei dati degli altri Paesi, questo dovrebbe essere considerata una regola. Inoltre, l’obiettivo di investire tempo e idee nel progettare la tua strategia di email marketing, è quella di avere buoni tassi di apertura, immagina di acquistare una lista di abbonati che non hanno alcun interesse nel tuo prodotto. Tutto ciò che hai programmato non avrà efficacia e ci sarà un’alta probabilità che l’email finisca nella casella di Spam.

Regolamenti come il GDPR, chiedono la prova che i tuoi abbonati abbiano accettato di far parte della tua lista di contatti, attraverso moduli con doppia accettazione con i quali chiederai ai tuoi abbonati di accettare o rifiutare di far parte delle tue liste di contatti, cosa che ti assicura di avere una lista ottimale e utenti interessati. Se hai acquistato dei contatti, è improbabile che questi accetteranno di darti il loro consenso e inoltre è stato fatto sotto falso pretesto, quindi danneggerà la reputazione dei tuoi IP. Evita problematiche legali complesse e segui le buone prassi per ottenere legalmente i contatti.

  • Evita di usare indirizzi No-Reply

L’uso di indirizzi No-Reply farà capire a coloro che ricevono le email che non c’è alcun interesse a mantenere un canale di comunicazione reciproco. Anche se automatizzi le risposte, è importante che tu abbia un indirizzo valido e continuamente aggiornato. Usa indirizzi email con il tuo nome nel dominio, come ad esempio Peter@mycompany.com. È importante che tu capisca che l’uso di client di posta elettronica gratuiti può far finire le tue email nelle caselle di SPAM, e i tuoi futuri clienti saranno più propensi ad aprire le email che provengono da indirizzi che possono riconoscere e che sono stati inviati da una persona e non da un sistema automatico.

  • Personalizza le interazioni con ciascun utente

Quante email riceviamo che come saluto hanno una frase simile a “Ciao, Abbonato”? Un messaggio decisamente poca empatia. Usando un metodo personalizzato riesci a catturare l’attenzione dei tuoi abbonati dal primo momento ti aiuterà ad aumentare i tassi di apertura, perché nel momento in cui personalizzi i tuoi messaggi crei una connessione con i tuoi lettori che ti permetterà di rompere la barriera, costruire un rapporto di fiducia e di lealtà.

Prenditi anche il tempo di creare una frase da inserire come oggetto che catturi l’attenzione dei tuoi utenti. Questo è il primo contatto che il tuo lettore ha con il tuo messaggio, cerca di far sì che la linea del soggetto sia informativa, breve e che arrivi in modo personalizzato, con uno strumento come Mailpro puoi usare i campi dinamici e inserirli nei tuoi oggetti. L’oggetto è la principale call to action nella tua campagna di email marketing, usala per incoraggiare il lettore ad aprire l’email.

Usa i campi dinamici per segmentare il tuo pubblico secondo i loro indirizzi, posizione, età e data di nascita. Questi sono dati che puoi aggiungere dalle tue liste di contatti e in questo modo potrai progettare la tua campagna aggiungendo semplicemente il numero del campo dinamico per il quale vuoi personalizzarlo e in questo modo inviare una versione personalizzata dello stesso messaggio a tutti.

  •  Crea contenuti di qualità che ispirino fiducia

Quando generi il contenuto è consigliabile iniziare inserendo il logo del tuo marchio nel messaggio, in modo tale da confermare la tua identità e creare il primo contatto di sicurezza e professionalità con il tuo cliente. Tieni sempre in considerazione che il contenuto che farà parte del tuo messaggio contribuisca a generare rapporti e sia rilevante per il tuo pubblico. Brevemente e accuratamente, considera il tempo del tuo lettore e consegna una comunicazione che sia concreta, usa una combinazione di testo e immagini in una proporzione appropriata. Evita di usare parole come: gratis, prova, e altre che possano essere considerate come SPAM.

