Come usare le immagini nell’email marketing

Una delle buone pratiche dell'email marketing è quella di avere una newsletter equilibrata tra testo e immagini, ma dobbiamo saper scegliere l’immagine e lo stile visivo del nostro contenuto per provocare nel lettore un’interazione.

L’invio di una newsletter in cui sono visibili solo paragrafi e paragrafi di testo può far sì che il lettore non tenti di continuare a leggere e che sposti la mail nello SPAM o che cancelli direttamente il messaggio. Dipende certamente dall’intenzione del messaggio ed è possibile che, se la formulazione è interessante, un contenuto di solo testo possa avere una possibilità. Ma è chiaro che siamo esseri molto visivi, quindi l’immagine è un elemento vitale di una campagna email.

Alcuni motivi per includere le immagini nell’email marketing sono

  • Le email con contenuto visivo sono più facili da consumare, non richiedono molto sforzo per far comprendere il messaggio.
  • I contenuti con le immagini sono ricevuti più positivamente dagli utenti, questi includono sia le GIF che le fotografie.
  • Cattura l’attenzione dell’utente quasi immediatamente, nelle liste dei tuoi contatti dove ci sono pochi minuti per evidenziare il contenuto, integrare le immagini nell’email è uno dei modi migliori per farlo..

Uno studio pubblicato da Nielsen sottolinea che i destinatari delle newsletter si aspettano di ricevere le stesse immagini di alta qualità che possono vedere sui siti web. I partecipanti al loro studio hanno detto che “preferiscono immagini di alta qualità e su grandi dimensioni che mostrano chiaramente i dettagli del contenuto.”

Se le immagini non vengono usate correttamente, possono essere un’arma a doppio taglio. Dovrebbero essere mostrate in modo reattivo, essere coerenti con il contenuto ed essere di buona qualità per avere un effetto positivo sul lettore.

Per non commettere errori nella tua prossima email ti forniremo alcuni suggerimenti per la selezione di immagini, errori da evitare e i formati da utilizzare per aggiungere le immagini perfette per la tua campagna di email marketing.

Errori comuni nell’uso delle immagini nella newsletter

Le immagini sono un modo per creare un equilibro nel contenuto del messaggio e quindi evitare di saturare il lettore con una quantità di testo che non fa altro che stancare gli occhi, facendo perdere il messaggio principale. Alcuni errori che possono far sì che la tua newsletter non sia ben accolta:

  • Solo immagini

Inviare una newsletter in cui le immagini vengono usate in modo eccessivo non solo possono trasmettere un messaggio negativo al tuo lettore, ma può avere un effetto negativo anche sulla consegna. Le email che contengono solo immagini o in cui l’elemento visuale predomina sul testo possono essere considerate SPAM dai filtri.

Per questo motivo è importante mantenere un equilibro tra i testi e le immagini, si potrebbe mantenere una percentuale 60-40 di testo e immagine.

  • Immagini troppo grandi

Uno dei problemi dell’utilizzo di immagini molto grandi è che c’è il rischio che le immagini nelle email non vengano visualizzate correttamente o che possano richiedere molto tempo per essere caricate. Inoltre, consumeranno i dati degli utenti di dispositivi mobili dal peso degli stessi.

Cerca di usare immagini che non superino 1 MB di peso e che abbiano una larghezza di 600 pixel. Puoi utilizzare strumenti online gratuiti per ridurre le dimensioni delle immagini senza perdere la qualità. Uno degli strumenti che puoi usare è TinyPNG, con questo puoi ridurre la dimensione di 20 file con il peso massimo di 5 MB ciascuno.

  • Immagini piccole

Secondo il rapporto del consulente Nielsen, gli utenti si aspettano di vedere una newsletter in cui le immagini sono ben integrate nel contenuto, non è accattivante collocale le immagini dei prodotti in piccole colonne. In confronto, ci si aspetta di vedere immagini che hanno maggiore importanza e valore estetico all’interno del contenuto.

Un’altra cattiva pratica è quella di tagliare e allungare le immagini per far sì che entrino nel contenuto, prima di posizionarle nel modello, tagliale nella dimensione del modello di email usando l’editor di immagini di Mailpro che ti permette di modificare le immagini dal modello stesso.

  • Immagini non adattate ai dispositivi mobili

Non è un segreto per nessuno che molte email vengono lette dai dispositivi mobili, questo significa che le immagini devono poter essere visualizzare in un formato reattivo. Per questo motivo, tutti i modelli offerti da Mailpro sono progettati per essere visualizzati sui dispositivi mobili. Nel momento in cui progetti e selezioni l’immagine, devi esserne consapevole e tenere in considerazione il destinatario finale.

