X

ISCRIVITI AL NOSTRO BLOG


E ricevi gli ultimi post sull'Email Marketing

No grazie

Come Usare i Tag per Migliorare la tua Campagna di Email Marketing

Come Usare i Tag per Migliorare la tua Campagna di Email Marketing

Se hai già provato l’email marketing, avrai già sentito parlare di tag. Cosa sono i tag e perché sono così interessanti?

In questo articolo lo scopriremo, oltre a illustrare cosa sono i tag, in che modo possono migliorare la tua campagna di email marketing e farla brillare. Daremo inoltre un’occhiata ai vari modi in cui i tag possono essere usati e, infine, discuteremo di come può aiutare Mailpro.

Iniziamo.

Cosa sono i tag?

I tag sono una tipologia di strumento che possono aiutarti a identificare i contatti dei tuoi contatti.

Ti sei mai chiesto come entrare in contatto in modo diverso con uno specifico segmento dei tuoi contatti? E se potessi gestire una parte della tua lista di contatti in modo più organizzato?

È in questo che ti aiutano i tag.

Ti aiutano a definire caratteristiche uniche dei tuoi contatti così puoi fare tutto in modo più mirato ed efficace.

Se sei un utente di Mailpro, puoi impostare i tag in vari modi diversi: puoi aggiungerli all’email, per esempio quando un cliente clicca sul tag può essere aggiunto direttamente a quel tag.

Qual è la differenza tra un tag e una lista?

Sebbene le liste email contengono informazione sulla tua base di contatti, un tag ti aiuta a segmentare ulteriormente la lista email, facilitandoti a trovare con accuratezza gli utenti giusti.

Consideriamolo con un esempio.

Immaginiamo di gestire uno store eCommerce che vende prodotti per l’arredamento della casa.

Sicuramente gestirai una lista di clienti che si sono iscritti alla tua newsletter, ma come fare a differenziare un contatto dall’altro? Anche se alcuni di loro potrebbero cercare carta da parati, potrebbero essercene altri alla ricerca di quadri.

Uno potrebbe essere interessato allo stile boho, un altro potrebbe preferire uno stilepiù western, o potrebbero essercene altri alla ricerca di decorazioni per la camera dei loro figli.

Ed è in questo che le liste ti aiutano: a organizzare e categorizzare i contatti.

E se volessi segmentare ulteriormente i tuoi contatti? Ad esempio, se volessi vedere chi ha visitato la sezione dela carta da parati e quella dei quadri; oppure quelli che hanno aperto la tua email X e quelli che hanno cliccato su un link dell’email Y.

È a questo punto che ti aiutano i tag.

Come è evidente, la giusta combinazione di liste e tag può aiutarti a muoverti in modo più preciso.

Perché usare i tag nella tua campagna di email marketing?

Segmentazione dell’utente

Le liste email vengono create da varie fonti, come ad esempio il sito web, una pubblicità Facebook, una campagna Twitter o anche dal negozio fisico, ma non sono tutte uguali.

Se si passa per i canali di acquisto, tutti gli abbonati possono essere segmentati in quattro categorie: Consapevolezza, Interesse, Desiderio e Azione. Inserendo i tag nelle tue email, avrai un'idea più chiara della categoria a cui un utente potrebbe appartenere. Questo ti aiuterà a determinare su quali utenti dovresti spendere il tuo budget e il tempo massimo.

Targeting focalizzato

Dopo aver segmentato i tuoi abbonati, puoi rivolgerti a ciascuno di loro in modo diverso. Così, se qualcuno è in fase di sensibilizzazione, invece di inviare email di prodotto, puoi inviare loro contenuti utili che poi porteranno alla sezione dei desideri.

Allo stesso modo, se qualcuno è in fase di azione, puoi inviargli un codice coupon in modo che possa fare un acquisto e diventare un cliente. È un modo migliore rispetto all'invio della stessa email a tutti.

Personalizzazione

Le email personalizzate sono un ingrediente chiave per il successo dell'email marketing. Nessuno vuole ricevere email da un'azienda o da un team di marketing. Le persone amano ricevere email da persone che conoscono, che capiscono e di cui si fidano.

Inserendo correttamente i tag, potrai conoscere meglio i tuoi clienti, ad esempio da dove vengono, cosa li ha spinti a iscriversi, quali sono le loro aspettative e cosa stanno cercando. Potrai quindi utilizzare queste informazioni per inviare email personalizzate invece di una generica e banale. Questo migliorerà sia la fiducia che la credibilità.