Scopri la lista di parole considerate SPAM ed evita di usarle nei tuoi messaggi.

Non dimenticare di aggiungere sempre i pulsanti di call to action per reindirizzare i tuoi abbonati al tuo sito web o ai tuoi prodotti. Tutti i messaggi devono includere l’opzione per annullare l’iscrizione e deve essere facilmente visibile per coloro che voglio farlo, in modo tale che possano farlo senza problemi.

  •  Prenditi cura del design del tuo modello

Una buona prassi nell’email marketing è quella di prendersi cura del design del modello per la newsletter. L’email marketing mira a connetterti con i tuoi utenti fornendo informazioni veloci, quindi è importante che il design sia semplice e che non contenga immagini pesanti. Tieni in considerazione gli utenti che usano dispositivi mobili, quindi il tuo modello dovrebbe essere progettato per adattarsi a tutte le dimensioni degli schermi.

  • Esegui i test necessari

Ci sono vari client di posta elettronica e non tutti possono visualizzare l'email nello stesso modo. Per questo è essenziale fare i test necessari prima di ciascuna consegna.

Puoi farlo inviando il messaggio al tuo account personale o a quello del tuo gruppo di lavoro per vedere se ogni immagine e contenuto venga visualizzato correttamente. Un’altra formula è quella di usare Test A / B inviando messaggi diversi a una percentuale della tua lista di contatti, dividendo il contenuto in tematiche, contenuti e immagini diverse e provare a vedere quale sia quello che ha più successo.

Mailpro ti permette di eseguire un Test di SPAM che analizza la tua email e controlla se il tuo messaggio possa essere considerato come SPAM.

  • Analizza sempre ogni campagna

Non c’è prova migliore di un lavoro che misurarne i risultati, e questo è qualcosa che con l’email puoi fare quasi immediatamente. Una buona e importante prassi nell’email marketing è la misurazione dei tuoi risultati.

Dopo aver inviato le tue campagne devi prendere in considerazione l’analisi dei dati, come ad esempio:

  • Percentuale delle aperture: questa statistica ti indicherà l’esatto numero di email che sono state lette o aperte dagli utenti, indicandoti quindi l’efficacia generale della tua campagna. Con le statistiche che ti presenta Mailpro sarai in grado di trovare i dettagli degli orari di apertura, la lista delle email per utente e i Paesi con il più alto volume di apertura.
  • Tasso di badmail: ti indicherà il numero di email che non sono state ricevute, ovvero quelle rifiutate dai client di posta elettronica di alcuni dei tuoi destinatari. Saranno divise tra Hard Bounce e Soft Bounce.

Puoi scoprire di più sui tipi di Hard Bounce e Soft Bounce sul nostro blog.

  • Percentuale dei click: La percentuale dei CTR (totale dei click) è un indicatore essenziale per conoscere l’efficacia delle tue call to action e dei tuoi messaggi promozionali. Inoltre puoi conoscere il comportamento dei tuoi lettori e reindirizzare i contatti su campagne che hanno una maggiore interazione.
  • Tasso di cancellazione dell’iscrizione: con questa statistica puoi valutare l’affidabilità e la lealtà dei tuoi abbonati. Questa percentuale rappresenta il numero di utenti che ha scelto di non continuare a ricevere i messaggi.

Per poter mettere in atto queste buone prassi nell’email marketing, hai bisogno di un software di email marketing professionale come Mailpro, che ha una robusta piattaforma che genera le tue consegne e il supporto di professionisti che ti assisteranno in ogni fase del processo.

Se vuoi ulteriori informazioni su come implementare la migliore strategia di email marketing, ti consigliamo il materiale educativo necessario della nostra Mailpro Academy.

 

Commenti chiusi

UTILIZZARE LA SOLUZIONE SVIZZERA NUMERO 1 PER EMAILING CLOUD PER LE PMI, MAILPRO!

Mailpro