Immagina di creare per ore un design pieno di dettagli, ma di dover scorrere all’infinito per arrivare alla fine, perché sarebbe difficile da leggere sul cellulare. Tieni sempre in considerazione il modo in cui verrà visualizzato su uno schermo mobile o tablet.

  • Immagini che non possono essere viste

È possibile che tu abbia ottimizzato le dimensioni, il peso e scelto l’immagine ideale per i dispositivi mobili, ma questa non viene mostrata. Questo accade perché ci sono client di posta elettronica, applicazioni dei browser che bloccano le immagini delle email o le mostrano i modo diverso. Ciò accade frequentemente nel caso di Outlook, in cui l’immagine appare bianca e viene mostrato solo il titolo dell’immagine.

In questi casi è importante usare il tag ALT, aggiungendolo alle immagini mostrerà il testo descrittivo dell’immagine per dare un contesto sul contenuto dell’immagine all’abbonato. Non inserire call to action nelle immagini, è consigliabile posizionarli nei pulsanti o aggiungere il link nel testo

Puoi leggere tutto su "Perché la mia campagna non viene visualizzata bene su Outlook" nelle nostre FAQ.

Formati delle immagini per l’Email Marketing

Ci sono diversi formati che puoi usare per progettare le tue email, ciascuno con le sue caratteristiche speciali e con modi diversi di essere visualizzati dai client di posta elettronica.

JPG per email: Il formato JPG (Joint Photographic Expert Gropup) è il formato più comune su internet, la sua popolarità è dovuta al fatto che consente di ridurne le dimensioni fino a 100 volte senza perdere le informazioni sul colore. Questo ti permette di condividere immagini che pesano poco e non influenzano il peso dell’email.

Ma questa forza rappresenta anche uno svantaggio, poiché la compressione può comportare una perdita nella qualità dell’immagine nelle fotografie in cui ci sono ampie aree di colore. Se lavori con illustrazioni o immagini con testi, la perdita di qualità sarà maggiore e il file apparirà pixelato. Inoltre il formato JPG non supporta i lucidi, se hai immagini con sfondi trasparenti, queste verranno visualizzate su uno sfondo bianco.

PNG per email: Il formato PNG (Portable Network Graphic) è un altro dei formati più noti. A differenza del JPG, non perde qualità quando è compresso e supporta immagini con sfondi trasparenti. Il suo grande svantaggio è la dimensione del file, perché può essere più grande del formato JPG.

Un altro svantaggio è che i browser con versioni precedenti, come Internet Explorer fino alla versione 6.0, non possono visualizzare correttamente quel formato. Quindi è importante sapere su che dispositivo gli abbonati leggono le email.

Ricorda che su Mailpro puoi ottenere delle statistiche dettagliate delle letture dei tuoi messaggi attraverso l’analisi del software dei tuoi clienti che ti indicherà da quale sistema operativo vengono letti i tuoi messaggi.

Come includere le immagini in una newsletter

Ci sono due metodi principali per aggiungere le immagini alla tua newsletter, caricando l’immagine nella galleria o copiando il link dell’immagine.

  • Immagine inserita nell’email

Inserisci l’immagine nell’email, si fa caricando l'immagine selezionata nella galleria del tuo account. In questo modo verrebbe allegata l’immagine al design del bollettino e viene garantito che l’utente riceva l’immagine e possa vederla quando è in modalità offline. Ma inserire le immagini ha anche i suoi svantaggi. Le immagini di grandi dimensioni possono far sì che l’email venga rilevata come spam e che renda le dimensioni molto grandi superando i parametri dei provider di posta elettronica.

  • Link dell’immagine

Un’altra opzione è quella di includere le immagini da una fonte esterna, ovvero un da un server online o web. In questo modo viene copiato solo il link dell’immagine e la newsletter viene incollata. Il vantaggio è che la dimensione dell’email è inferiore, il tempo di visualizzazione è diminuito. Lo svantaggio è che se il server in cui è ospitata l’immagine presenta problemi, le immagini non verranno visualizzate correttamente.

Aggiungere immagini al design delle tue email è essenziale. Ora che conosci l’importanza dell’uso delle immagini nell’email marketing è il momento di creare email creative che hanno un impatto sui tuoi lettori.

Ricorda che hai la nostra galleria di modelli per le newsletter che ti aiuterà a progettare messaggi creativi e le buone pratiche dell'email marketing.

Commenti chiusi

UTILIZZARE LA SOLUZIONE SVIZZERA NUMERO 1 PER EMAILING CLOUD PER LE PMI, MAILPRO!

Mailpro