X

ISCRIVITI AL NOSTRO BLOG


E ricevi le ultime pubblicazioni sull'Email Marketing

No grazie
Powerful Marketing Software
Software di marketing potente
Tutto in un'unica piattaforma di marketing per aiutarti ad aumentare le vendite e ad avere successo.
Inizia gratis

Email Marketing nel 2022: Cosa aspettarsi?

 

Quando si tratta di email marketing, il 2022 presenterà nuove sfide per i marketer, simili a contenuti e video marketing. L’email marketing produce risultati dalla nascita del marketing digitale, ma questo non significa che i marketer non debbano aggiornare le loro campagne per renderle attuali. Il 99% degli utenti email controllano giornalmente la loro casella di posta, e addirittura alcuni la controllano 20 volte al giorno! Quindi, se non migliori il tuo approccio di email marketing, ti perdi un importante canale di comunicazione da usare con il tuo pubblico di riferimento.

Questo articolo descriverà alcune tra le più essenziali tendenze di email marketing per il 2022, da tenere d’occhio per l’anno in corso e per quelli successivi.

 

Tendenze di email marketing nel 2022

 

Ogni anno ci sono vecchie e nuove tendenze. Quest’anno, alcune di queste sono qui per restare. Analizziamo quelle del 2022.

 

●      Contenuti generati dagli utenti

 

Il contenuto generato dagli utenti sta aumentando in modo esponenziali in svariati elementi del marketing digitale, come ad esempio video e social media, ma sta anche portando a novità nell’email marketing. Ogni azienda affermerà che i suoi prodotti e servizi sono eccezionali, ma se molti clienti soddisfatti confermano questa affermazione, allora ci crederanno davvero. I clienti sono più inclini a fidarsi di altri clienti invece dell’azienda stessa che vorrebbe solo vendere di tutto.

 

Mostrare come i clienti sono soddisfatti incoraggia gli altri a fare acquisti. Quindi nell’email marketing devi assicurarti di includere le recensioni dei clienti, foto di loro che usano i prodotti ed esempi di acquisti effettuati. Il 92% dei clienti si fidano di consigli sinceri e non pagati rispetto ad altri tipi di pubblicità (la stessa cosa probabilmente si applica per il B2B) e la prova dei social è un approccio eccellente per incrementare i tassi di clic e le conversioni di promozione.

●      Più contenuti personalizzati

 

La personalizzazione è lo strumento da seguire nel marketing B2B. I consumatori chiedono rilevanza, che sia attraverso contenuti, video o email. Non hanno tempo per aprire e leggere un'email che non ha nulla a che vedere con i loro desideri e bisogni. Secondo il 74% dei marketer, la personalizzazione mirata nelle email migliora il coinvolgimento dei consumatori. Quindi, se vuoi essere in vantaggio rispetto alla concorrenza nel 2022, è meglio che tu sia pronto a entrare in sintonia con i tuoi clienti.

 

Al fine di creare contenuti più coinvolgenti con oggetti personalizzati, offerte e promozioni, il contenuto e anche l’ora in cui la mail viene inviata, devono essere analizzati. Fortunatamente, quest’anno il software di intelligenza artificiale può fare questa procedura nel modo più facile.

 

●      Microsegmenti

 

La segmentazione dei clienti non è solo una buona idea, è anche necessaria. Segmentando il pubblico in gruppi per inviare email personalizzate, si ottiene un maggiore ritorno sull'investimento e una maggiore possibilità di clic. Tuttavia, categorizzare il pubblico in ampie categorie basate su fattori come la loro regione o i dati demografici del settore non è più sufficiente. Possiamo prevedere di andare molto oltre nel 2022.

I microsegmenti dovrebbero essere utilizzati nell'email marketing per segmentare il pubblico in gruppi ancora più piccoli per un'esperienza notevolmente più personalizzata. Dovrai approfondire i dati demografici organizzativi del tuo pubblico di riferimento e il loro comportamento d'acquisto, e come interagiscono con il tuo sito web e i tuoi prodotti.

 

●      Automazione dell’email marketing

 

L'automazione dell'email marketing garantisce che gli abbonati e le aziende comunichino costantemente e in modo unificato. Inoltre, fornisce al consumatore un senso di controllo sulla propria casella di posta. L'automazione dell'email marketing non solo riduce le spese della campagna e permette di risparmiare tempo, ma può anche migliorare significativamente la tua strategia. Ecco alcune strategie da esplorare nel 2022:

 

  • Esamina le tue soluzioni di automazione di marketing per assicurarti risultati di alta qualità.