Rimuovi i duplicati

Con l'automazione del marketing, una delle principali sfide che i marketer si trovano ad affrontare è la questione della duplicazione. Quando gli utenti ricevono lo stesso messaggio ma con mezzi diversi, potrebbero compilare più volte lo stesso modulo. Questo potrebbe farti pensare di aver acquisito due utenti quando in realtà ce n'è solo uno. Grazie all'implementazione dei tag, è possibile creare un livello di filtraggio per aiutare a rimuovere i duplicati degli abbonati.

Un altro caso d'uso è legato alla categorizzazione. Ad esempio, se un utente ha un tag "primo acquirente" allegato e completa un altro ordine, allora si può cambiare il tag in "Cliente abituale" e metterlo in una lista di marketing separata. Questo ti aiuterà ad assicurarti che non sia presente nella stessa lista di marketing.

Meno complicazioni

Il tagging può semplificare l'acquisizione dell'utente. Nel frenetico mondo dei social media, dove l'attenzione media è di 8 secondi, non si possono bombardare i potenziali clienti con tonnellate di domande. Ma allo stesso tempo, si vuole avere il maggior numero possibile di dati.

Tramite il tagging, si possono avere entrambi in una volta sola. Il software di marketing consente di creare tag basati sull'interazione dell'utente. Ad esempio, se hanno visitato cinque pagine, questo viene contrassegnato quando si iscrivono. Così si può prevedere che abbiano in qualche modo familiarità con il tuo marchio, e si può prendere questa domanda dal tuo modulo di iscrizione.

Resoconti dettagliati

Ogni attività di marketing viene memorizzata sotto forma di resoconto, che è una sintesi di come la campagna di marketing si è svolta. Usando i tag per gli utenti può facilitare al software la creazione di resoconti a un livello più dettagliato..

Questo, a sua volta, rende il resoconto più accessibile a tutti. Ad esempio, un responsabile del reparto vendite può analizzare l'andamento della campagna post-acquisto senza entrare nei dettagli tecnici..

Gestisci gli affiliati

Gli affiliati sono importanti per qualsiasi attività di e-commerce. Grazie agli affiliati, puoi attingere alla loro base di abbonati e pagare loro una commissione per ogni vendita generata. Se hai degli affiliati che vendono i tuoi prodotti, allora è importante assegnare un tag a ciascuno di loro.

Senza questo, continuerai a chiederti quale affiliato abbia generato un determinato importo di vendita. Questo creerà anche confusione sia tra i membri affiliati che tra i clienti, il che potrebbe portarli ad abbandonare il tuo prodotto una volta per tutte.

Raggiungimento di lead

Ogni lead generato deve essere valutato in base all'impegno e ai vari punti dati. Solitamente vengono assegnati da una scala da 1 a 10, ma è possibile ottenere un punteggio da 1 a 100. Ogni marchio ha bisogno di avere clienti fedeli per sopravvivere.

La maggior parte degli stack di marketing è limitata da una manciata di punti di dati, come azioni e trigger. È possibile creare "Tag di contatto" per includere i propri punti dati e segnare ogni lead.

Tag and Mailpro

Mailpro utilizza un’interfaccio estremamente intuitiva che puoi esplorare. Puoi facilmente aggiungere tag ai tuoi contatti, in quanto non devi far altro che andare nella loro sezione e da là puoi aggiungere i tag corrispondenti. Così il gioco è fatto

Non abbiamo già detto che è estremamente facile?

Le pratiche migliori da considerare quando si usano i tag per i contatti

Ora che conosci le basi dell’utilizzo dei tag, diamo un’occhiata alle migliori pratiche da tenere in considerazione:

  • Organizza i tuoi tagg in modo efficace

Quando si tratta di tagging, la pianificazione è essenziale. Non dare il via alla tua campagna di email marketing per poi pensare al tagging in un secondo momento. Questo non farà altro che rendere l'intero processo disordinato e, inoltre, non avrà alcun senso.

Quindi, la migliore pratica è quella di iniziare bene e pianificare i tag prima di avviare la campagna di email marketing.

  • Nominali in modo appropriato

Che cosa contiene il nome? Tanto! Non dare un nome a caso ai tuoi tag, ma scegline uno semplice e preciso. Ad esempio, per vendita clienti 2019 è molto più semplice e chiaro di vendita GH 2019.

Inoltre, in questo modo tutto il team sarà aggiornato allo stesso momento.

In conclusione

Inizia subito a utilizzare i tag per rendere le tue campagne più efficienti grazie a Mailpro.

Commenti chiusi

UTILIZZARE LA SOLUZIONE SVIZZERA NUMERO 1 PER EMAILING CLOUD PER LE PMI, MAILPRO!

Mailpro