 

  • Crea i profili dei consumatori utilizzando uno strumento IA basati sulle informazioni acquisite dal loro comportamento sul sito, la presenza sui social media e la cronologia di acquisto. Queste informazioni possono essere usate per creare email automatiche.

 

  • Usa email di ri-coinvolgimento per aumentare l’interesse nei tuoi clienti attuali senza essere pressante.

 

  • Implementa un Sistema Amministrativo di Risposta alle Email per semplificare la gestione delle email.

 

●      Ottimo design delle email

 

Il design delle email si è evoluto nel tempo, e ci sono molte più opzioni disponibili ora rispetto a cinque o 10 anni fa. Si tratta di fornire qualcosa di innovativo alla casella di posta del tuo destinatario in questi giorni, soprattutto con più email che vengono inviate e ricevute ogni anno. Ecco le tendenze dell'email design da tenere d'occhio quest'anno, che vanno dalla tipografia decisa alla grafica animata, dal testo esteso alle caratteristiche interattive, e alle modalità scure.

 

Quest'anno, l'email design sarà cruciale per il successo dell'email marketing. Devono eliminare il disordine, catturare l'attenzione e suscitare emozioni. Ci sono diverse tendenze di design tra cui scegliere, e non c'è una soluzione unica per tutti. Le email devono essere fatte su misura per il destinatario. Tutto dipende dalle preferenze degli abbonati, sia che questo significhi inserire un video, progettare un'email estremamente visiva, con poche copie, o usare una GIF animata.

                  

            Terminologia per il Benchmark dell’Email Marketing

 

Hai qualche domanda sui tassi di clic o bounce? Dai un'occhiata a questo riassunto:

 

  • Tasso di apertura: Il tasso di apertura è la percentuale di abbonati che hanno aperto la tua email in base al numero di destinatari dell'email. Se invii un'email a 100 persone e 50 la aprono, il tuo tasso di apertura è del 50%..

 

  • Tasso di clic: Una metrica a livello di strategia, il tasso di clic calcola la percentuale di abbonati che hanno cliccato su un link o un'immagine in un'email in base al numero totale di email inviate.

 

  • Tasso di disiscrizione: La percentuale di abbonati che si sono cancellati da un'email in base al numero totale di destinatari è nota come tasso di disiscrizione. Se invii un'email a 100 persone e 25 si disicrive, il tuo tasso di disiscrizione è del 25%.

 

  • Tasso di bounce: Il tasso di bounce è la percentuale di email che non sono state consegnate in base al numero totale di email inviate. Le email possono essere respinte per vari motivi, tra cui spam, errori del server e altre difficoltà.

 

  Benchmark dell’Email Marketing del 2022

 

Le cifre di benchmark per la risposta email variano a seconda della piattaforma email usata dall’azienda per inviare un’email. Le piattaforme a basso costo tendono ad avere clienti Server Message Block (SMB), che sono marchi meno conosciuti, il che significa che risponderanno in modo diverso rispetto alle piattaforme email di alto livello che sono di aziende di spicco.

 

È un’analisi interessante in quando analizza le aperture, i clic e le disiscrizioni per settore, sia per i mercati B2B che per i B2C. Questo dimostra una risposta inferiore in vari settori, come ad esempio Eventi, Educazione e Servizi Legali.

 

Qual è un tasso di apertura e clic accettabile? In che modo differiscono nei vari settori?

 

Anche se in questo articolo forniamo delle medie, è fondamentale andare oltre queste medie nel tuo studio di email marketing per confrontare "mele con mele". È utile separare la tua risposta via email nel seguente modo:

 

  • In termini del formato email
  • Demografica del pubblico
  • Per tipo di offerta

 

Questo fornirà un quadro più accurato delle prestazioni e analizzerà il ricavo per 1000 email inviate.

 

Non sorprende il fatto che le email con trigger e autoresponder (di benvenuto) abbiano tassi di apertura e di clic maggiori, poiché sono più rilevanti o immediate, più nel contesto del comportamento di un abbonato. Questo dimostra l'efficacia dell'automazione del marketing.

 

Per confrontare i risultati, puoi scaricare l’Email Marketing Benchmark 2021 di Mailpro.

 

 

 

Commenti chiusi

UTILIZZARE LA SOLUZIONE SVIZZERA NUMERO 1 PER EMAILING CLOUD PER LE PMI, MAILPRO!

Mailpro

Un'email piattaforma per le piccole e medie imprese

Apri un conto Mailpro e godere di 500 crediti gratuiti

PROVA GRATIS